Notizie

SOSTITUZIONE DEL DSGA ASSENTE, IL DECRETO CORREGGE IL CCNL 2019-21

L’AMMINISTRAZIONE ACCOGLIE PIENAMENTE LA RICHIESTA DELLA UIL SCUOLA RUA. TOTALMENTE CASSATO L’ARTICOLO 4. IN ALLEGATO IL DECRETO

Nel decretare la sostituzione dell’ex DSGA assente sia dall’inizio e per l’intero anno scolastico fino al 31 agosto, anche per un unico periodo continuativo superiore a tre mesi, il Ministro dell’Istruzione e del Merito accoglie la richiesta rappresentata dalla Federazione Uil Scuola Rua in sede di confronto sindacale tenuto il 3 giugno scorso. In relazione a tale aspetto, la Uil Scuola Rua aveva chiesto la totale cassazione dell’art.4 (ulteriori modalità di conferimento dell’incarico ad interim) precedentemente inserito nella bozza del decreto e, poi, eliminato del tutto in quella finale. Come noto, il vulnus si è determinato in sede di approvazione del CCNL 2019/21, con la soppressione del contenuto giuridico delle posizioni economiche. Per colmarlo, si era costruita una diversa impostazione normativa incentrata sull’obbligo dell’accettazione dell’incarico ad interim da parte di altro DSGA titolare presso una diversa istituzione scolastica. Un aspetto, questo, su cui la Uil Scuola Rua aveva posto specifica attenzione e che avrebbe significato il passaggio da un sistema basato sulla condivisione e sulla oggettività delle scelte ad un altro di tipo verticistico, incentrato sull’unilateralità delle decisioni. Una situazione che, comunque, permane per le sostituzioni brevi rimesse unicamente alla decisione del dirigente scolastico. Una correzione in corsa quella operata dal Ministro che sposando la volontarietà, attenua i “rigori” della norma contrattuale che, invece, aveva optato per “l’obbligatorietà”. La Uil Scuola Rua, nel prendere atto, con soddisfazione, del risultato conseguito, non può esimersi dallo stigmatizzare che, in un percorso assurdamente rovesciato, il decreto supera il contratto non solo dal punto di vista formale, ma anche da quello sostanziale (dei contenuti). Uno schema a cui l’amministrazione dovrà ricorrere spesso per non lasciare vuoti normativi e rimediare agli errori di un contratto, che adesso appaiono in tutta la loro evidenza.

PERSONALE ATA: LA UIL SCUOLA SCRIVE AL MINISTRO

In una lettera indirizzata al Ministro, la Uil mette a fuoco tutti gli interventi per valorizzare il personale che lavora nelle scuole. Dagli organici ai carichi di lavoro, dai profili alle nuove competenze, dalle graduatorie al reclutamento. LA LETTERA INVIATA AL MIM

RELAZIONI SINDACALI: FISSATA PER DOMANI L’UDIENZA DI MERITO SU INFORMATIVA E CONFRONTO

PER IL COLLEGIO INOLTRE, GLI ALTRI SINDACATI NON RISULTANO LEGITTIMATI AD AGIRE IN VIA AUTONOMA NEL GIUDIZIO. FISSATA PER DOMANI L'UDIENZA DI MERITO. IN ALLEGATO L'ORDINANZA

Il collegio in sede di reclamo revoca l’Ordinanza cautelare emessa nel corso del procedimento ex art. 700 c.p.c. ritenendo non sussistente il requisito del periculum in mora alla luce dell’imminente discussione del giudizio di merito fissato già per l’udienza di domani 10 luglio 2024. Il Collegio, inoltre, interviene anche in relazione agli atti di intervento proposti dalle altre Organizzazioni sindacali stabilendo quanto segue:

In primo luogo, si osserva che, nella fattispecie, non sussiste una ipotesi di litisconsorzio necessario, per cui la Confederazione Italiana Sindacato Lavoratori – Cisl Fsur, la Federazione Lavoratori delle Conoscenze – CGIL, la SNALS CONFSAL e l’ANIEF Associazione Professionale e Sindacale non risultano legittimati ad agire in via autonoma nel presente giudizio, ma possono partecipare al giudizio solo in qualità di soggetti intervenuti. In particolare, non si ritiene sussistente un’ipotesi di litisconsorzio necessario rispetto alla domanda di accertamento della nullità di clausole contrattuali per violazione di norme imperative”. Con riferimento al periculum in mora il Collegio deduce quanto segue:

“Peraltro, l’insussistenza del requisito del periculum emerge dalle stesse deduzioni della difesa della Federazione UIL Scuola RUA, la quale ha affermato che con nota prot. n. 60989 del 23 aprile 2024, in atti, il Ministero dell’Istruzione e del Merito le ha comunicato di aver invitato gli uffici a prendere le opportune iniziative per assicurarle, nell’ambito delle relazioni sindacali, le prerogative connesse alla sua rappresentatività e, pertanto, all’udienza del 20 giugno 2024 ha chiesto la declaratoria della cessazione della materia del contendere sulla quale le altre parti non hanno concordato. In tale situazione risulta evidente l’inesistenza del requisito del periculum in mora.” La vertenza è, pertanto, rimessa alla successiva fase di merito che verrà discussa nella giornata di domani 10 luglio 2024.

ORIZZONTE SCUOLA: INTERVISTA A GIUSEPPE D’APRILE

RINNOVO CONTRATTO: “GLI AUMENTI STIPENDIALI DEL 5,78% PREVISTI NON BASTANO E DEVONO ESSERE DETASSATI. I DOCENTI PRECARI SONO IL 20%, RIVEDERE RECLUTAMENTO”

“Il rinnovo del contratto deve innanzitutto tradursi nella volontà di mettere a sistema gli investimenti e il primo è quello sul personale”. In vista dell’emanazione delle Linee di indirizzo propedeutiche al Contratto Scuola 2022-24, Giuseppe D’Aprile, segretario generale della Uil Scuola, mette le mani avanti: “La valorizzazione del personale – insiste – passa anche e soprattutto dal riconoscimento economico. Ma non ci sono solo i temi strettamente economici al centro delle preoccupazioni dei sindacati, sebbene l’erosione del potere d’acquisto dei salari causato dall’inflazione abbia reso oltremodo critica la situazione personale e familiare dei lavoratori della scuola, specie i tanti fuorisede, ma non solo loro. Ci sono tanti altri temi sul tappeto, non ultimi il precariato e la formazione dei docenti. Ma andiamo con ordine. Come abbiamo già riferito, sono state appena presentate ai sindacati le linee programmatiche del Ministero dell’Istruzione e del Merito, in vista dell’emanazione delle Linee di indirizzo propedeutiche al Contratto 2022-24. La riunione, alla presenza del Ministro, si è tenuta a Viale Trastevere alla presenza dei rappresentanti ministeriali e delle forze sindacali. 

Segretario Giuseppe D’Aprile, mettiamo le cose in ordine. Per lei bisogna partire dalla valorizzazione del personale. È così?

“Il rinnovo del contratto deve innanzitutto tradursi nella volontà di mettere a sistema gli investimenti e il primo è quello sul personale”. In vista dell’emanazione delle Linee di indirizzo propedeutiche al Contratto Scuola 2022-24, Giuseppe D’Aprile, segretario generale della Uil Scuola, mette le mani avanti: “La valorizzazione del personale – insiste – passa anche e soprattutto dal riconoscimento economico”. 

Certo, non si può prescindere dalla realtà degli stipendi il cui valore reale è stato compromesso negli ultimi anni dall’inflazione. Quali sono le vostre richieste in merito?

“Con la tornata contrattuale 19/21 sono stati dati aumenti medi del 4,5 per cento circa. Questa volta, quelli previsti e annunciati, saranno del 5,78 per cento. L’aumento incontrollato dei prezzi e gli effetti del fiscal

Leggi tutto...

ASSEGNAZIONI E UTILIZZAZIONI 2024-25 / PRONTO IL NUOVO PORTALE DEDICATO

ALL'INTERNO ANCHE I MODELLI PER LE AUTODICHIARAZIONI

La Uil Scuola Rua ha predisposto una piattaforma interamente dedicata alle Assegnazioni e Utilizzazioni 2024-25 nella quale sono contenute le informazioni dettagliate e tutti i materiali necessari per produrre correttamente la domanda. All'interno sono presenti, oltre alle nostre schede e al vademecum, i moduli editabili per i docenti a tempo determinato, gli educatori e gli ATA, nonché i modelli delle autodichiarazioni. Per visualizzare il portale è necessario cliccare su questo link o inquadrare il QR Code presente nell’immagine

RICORSO RICONOSCIMENTO ANNO 2013 – FACCIAMO CHIAREZZA -

GRATUITO PER GLI ISCRITTI ALLA FEDERAZIONE UIL SCUOLA RUA. IN ALLEGATO LA NOSTRA NOTA

La Uil Scuola ha avviato le diffide e i ricorsi per il riconoscimento del 2013 ai fini della carriera dal lontano dicembre 2022.  (su questo sito nel gennaio 2023 è stato resa nota la nostra azione legale) Un’iniziativa intrapresa nell’esclusivo interesse del personale della scuola che aveva visto leso un diritto. Per questa iniziativa siamo stati attaccati duramente anche con accuse pesanti facendo intendere che stavamo facendo un’azione speculativa e  finalizzata ad altri scopi.

Da soli e grazie alla caparbietà della Segretaria Nazionale abbiamo intrapreso ricorsi fino al pronunciamento della Corte di Cassazione al cui livello si è arrivati grazie all’iniziativa giudiziaria costante da parte dell’Ufficio Legale Nazionale della Uil Scuola diretto dall’Avv. Domenico Naso.

C’è stato anche tra le organizzazioni sindacali chi ha diffuso sui social documenti in cui si affermava che “per il recupero del 2013 non serve attivare ricorsi”, ma non solo che “non intende promuovere iniziative prive di reale fondamento e di prospettiva, né ritiene giusto sollecitare le lavoratrici e i lavoratori ad attivare improbabili e rischiose azioni di contenzioso…una linea (la loro) responsabile che non contempla azioni a prevalente scopo di autopromozione”.

Adesso anche quelli che scrivevano queste cosa fanno Webinar informativi…ben vengano. Sostanzialmente siamo contenti che si sposi la difesa di un diritto a cui, da soli, abbiamo creduto senza tentennamenti.

DESTINATARI: PERSONALE DOCENTE E ATA. LA DOCUMENTAZIONE PER IL RICORSO E’ DIPONIBILE NELLE SEDI UIL SCUOLA RUA

PRE REQUISITI PER ACCEDERE AL RICORSO:

A. Il ricorrente deve trovarsi in servizio prima dell’anno 2013, con contratto di lavoro a tempo determinato ovvero a tempo indeterminato

B. NON deve aver già presentato ricorso in precedenza per il riconoscimento integrale della ricostruzione di carriera.

I documenti necessari per procedere con il ricorso:

1)     Copia di un documento di riconoscimento; 2) Procura alle liti; 3) Privacy; 4) Copia del decreto di ricostruzione di carriera 5) Copia ultimi 3 cedolini stipendiali; 6) Copia della diffida trasmessa

Leggi tutto...

ASSEGNAZIONI PROVVISORIE E UTILIZZAZIONI. LA SCHEDA OPERATIVA UIL SCUOLA

PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO E IRC DALL'11 AL 24 LUGLIO. PERSONALE ATA DALL'8 AL 19 LUGLIO. COME COMPILARE LA DOMANDA PASSO DOPO PASSO