Notizie

CONCORSO DOCENTI ABILITATI I E II GRADO: PUBBLICATO IL BANDO

IL BANDO (LINK). LE DOMANDE DAL 20 FEBBRAIO AL 22 MARZO SU ISTANZE ON LINE. IN ALLEGATO ALCUNE DOMADE E RIPOSTE ESPLICATIVE. SCHEDA DI LETTURA DETTAGLIATA

Il concorso è riservato ai docenti  abilitati/specializzati entro il 31 maggio 2017, le eccezione sono  gli insegnanti tecnico-pratici, purché iscritti nelle graduatorie ad esaurimento o nella seconda fascia delle graduatorie di istituto entro il 31 maggio 2017. Gli stessi insegnanti possono partecipare al concorso per i posti di sostegno, a condizione di essere anche in possesso della relativa specializzazione. Inoltre sono ammessi con riserva, i docenti che: conseguano il titolo di specializzazione per le attività di sostegno entro il 30 giugno 2018 (Specializzazione Sostegno III ciclo); hanno conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 e presentano al Miur la relativa domanda di riconoscimento, entro la data di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso; possiedono i requisiti di partecipazione per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi (in attesa quindi della sentenza di merito). Il concorso si articola in una prova orale non selettiva e nella valutazione dei titoli. Al termine di tale procedura, i candidati vengono inseriti in una graduatoria regionale di merito ad esaurimento, dalla quale sono poi ammessi, annualmente, al percorso annuale o terzo anno FIT, superato il quale sono assunti in ruolo.

CONTRATTO: LA SCHEDA DI ANALISI DEL TESTO SOTTOSCRITTO ALL'ARAN

NOVITA', CONFERME, TABELLE ARRETRATI. IN ALLEGATO LA SCHEDA DETTAGLIATA DELLA UIL SCUOLA

Il 9 febbraio è stato sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo di un contratto di lavoro atteso da anni. Le novità non sono poche ma sono numerosi anche gli aspetti immodificati; la continuità è, in tempi difficili, un valore utile, e nessuno fino a poche ore dalla firma avrebbe potuto scommettere sulla tenuta. Opportunità, orari di servizio, obblighi, vecchi e nuovi, che devono essere declinati con la partecipazione di tutti, secondo un modello di scuola-comunità che si arricchisce del contributo di professionalità differenti, qualificate e fondamentali per la crescita di milioni di giovani. Per conoscere o ri-conoscere gli spazi in cui la professione di docenti, amministrativi, tecnici ed ausiliari si esercita, abbiamo predisposto un fascicolo sintetico ma esaustivo che riporta tutti gli elementi necessari ad una rapida consultazione. La scelta è in linea con un’ idea di sindacato, concreto, snello, diretto, che sostiene il diritto alla conoscenza diffusa delle fonti tra tutti i lavoratori. In attesa della approvazione del testo da parte del Consiglio dei Ministri, la UIL Scuola, quale parte centrale della Federazione UIL SCUOLA RUA continua a metterci la faccia, a fronte di tutti i tentativi di strumentalizzazione che allignano sempre nella disinformazione, o peggio ancora nel veleno delle fake news. Quel che conta è che chiunque saprà . E' nel nostro stile avere una linea costruttiva anche di fronte alle critiche che si basa sempre sulla reale conoscenza delle cose. 

CONCORSO RISERVATO AI DOOCENTI ABILITATI: INDICAZIONI DA PARTE DEL MIUR

GLI USR DOVRANNO FORNIRE ELEMENTI UTILI PER LA SCELTA DELLA REGIONE

Con la Nota n. 8900 del 14.02.2018 (allegata) il MIUR fornisce indicazioni agli Uffici scolastici regionali in merito alle azioni preliminari da porre in essere al fine di fornire ai candidati iscritti al concorso riservato ai docenti in possesso di abilitazione, utili elementi per la scelta della Regione.  Dal momento che i posti da destinare al concorso sono quelli che residuano successivamente alle immissioni in ruolo dalle graduatorie ad esaurimento e dalle graduatorie di merito, gli uffici dovranno fornire agli interessati un’informazione sulla situazione aggiornata riguardante le stesse.  Tale informazione dovrà essere resa nota nei rispettivi siti istituzionali.

CONTRATTO SCUOLA: UN ARTICOLO DI OSCAR GIANNINO ALL'INDOMANI DELLA FIRMA DEL CONTRATTO

IN ALLEGATO L'ARTICOILO PUBBLICATO SU IL MATTINO

In allegato l’articolo di Oscar Giannino uscito sul Mattino all’indomani della firma del contratto che ben fotografa come questo accordo sia riuscito a capovolgere la logica della Legge 107 e in che modo può essere letto come una vittoria del sindacato e della contrattazione.

CONTRATTO: UNA SINTESI DEGLI ELEMENTI PIU' IMPORTANTI CHE LO COMPONGONO IN 14 PUNTI

PER FARE CHIAREZZA E SBARAZZARE IL CAMPO DALLE SPECULAZIONI DI COMODO DI COLORO CHE NON HANNO FIRMATO (CON MOLTA PROBABILITA' ALCUNI FIRMERANO SUCCESSIVAMENTE.....DOPO ELEZIONI RSU?). PER CHIARIRE ANCHE SUGLI AUMENTI STIPENDIALI CHE, ASSOLUTAMENTE INSUFFICIENTI A RECUPERARE  LA PERDITA DI POTERE DI ACQUISTO, SONO IL FRUTTO, NON VA DIMENTICATO, DI SCELTE POLITICHE FATTE IN PARLAMENTO IN SEDE DI LEGGE DI BILANCIO.....(NON PRENDERLI? E LASCIARE TUTTO COME STAVA? CON UN CONTRATTO SCADUTO IL 31 DICEMBRE 2012 PER EFFETTO DI LEGGE? NON INTERVENIRE SULLA PARTE NORMATIVA CHE DI FATTO HA AMPLIATO I DIRITTI, NORMATO ASPETTI VITALI DELLA SCUOLA E CONFERMATO TUTTI I DIRITTI DEL PRECEDENTE CONTRATTO?) VEDIAMO ALCUNI ASPETTI

1) DURATA Il CCNL ha validità triennale e riguarda gli anni 2016, 2017 e 2018. La sua scadenza, pertanto, è fissata al 31 dicembre 2018;                                         2) STRUTTURA DEL CONTRATTO la Scuola è confluita nel  Comparto “Istruzione e Ricerca”, dunqueil Contratto presenta un’articolazione cosi distinta: parte comune; sezione Scuola; sezione Università e Aziende Ospedaliero-Universitarie; sezione Ricerca; sezione AFAM. Per comodità diciamo che la lettura del conttatto che riguarda la scuola nella parte normativa va fino a pagina 55;                                                                                                                            3) AUMENTI STIPENDIALI  Gli incrementi stipendiali vanno da un minimo di 81 euro ad un massimo di 111, a seconda dell’ordine e grado di istruzione e dell’anzianità di servizio. Si prevede che gli aumenti siano percepiti concretamente a partire dal mese di aprile 2018. (vedi tabella notizie sotto);       4) ARRETRATI: da 271 euro a 412 euro sono gli importi netti che andranno direttamente in busta paga secondo il calcolo degli arretrati (vedi allegato fonte Tuttoscuola);                                                                                                             5) PRECARI: gli aumenti stipendiali riguardano anche tutti i precari della scuola che rientrano anche nel bonus per la parte che va in contrattazione;                                                                                                                                   6) LEGGE 107 E RELAZIONI SINDACALI: riequilibra il rapporto tra legge e contratto a favore di quest’ultimo, affidando alla contrattazione alcune materie, come ad esempio parte del bonus merito e la chiamata diretta. Di seguito le disposizioni che mitigano o superano alcuni dei capisaldi della  legge: mobilità possibile anche su scuola; chiamata diretta contrattata a livello nazionale; bonus merito: in parte in busta paga e in parte in contrattazione; definizione più chiara di quelli che sono le funzioni dell’organico di potenziamento; in contrattazione compensi Alternanza Scuola Lavoro; superamento discriminazione tra docenti di ruolo e non di ruolo riguardo al  bonus merito (la parte che va in contrattazione); sulle relazioni sindacali diventano materia di contrattazione anche “i riflessi sulla qualità del lavoro e sulla professionalità sui processi innovativi legati alle nuove tecnologie”;                                                                                                                                       7) ORARIO DOCENTI E ATTIVITÀ DI POTENZIAMENTO: Nessuna novità in merito all’orario di lavoro dei docenti, che rimane il seguente: 25 ore settimanali di insegnamento nella scuola dell’infanzia; 22 ore settimanali di insegnamento, più 2 di programmazione nella scuola primaria; 18 ore settimanali di insegnamento nelle scuole e istituti d’istruzione secondaria ed artistica. Il suddetto orario di insegnamento va distribuito in non meno di cinque giornate settimanali. Parte dell’orario di servizio, inoltre, può essere destinata all’attività di potenziamento, fermo restando la prioritaria copertura dell’orario di insegnamento. Le eventuali ore non programmate nel PTOF dei docenti della scuola primaria e secondaria sono destinate alle supplenze sino a dieci giorni. E’ l’articolo 28 del Contratto ad occuparsi di quanto suddetto (vedi LINK fonte Orizzonte Scuola);                                                                8)FORMAZIONE: resterà facoltativa; ;                                                                9) FERIE E PERMESSI PERSONALE DOCENTE: Nessun intervento di modifica in materia di ferie e permessi del personale docente, eccetto dei semplici adeguamenti alla normativa;                                                                                 10) INCARICHI E ATTIVITÀ FUNZIONALI:  Stralciata dal contratto la parte che dava libertà ai dirigenti di assegnare incarichi ai docenti, senza che questi ultimi potessero rifiutarli;                                                                            11) ATTIVITA' FUNZIONALI: Le ore restano uguali e separate 40+40;            12) FERIE E PERMESSI PERSONALE DOCENTE: Nessun intervento di modifica in materia di ferie e permessi del personale docente, eccetto dei semplici adeguamenti alla normativa;                                                                                 13) SANZIONI DISCIPLINARI: Le sanzioni disciplinari, come leggiamo all’articolo 29 del Contratto, saranno oggetto di un’apposita sequenza contrattuale, che deve avere tra i suoi capisaldi la salvaguardia della libertà di insegnamento e deve concludersi entro luglio 2018. La sequenza contrattuale dovrà avvenire tenendo conto di quanto di seguito specificato: 1) deve essere prevista la sanzione del licenziamento nelle seguenti ipotesi: a) atti, comportamenti o molestie a carattere sessuale, riguardanti studentesse o studenti affidati alla vigilanza del personale, anche ove non sussista la gravità o la reiterazione, dei comportamenti; b) dichiarazioni false e mendaci, che abbiano l’effetto di far conseguire un vantaggio nelle procedure di mobilità territoriale o professionale; 2) occorre prevedere una specifica sanzione nel seguente caso: a) condotte e comportamenti non coerenti, anche nell’uso dei canali sociali informatici, con le finalità della comunità educante, nei rapporti con gli studenti;                                                                                                                 14) ATA: Gli Ata diventano parte integrante della comunità educante, novità per indennità Dsga, introdotta anche la modalità oraria per i permessi già previsti all’articolo 15 del Ccnl/07, aggiunte ulteriori 18 ore (tre giorni) di permesso per le visite specialistiche (rientrano nel computo della malattia ma senza le penalizzazioni previste per la malattia breve) e chiarito che quelli della legge 53/00 (3 giorni l’anno per gravi motivi) sono aggiuntivi ai 3 per motivi personali o familiari; viene messo in evidenza che gli ATA della scuola sono esclusi dalla valutazione (legge Brunetta), sulle relazioni sindacali diventano materia di contrattazione anche “i riflessi sulla qualità del lavoro e sulla professionalità sui processi innovativi legati alle nuove tecnologie”.

CONCORSO DOCENTI 2018 (D.M. 995del 15 /12 /2017) RICORSO PER I DOCENTI DI RUOLO IN POSSESSO DI LAUREA CHE DA ACCESSO A CLASSI DI CONCORSO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO

LE PREADESIONI VANNO INVIATE ENTRO IL 25 FEBBRAIO 2018 CON LA SCHEDA ALLEGATA

La Uilscuola di Frosinone avvia le preadesioni ai ricorsi innanzi al Tar Lazio avverso l’illegittima esclusione dal Concorso docenti 2018 (di cui è imminente la pubblicazione del Bando) di numerose categorie di docenti, come ad esempio i docenti già di ruolo che vogliono partecipare per altra classe di Concorso, per la quale non sono in possesso di abilitazione all’insegnamento, e/o docenti di ruolo nell’infanzia o nella primaria in possesso della laurea che vogliono partecipare per una  classe di concorso della scuola secondaria di primo o secondo grado. 

Le preadesioni potranno essere inviate tramite mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   entro il 25 febbraio.

Non appena verrà pubblicato il bando del suddetto Concorso, verranno resi noti tutti i documenti necessari per attivare il Ricorso.

BONUS DOCENTI: COMUNICATO UNITARIO

AL FINE DI FARE CHIAREZZA. IL COMUNICATO IN ALLEGATO

Al fine di fare la dovuta chiarezza circa la sottoscrizione dell’Ipotesi di Contratto Collettivo nazionale Istruzione e Ricerca siglato il 9 febbraio 2018 fra ARAN e FLC Cgil CISL Scuola UIL Scuola RUA, forniscono alcune puntualizzazioni sui punti specifici che riguardano il bonus docenti introdotto dalla legge 107/2015. Le risorse del bonus diminuiscono perché in parte utilizzate in funzione perequativa nella retribuzione professionale docente. Possono essere, inoltre, sottoposte ad ulteriori interventi di riduzione. Le risorse residue del bonus vengono ripartite secondo parametri definiti a livello di contrattazione integrativa nazionale.  Le medesime risorse residue del bonus sono poi soggette alla contrattazione di scuola che contratterà i criteri generali per determinare i compensi.  Non vi è nessuna valutazione dei docenti ma una valorizzazione del lavoro svolto al pari della valorizzazione che si consegue con il Fondo dell’Istituzione Scolastica.  Il Dirigente Scolastico contratterà con la parte sindacale e le RSU le attività da compensare e necessariamente gli importi da attribuire. Su questa base il DS, come avviene esattamente per il FIS, secondo principi di trasparenza, emetterà i mandati individuali (le persone che beneficiano del bonus saranno individuate necessariamente dal Dirigente Scolastico, come con il FIS, sulla base delle attività svolte).  Il Comitato di valutazione indicherà i suoi criteri che  si arricchiranno del passaggio della contrattazione d’istituto.  Contrariamente a quanto avvenuto finora anche il personale supplente beneficerà degli importi derivanti dal bonus che non “premia” nessuno ma “valorizza” il lavoro svolto.  Il Contratto, mettendo fine all’epoca delle elargizioni unilaterali, ha restituito  alla contrattazione  la competenza a discutere e decidere su  tutte le voci retributive  destinate ai lavoratori, quale ne sia la provenienza. questo il contesto al quale anche le risorse del cosiddetto bonus occorre fare riferimento.   

Francesco Sinopoli

Maddalena Gissi

Giuseppe Turi

     

 

PUBBLICHIAMO L'IPOTESI DI CONTRATTO SCUOLA SIGLATO QUESTA MATTINA

UN CONTRATTO CHE NELLA PARTE NORMATIVA SALVAGUARDA, TUTELA E FA PASSI IN AVANTI PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA. E'STATO FATTO UN BUON LAVORO. SULLA PARTE ECONOMICA NON AVEVAMO ALTERNATIVE DI FRONTE A QUANTO STABILITO NELLA LEGGE DI BILANCIO E NONOSTANTE SONO STATE PORTATE LA META' DELLE RISORSE DEL BONUS "MERITO" NELLA RETRIBUZIONE E L'ALTRA META' LASCIATA ALLA CONTRATTAZIONE D'ISTITUTO E NON PIU' ALLA DISCREZIONE DEI DS. NESSUN AUMENTO SU ORARIO DI LAVORO. NO FORMAZIONE OBBLIGATORIA

In allegato l’ipotesi di CCNL 16-18 siglato stamattina, per la parte che riguarda la Scuola

RINNOVATO IL CONTRATTO DELLA SCUOLA

PIU' TUTELE AL LAVORO. SODDISFAZIONE PER IL TRAGUARDO RAGGIUNTO. TRATTATIVA COMPLESSA, FONDAMENTALE CONTRATTAZIONE. IN ALLEGATO SLIDE SINTETICHE DI QUANTO PREVISTO NEL CONTRATTO, TABELLE INCREMENTI SALARIALI E NOTA UNITARIA UIL CGIL CISL CON UNA SINTESI DELLE AGENZIE DI STAMPA.  AL PIU' PRESTO SCHEDA ESPLICATIVA DI APPROFONDIMENTO.

Concluso positivamente il confronto, siglata stamattina all’ARAN l’ipotesi di accordo per  il rinnovo del contratto del comparto istruzione e ricerca.   Fatto non assolutamente scontato per la complessità determinata dall’ampiezza di un settore formato da più di un milione di lavoratori e dal ruolo strategico che le sue sezioni - scuola università ricerca e alta formazione musicale artistica e coreutica -rivestono per lo sviluppo del paese, e che certamente meritano ancora impegni per la valorizzazione.  Antonio Foccillo,  Pino Turi e Sonia Ostrica sottolineano con soddisfazione l’importanza del traguardo raggiunto nonostante specificità e  differenze di ciascuno degli ex comparti. Le difficoltà sono state superate  avendo a riferimento l’esigenza di mettere nelle tasche dei lavorataori la maggiore quota possibile di risorse economiche dopo dieci anni di blocco.  Il contratto rispetta i principi dell’accordo del 30 novembre 2016 e ristabilisce gli equilibri tra contrattazione e leggi, recuperando garanzie che interventi legislativi unilaterali avevano cancellato. Ripristina- evidenziano i due sindacalisti- concrete relazioni sindacali e rinvia il nodo delle sanzioni disciplinari per i docenti,  esposti ai rischi di contrazione della libertà di insegnamento , ad una successiva sequenza contrattuale.   Per  Pino Turi è prevalsa la  logica della coerenza con le garanzie e tutele  previgenti , a cui si è aggiunta la modifica in sede pattizia di alcune delle norme più ostiche della legge 107.  L’impegno della UIL, afferma Sonia Ostrica, ha consentito di modificare parti importanti del contratto e porre le basi per la prossima  triennalita’. Il sindacato confederale riconferma la propria funzione strategica in rappresentanza dei diritti dei lavoratori, e per la ripresa economica, come testimoniato ieri dalla sottoscrizione dell’intesa per il  contratto dei vigili del fuoco e a dicembre per quello delle funzioni centrali.

NEO ASSUNTI: 2° INCONTRO

SABATO 17  E LUNEDI' 19 FEBBRAIO PRESSO LA BIBLIOTECA DELL'I.C. FROSINONE 1 VIA MASTRUCCIA SNC FROSINONE. IN ALLEGATO LA SCHEDA DI ADESIONE

La UILScuola e l’IRASE di Frosinone organizzano, per i docenti neo-assunti di ogni ordine e grado, due incontri:

  • Sabato 17 febbraio, dalle 16:00 alle 18:00, presso la Biblioteca dell’Istituto Comprensivo I di Frosinone sito in via Mastruccia snc, si terrà un incontro rivolto a coloro che non erano presenti al primo incontro e si parlerà del percorso generale per l’anno di prova e formazione e, nello specifico, del BILANCIO DI COMPETENZE;
  • Lunedì 19 febbraio, presso la stessa sede e negli stessi orari, si terrà un secondo incontro sulla seguente tematica: ATTIVITÀ DI PEER TO PEER rivolto a coloro che hanno partecipato al primo incontro.

La partecipazione all’iniziativa è riservata agli iscritti UILScuola e, per questi, è gratuita. Si rilascerà attestato di partecipazione valido anche ai fini della formazione.

Per informazioni rivolgersi a:

IRASE Frosinone: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

APE SOCIAL: NOTA MIUR PER LA CESSAZIONE DAL SERVIZIO

IN ALLEGATO LA NOTA E IL MODELLO DI DOMANDA DA INOLTRARE AL DS DELLA PROPRIA SCUOLA

E’ stata pubblicata dal Miur la nota relativa all’APE sociale che detta istruzioni operative per le cessazioni dal servizio, come preannunciato nella nota n° 50436 del 23 novembre 2017. Il personale della scuola, che ha avuto il riconoscimento da parte dell’INPS per accedere all’APE sociale, potrà presentare domanda cartacea di cessazione dal servizio a decorrere dal 1° settembre 2018 al dirigente scolastico della scuola di servizio, indicando nella stessa di possedere i requisiti previsti per l’APE sociale, allegando copia della lettera ricevuta dall’INPS. La scuola comunicherà le dimissioni al SIDI utilizzando il codice CS10.

Attachments:
File
Download this file (Dimissioni APE sociale.pdf)Dimissioni APE sociale.pdf

CONTRATTO SCUOLA: DOMANI CONVOCAZIONE ALL'ARAN. UIL PRONTI ALLA NO STOP

OGGI NELL'ESECUTIVO NAZIONALE UIL SCUOLA IL PUNTO SUL CONTRATTO CON ANTONIO FOCCILLO

Un contratto è un momento di confronto tra parti diverse, bisogna trovare un equilibrio – spiega Pino Turi, parlando oggi all’Esecutivo nazionale della Uil Scuola in vista della stretta negoziale all’Aran – in presenza di rigidità di leggi e risorse disponibili. Si può contrattare quello che c’è, utilizzandole al meglio, mettendo i soldi in tasca ai singoli lavoratori. A quanti chiedono strumentalmente di ‘non firmare’ rispondiamo che stiamo lavorando da un anno a questo contratto e che  ragione fondante del sindacato è superare le difficoltà, trovare soluzioni.
Non siamo disposti ad accettare scenari preconfezionati. Vogliamo essere – aggiunge – un sindacato credibile, rappresentativo, affidabile. Quello che si andrà a negoziare è un contratto con caratteristiche particolari – chiarisce Antonio Foccillo, segretario confederale Uil – perché arriva dopo i dieci anni più bui del pubblico impiego. Ribaltare l’ottica che voleva i sindacati al margine e i temi del lavoro definiti per legge, non sarà un lavoro né facile, né veloce. Siamo convinti – continua Foccillo - che vada superata ogni forma di demagogia e che si debba decidere, affrontando concretamente le questioni. E’ un contratto che ha la sua identità – precisa il segretario generale Uil Scuola – con contenuti e procedure diverse da quello degli statali. E’ questo il punto di forza: non lo stiamo riscrivendo interamente, lo stiamo ridefinendo.  Qui anche la difficoltà: non vogliamo portare un contratto ben scritto – pone l’accento Turi – verso una legge che non funziona (la107). Vogliamo piuttosto fare in modo che attraverso questo contratto si possano superare le rigidità della legge. Ci sono elementi  che intendiamo mettere a punto – aggiunge Turi - menzionando le questioni aperte legate all’utilizzo delle risorse finanziarie, ma anche di innovazione e modernità che vogliamo valorizzare come il ‘diritto alla disconnessione’,  diritto che entra ora per la prima volta nel contratto. Pensiamo ad un modello di scuola e non ad un articolato normativo.  Ciò che intendiamo fare è riportare il contratto al nostro modello di scuola, quello di comunità educante, superando strettoie burocratiche, finanziarie, pregiudizi e preconcetti,  è questo ciò che stiamo facendo. Ci interessa la sostanza delle questioni – mettono in evidenza i segretari Uil - vogliamo delineare un nuovo modello di relazioni sindacali partecipato, dinamico, propositivo, responsabile. Siamo pronti per andare alla no-stop.

CONCORSO DOCENTI ABILITATI: LA SCHEDA

IN ALLEGATO

La scheda relativa allo svolgimento della prova, programma di studio punteggi e altro

DIPLOMATI MAGISTRALI. D'APRILE SEGRETARIO UIL SCUOLA: CI OPPORREMO A EVENTUALI LICENZIAMENTI, SERVE INTERVENTO LEGISLATIVO

E' PERSONALE DIMENTICATO DALLA RIFORMA PER IL QUALE BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE

Giuseppe D’Aprile della segreteria nazionale UIL Scuola è presente al Convegno organizzato da Adida e Mida, al quale partecipano anche numerosi esponenti politici.Ai microfoni di Elisabetta Tonni D’Aprile ha affrontato la questione del precariato nella scuola, soprattutto in relazione ad infanzia e primaria e alle conseguenze della decisione del Consiglio di Stato di non consentire l’inserimento dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 nelle Graduatorie ad esaurimento.“Il precariato – afferma D’Aprile – è molto sentito dalla nostra organizzazione sindacale. Per infanzia e primaria serve una soluzione legislativa.”“Ricordiamo – prosegue il sindacalista – che si tratta di personale dimenticato dalla riforma del reclutamento, per il quale bisogna trovare soluzione”.“Ci opporremo a licenziamento di massa, abbiamo già chiesto il mantenimento del personale in servizio fino alla fine dell’anno scolastico, per tutelare non solo il singolo, ma anche i bambini, le famiglie, la scuola”

CORTE DEI CONTI: LA RIFORMA RENZI UN FALLIMENTO ANCHE SUI NUMERI

PROPONIAMO IL LINK DI OGGI SCUOLA CHE HA PUBBLICATO ALCUNI DATI CON NUMERI IMPIETOSI. IN QUESTO CASO NON E' IL SINDACATO  CHE LO DICE (LO ABBIAMO SEMPRE EVIDENZIATO) MA LE ISTITUZIONI DELLO STATO ITALIANO

La relazione presentata alla VII Commissione della Camera presentata sul rendiconto generale del bilancio dello Stato  sancisce la debacle della legge 107/2015.  Numeri impietosi.  IL LINK

INSEGNANTI PRIVILEGIATI: FAKENEWS ON LINE

PARLARE MALE DEGLI INSEGNANTI E' FACILE. PORTARE A CASE UN BUON CONTRATTO MOLTO DIFFICILE

E' diventata notizia virale in queste ore, una affermazione di Matteo Salvini, ingiusta e offensiva nei confronti degli insegnanti.

[Matteo Salvini: chi fa l'insegnante è un privilegiato perché si fa tre mesi di vacanze... 2017 - Chi fa l'insegnante è un privilegiato, perché si fa tre mesi di vacanze consecutive l'anno, costringendo gli alunni a fare altrettanto. Così Matteo Salvini esordì a Torino per l'incontro di qualche mese fa 'Riprendiamoci il lavoro'. Il leader della Lega Nord senza mezzi termini attaccò i lavoratori del comparto ...] Si tratta di una notizia del 2017 - che non sottrae responsabilità a lui che l’ha detta - ma che porta a riflettere sulle strumentalizzazioni in atto sul versante scuola. Ciò accade in un momento delicato della trattativa per il rinnovo del contratto. Appare quanto mai importante dunque smentire con rapidità, precisione e massima diffusione. DI SEGUITO I TWITTER E UN POST SU FACEBOOK CHE ABBIAMO DIFFUSO E CHE INVITIAMO A CONDIVIDERE:

TWITTER @uilscuolanazio1

#Turi: E’ formidabile come le notizie false, o vecchie, prendano velocità in queste settimane. La polemica vince sul confronto. Fiducia, competenza, dialogo. Questo il nostro #impegno, ogni giorno. Parlare male degli insegnanti è facile. Portare a casa un buon contratto molto difficile. La politica sia rispettosa del valore del #lavoro che si fa a #scuola. @uilscuolanazio1

#fakenews riempiono bacheche scuole e social. Chi non si mette in gioco parla male. Nei momenti cruciali della #scuola arrivano i detrattori. Ora leggenda metropolitana arriva a vigila del rinnovo del #contratto.

Gaffe di @MatteoSalvini  del 2017 [Chi fa l'insegnante è un privilegiato, perché si fa tre mesi di vacanze consecutive l'anno, costringendo gli alunni a fare altrettanto] riappare oggi.  Un falso che serve solo a screditare una categoria che svolge una funzione delicata che non potrà avere effetti positivi se è continuamente delegittimata. Più attenzione alle notizie. Più rispetto per la scuola.

Più attenzione alle notizie. Più rispetto per la scuola.
E’ formidabile come le notizie false, o vecchie, prendano velocità in queste settimane. La polemica vince sul confronto. Fakenews riempiono bacheche scuole e social. Chi non si mette in gioco parla male. Nei momenti cruciali della scuola arrivano i detrattori. Ora, con perfetto tempismo denigratorio leggenda metropolitana arriva a vigila del rinnovo del contratto. Una brutta gaffe di Matteo Salvini , del 2017 [Chi fa l'insegnante è un privilegiato, perché si fa tre mesi di vacanze consecutive l'anno, costringendo gli alunni a fare altrettanto] riappare oggi. 

Un falso che serve a screditare, delegittimare, una categoria che svolge una funzione delicata. Fiducia, competenza, dialogo: questo il nostro impegno, ogni giorno. Parlare male degli insegnanti è facile. Portare a casa un buon contratto molto difficile. La politica sia rispettosa del valore del lavoro che si fa a scuola. Più attenzione alle notizie. Più rispetto per la scuola.

CONCORSO ABILITATI: DOMANDE DAL 20 FEBBRAIO AL 22 MARZO SU ISTANZE ON LINE

IL BANDO NON ANCORA USCITO MA MIUR HA COMUNICATO LE DATE 

Le domande dovranno essere presentate su Istanze on line alle ore 9 del 20 febbraio alle ore 23,59 del 22 marzo 2018.  Il decreto non è stato ancora pubblicato in GU ma le date sono state anticipate dal Miur ai sindacati. La procedura sarà avviata esclusivamente per la scuola secondaria, ed è riservata a coloro che sono in possesso di abilitazione per la classe di concorso richiesta. Nel decreto il Miur chiarirà come potranno partecipare anche i docenti di ruolo. 

PRIMA CONFERENZA NAZIONALE SULL'APPRENDIMENTO PERMANENTE

LE PROPOSTE UIL E UIL SCUOLA (VEDI ALLEGATO)

Serve approccio personale. Occorre realizzare un sistema di certificazione delle competenze, acquisite nei diversi sistemi, che consenta la valorizzazione dei diritti di cittadinanza e i lavoratori.

La prima conferenza nazionale sull’apprendimento permanente si è svolta al Miur lo scorso 24 gennaio. All’appuntamento - promosso dal ministero e dal gruppo di lavoro nazionale per l’apprendimento permanente (formato dalle organizzazioni sindacali, dal forum del terzo settore, dalle rete dei CPIA e dalla rete universitaria per l’AP) - hanno partecipato Guglielmo Loy, segretario confederale UIL e Noemi Ranieri, Uil Scuola, con un ruolo attivo sia durante l’evento sia nella sua progettazione L’intento della conferenza era quello di riunire i diversi soggetti impegnati nel definire strategie che consentano agli adulti di valorizzare il patrimonio di apprendimenti formali, non formali ed informali.

Leggi tutto...

VERSO IL CONTRATTO: DOPO GIORNI DI NON-NOTIZIE FACCIAMO IL PUNTO SULLA TRATTATIVA IN ATTO

TURI: SUPERARE LA DIFFIDENZA DI QUELLI CHE NON SIEDONO AL TAVOLO

Inutile e dannoso fare anticipazioni su materie così delicate e complesse. Riportare alla contrattazione le materie sottratte dalla legge non è impresa facile e ci vuole il tempo giusto di maturazione.

E’ davvero singolare vedere i comunicati stampa di altri soggetti sindacali che non essendo al tavolo della trattativa, immaginano ed anticipano le scelte contrattuali. Evidentemente non sanno come si svolgono le trattative per il rinnovo di un contratto complicato per il solo fatto che è fermo da dieci anni.

E’ bene che si sappia che su questo rinnovo, i sindacati confederali stanno lavorando da anni, prima sottoscrivendo l’accordo con il Governo, poi per attuarlo e  creare le condizioni per riprendere le trattative. Non da ultimo per inserire risorse nella Legge di Bilancio.

Un lavoro difficile che surroga e supera la volontà dei governi che si sono succeduti negli ultimi dieci anni, e che mira a sostituire le leggi con il contratto.

Si tratta di una inversione di tendenza politica che non è certo facile:  trasformare le leggi,  in norme contrattuali, quando il paese è nel bel mezzo di una crisi finanziaria che colpisce i lavoratori, oltre che in una campagna elettorale che non aiuta.

Riportare alla contrattazione le materie sottratte dalla legge non è impresa facile e ci vuole il tempo giusto di maturazione.

Un tempo che si articola in una negoziazione che ha  tempi e procedure, relazioni complicate in rapporto  alle difficoltà che sono oggettive.

Il contratto va chiuso presto, ma bene.

Al momento mancano le risposte che i sindacati hanno posto per la definizione del contratto:
relazioni sindacali, sanzioni disciplinari, utilizzo e contrattazione dei 200 milioni della 107.
Solo da quelle risposte dipende la chiusura del contratto.

Resta il fatto che il continuo e morboso commento a situazioni di cui non si ha contezza, non aiuta certo ad avere le risposte dal Governo che spera sempre in un indebolimento della parte sindacale per alzare continuamente le richieste di parte datoriale.

In un contratto è naturale che le parti tendano ad affermare le loro posizioni.
Si chiude solo se i diversi ed opposti interessi trovano un punto di incontro.
Bene, il punto di incontro che troveremo è quello di un contratto che non riduca i diritti e (ri)dia dignità al lavoro nella scuola che va ben oltre gli aspetti economici.

Certo però, dire che il contratto la gente lo rifiuta, che è un contratto farsa e  subito dopo dire che la firma del contratto è fatta per riscuotere tessere e voti alle RSU, lascia perplessi.

Non è che qualcuno comincia a preoccuparsi che si possa trattare di un buon contratto?

E arriviamo alla cronaca di questi giorni: la definizione di buon contratto è per noi, il migliore nella situazione data, situazione che tutti riconoscono difficile.

Ovviamente, se le risposte saranno deludenti, non firmeremo il contratto e solo allora dovremo mobilitare la categoria che vuole da noi, non proteste e scioperi ma soluzioni concrete.
E’ proprio per questo che stiamo lavorando.

RISORSE ALLE SCUOLE: TRA QUALCHE SETTIMANA ASSEGNATE LE SOMME

LE SCUOLE RICEVERANNO LE SOMME DESTINATE ALLA RETRIBUZIONE ACCESSORIA

Firmato il contratto che assegna le somme per retribuire il personale, attraverso il contratto di scuola

Tra qualche settimana le scuole riceveranno le risorse destinate alla retribuzione accessoria del personale relative all'anno scolastico 2017/18. Lo prevede il contratto firmato in via definitiva tra le Organizzazioni sindacali e l'amministrazione, rappresentata dal Dott. Jacopo Greco, Direttore generale per le risorse umane e finanziarie del MIUR.

La somma complessiva di euro 689,21 milioni è ripartita tra i vari istituti contrattuali tra i quali:

  • le funzioni strumentali;
  • gli incarichi specifici del personale ATA;
  • le attività complementari di educazione fisica;
  • le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti;
  • progetti per aree a rischio a forte processo immigratorio e contro la emarginazione scolastica;

A breve sul sito la scheda di lettura aggiornata, il testo del contratto e la nota a verbale presentata dai sindacati firmatari.

Attachments:
File
Download this file (RISORSE ALLE SCUOLE.doc)RISORSE ALLE SCUOLE.doc

27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA

Risultato immagine per immagine shoah

ANAGRAFE NAZIONALE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA': RICHIESTA UNITARIA DI INCONTRO UREGENTE

IN ALLEGATO LA NOTA UNITARIA

Essendo in essere difficoltà che ci sono state segnalate dalle istituzioni scolastiche per la lavorazione delle pratiche di cui si parla, le scriventi Organizzazioni Sindacali, anche nell’ambito delle interlocuzioni già avviate sulle criticità amministrative e organizzative, chiedono un incontro urgente volto ad affrontare le sopra ricordate difficoltà.

COMUNICAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA: FALSI ALLARMISMI SULLA REGOLAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI ALL'INPS

NON OPERA LA PRESCRIZIONE COSI' COME STABILITO DALLA CIRCOLARE 169 DEL 15 NOVEMBRE 2017. LA UIL SCUOLA E' IN GRADO DI SISTEMARE LA POSIZIONE CONTRIBUTIVA, SENZA ALLARMISMI, LI' DOVE SIA MANCANTE O VI SIANO DELLE ANOMALIE

Il giorno 15 novembre 2017 l’Inps ha diramato la circolare n° 169 con la quale annulla la circolare n° 94 del 31 maggio 2017. In sostanza, la 169 chiarisce che la prescrizione per i contributi non presenti nella banca dati Inps dal 1° gennaio 2019 scatta per gli insegnanti elementari e degli asili iscritti nella cassa CPI (Cassa Pensioni Insegnanti di asilo e scuole elementari parificate) e non per tutto il personale della scuola e del pubblico impiego, iscritti alla cassa CTPS (Cassa Trattamenti Pensione Stato). In realtà, la 169 ha stabilito che, ancorchè all’epoca dell’entrata in vigore della Legge n° 610/52 i dipendenti dello stato non rientravano nell’ambito applicativo della sopra citata legge, vi sono rientrati a pieno titolo a seguito della istituzione della CTPS presso il disciolto INPDAP, ritenendo applicabile il regime previsto dall’art. 31 della L. 610/52.

In definitiva, per i lavoratori iscritti alla CTPS (a cui appartiene il personale della scuola), qualora non si trovassero contributi relativi a determinati periodi svolti nella pubblica amministrazione, sarà l’Amministrazione che si farà carico della copertura delle mancanze retributive. La prescrizione, pertanto, non opera di fatto per il personale della scuola e del pubblico impiego in quanto c’è l’obbligo del datore di lavoro che è chiamato a sostenere l’onere del trattamento di quiescenza.

E’ nostra intenzione, comunque, provvedere nel più breve tempo possibile a segnalare all’Inps le anomalie che i lavoratori riscontreranno nei loro estratti contributivi e a sistemare la situazione contributiva mediante utilizzo del pin identificativo Inps della/del interessata/o. Ma tutto ciò con una serenità di fondo in quanto non opera la prescrizione.

Il personale della scuola necessita di certezze e tranquillità ed è compito del sindacato darle. Riteniamo, dunque, irresponsabile il comportamento di quei sindacati e di coloro che seminano  “allarmismo psicologico” (anche attraverso social e rete) nel personale della scuola facendo prevedere chissà quale disastro a livello pensionistico e facendolo piombare in un clima di apprensione.

Se poi vi sia un utilizzo della materia, che ci rifiutiamo di credere,  per fini elettorali (vedi le elezioni Rsu) la cosa assumerebbe contorni molto discutibili e non commentiamo oltre.

Come Uil Scuola stiamo effettuando da tempo degli incontri di formazione interregionali per informare correttamente la categoria e dare gli strumenti per una sistemazione dell’estratto contributivo qualora ce ne fosse bisogno. Le nostre strutture si stanno predisponendo ad accogliere, verificare e sistemare le posizioni contributive senza allarmismi e con la consueta attenzione verso il personale della scuola

Si allega la circolare Inps

CRESCE MOLTO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI NEI SINDACATI:

E' QUANTO EMERGE DAL SONDAGGIO ANNUALE DI DEMOS SU "GLI ITALIANI E LO STATO".

Turi: all’Aran arriva un monito dalla società ben più forte di qualunque atto di indirizzo. Dovrebbe consigliare all’agenzia di contrattazione maggiore disponibilità e confronto di merito. 

Dopo il Papa e le forze dell’ordine, la scuola è saldamente al terzo posto nella fiducia degli italiani nelle istituzioni: è quanto emerge nel sondaggio annuale di Demos su ‘gli italiani e lo Stato’. Nello stesso sondaggio si vede che, nella fiducia degli italiani, salgono le organizzazioni sindacali,  mentre è sempre più bassa quella dei partiti che sono all’ultimo posto.  E’ facile desumere che quanti profetizzavano la discesa, fino alla scomparsa, del ruolo di intermediazione sociale delle forze sindacali si dovranno ricredere – commenta il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi.  Ci auguriamo, e su questo saremo ancora più intransigenti nelle nostre rivendicazioni  – aggiunge Turi -  che i lavoratori, al di là delle facili strumentalizzazioni, delle false notizie organizzate ad arte, continuino a darci la loro fiducia.  Ciò deve valere ancora di più per il personale della scuola che rappresenta ed interpreta un modello di scuola libera, democratica e partecipata che gli italiani mostrano di riconoscere come elemnto positivo, riponendo in modo significativo e stabile, proprio nel nostro sistema di istruzione, la loro fiducia.  La scuola, si rivela, ancora una volta, istituzione solida in un quadro più generale di sfiducia. Nella contesa elettorale, sarà certamente al centro del dibattito.  All’Aran che è impegnato in un duro scontro con i sindacati per il rinnovo del contratto di lavoro – osserva il segretario generale della Uil Scuola –  arriva un monito dalla società,  ben più forte di qualunque atto di indirizzo,  che  dovrebbe consigliare maggiore disponibilità e confronto di merito.  Ai  partiti politici, di maggioranza e di opposizione, chiediamo interventi concreti a sostegno di tutte le professionalità che la compongono. Bisogna smettere di utilizzarla – conclude Turi  - come terreno di scontro politico.

Altri articoli...

  1. CEDOLINI GENNAIO: MANCATA APPLICAZIONE DEL GRADONE (SCATTO DI ANZIANITA')
  2. INDICAZIONI OPERATIVE PENSIONAMENTI 2018
  3. CONTRATTO: MESSAGGI FALSI E FALSA PROPAGANDA
  4. DIRITTO ALLO STUDIO: PERMESSI RETRIBUITI 2018
  5. CONTRATTO: RIUNIONE ALL'ARAN DEL 17 GENNAIO
  6. VERTENZA DIPLOMATI MAGISTRALI: INCONTRO CON L'USR DEL LAZIO
  7. VALUTAZIONE, CERTIFICAZIONE COMPETENZE ED ESAMI DI STATO
  8. CORSO DI FORMAZIONE: SCUOLA E SOCIETA'
  9. CONTRATTO; REPORT DELL'INCONTRO ALL'ARAN DEL 15 GENNAIO
  10. VISITE FISCALI: COSA CAMBIA DAL 13 GENNAIO
  11. CONTRATTO SCUOLA: ANCORA NON CI SIAMO
  12. DIPLOMATI MAGISTRALI. TURI: NON CI SARA' LICENZIAMENTO DI MASSA
  13. VISITE FISCALI: NUOVO REGOLAMENTO IN VIGORE DAL 13 GENNAIO 2018
  14. CONTRATTO SCUOLA: OGGI SECONDO INCONTRO ALL'ARAN. CHIESTO UN CALENDARIO SERRATO DI INCONTRI
  15. DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO: DELIBERA DELLA GIUNTA REGIONALE
  16. DIPLOMATI MAGISTRALI E SENTENZA CONSIGLIO DI STATO: CONVOCATI AL MIUR I SINDACATI
  17. CONTRATTO SCUOLA: RIPARTE IL 2 GENNAIO LA TRATTATIVA
  18. ATA: GLI INCARICHI FINO AD AVENTE DIRITTO VANNO PROROGATI FINO AL 31 AGOSTO O 30 GIUGNO SECONDO LA TIPOLOGIA DI POSTO
  19. FIRMATA INTESA CONTRATTO SU MOBILITA' 2018/19: PROROGATO IL CONTRATTO DEL PRECEDENTE ANNO
  20. DIPLOMATI MAGISTRALI 2001/2002:SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO SFAVOREVOLE. TURI: SERVE UNA SOLUZIONE POLITICA. QUESTO SUCCEDE QUANDO SI DELEGA ALLA MAGISTRATURA LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI
  21. PERMESSI RETRIBUITI PER MOTIVI DI STUDIO 2018: ELENCHI PROVVISORI
  22. GRAVISSIMO STALLO SUL CONTRATTO
  23. CONTRATTO: LA TRATTATIVA E' IN UN PERICOLOSO STALLO
  24. NUOVA DIRETTIVA TRIENNALE SULLA VALUTAZIONE DEL SISTEMA IN ATTUAZIONE DEL DECRETO 80/2013
  25. ALTERNANZA "ETICA" SCUOLA LAVORO NELLA UIL
  26. MANIFESTO PER LA SCUOLA: IL VIDEO DI BARBIANA
  27. ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: PROTOCOLO D'INTESA MIUR UIL
  28. ILLEGITTIMA L'ESCLUSIONE DEI DOCENTI DI RUOLO DALLE PROCEDURE CONCORSUALI
  29. CONTRATTO SCUOLA. LA DENUNCIA DELLA UIL SCUOLA
  30. CONGRESSO REGIONALE: ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI
  31. IL 14 DICEMBRE ASSEMBLEA PUBBLICA DELLA SCUOLA DAVANTI MONTECITORIO
  32. MOBILITA': NEL CONFRONTO CON IL MIUR POSIZIONI ANCORA DISTANTI
  33. PROBLEMATICHE ATA: IL CONFRONTO DA QUALCHE FRUTTO MA SERVE IMPEGNO SERIO DA PARTE DEL MIUR
  34. MOBILITA': URGENTE UN CONTRATTO PONTE
  35. 2° INCONTRO PER NEO ASSUNTI: LA DATA VERRA' COMUNICATA
  36. BANDO CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI: NOTA DI LETTURA
  37. DAL MANIFESTO PER UNA SCUOLA APERTA A TUTTI AL RINNOVO DEL CONTRATTAO
  38. PACCHETTO RECUPERO 24 CFU. CONVENZIONE UNIPEGASO
  39. DECRETO PENSIONAMENTO 2018
  40. CONCORSO DIRIGENTE SCOLASTICO: IL BANDO
  41. ART.59 DEL CONTRATTO: LE SUPPLENZE ATA FINO AD AVENTE DIRITTO VERRANNO TRASFORMATE IN ANNUALI
  42. MANIFESTO PER LA SCUOLA CHE VOGLIAMO: FIRMA ANCHE TU
  43. PRESCRIZIONE QINQUENNALE DEI CONTRIBUTI INPS: NON SI APPLICA AI DIPENDENTI DELLA SCUOLA
  44. VERSO IL NEGOZIATO CONTRATTUALE. CONVOCAZIONE ALL'ARAN IL 9 NOVEMBRE
  45. RINNOVO DEL CONTRATTO: ASSEMBLEE TERRITORIALI UNITARIE
  46. EMANATO L'ATTO DI INDIRIZZO PER IL NUOVO CONTRATTO DELLA SCUOLA
  47. VIGILANZA DEGLI ALUNNI: LA SCHEDA UIL SCUOLA E I MATERIALI DI APPROFONDIMENTO
  48. NEOASSUNTI: INCONTRO PER ANNO DI PROVA 6 NOVEMBRE ORE 15,00 I.C. FROSINONE 1°
  49. NUOVA OFFERTA FORMATIVA IRASE FROSINONE 2017/2018
  50. OFFERTA FORMATIVA IRSAF-UNITELMA LA SAPIENZA
  51. INCONTRI AL MIUR SU ADEGUAMENTI PTOF
  52. 24 CFU: CONVENZIONE IRASE - UNIPEGASO PER IL CONSEGUIMENTO. OFFERTA ANCHE PER IL RECUPERO DEGLI ESAMI SINGOLI
  53. FORMAZIONE DEL PERSONALE SCOLASTICO: FACCIAMO IL PUNTO CON I CHIARIMENTI NECESSARI
  54. INCURSIONE DEL MIUR SULLA PROGETTUALITA' FORMATIVA NELLE SCUOLE
  55. RINNOVO DEL CONTRATTO: LA PAZIENZA E' FINITA
  56. FIS: TUTTI PARAMENTRI PER CALCOLARE LE RISORSE DELLE SINGOLE SCUOLE
  57. ATA: SBLOCCATA UNA DIFFICILE VERTENZA
  58. PREVIDENZA E RICOSTRUZIONE DI CARRIERA
  59. LICEI MUSICALI: PER LA UIL SUPERFICIALE E SBAGLIATA LA RIDUZIONE DI ORE OPERATA DAL MINISTRO
  60. DECRETO PER IL SERVIZIO INTEGRATO DEI BAMBINI DA 0 A 6 ANNI
  61. GAE ESAURITE IN PROVINCIA DI FROSINONE
  62. COME FUNZIONERA' IL FIT. FORMAZIONE INIZIALE E RECLUTAMENTO. I CFU
  63. RICOSTRUZIONE DI CARRIERA: NUOVE MODALITA' DI GESTIONE DELLE DOMANDE
  64. INCARICHI DI REGGENZA 2017/18 PROVINCIA DI FROSINONE
  65. DATI EURSTAT: IN ISTRUZIONE SPENDIAMO LA META' DI GERMANIA E FRANCIA
  66. INCARICHI DI DIRIGENZA SCOLASTICA PROVINCIA DI FROSINONE
  67. VACCINAZIONI DEL PERSONALE SCOLASTICO: INAPPLICABILI LE DISPOSIZIONI
  68. CHIARIMENTI APE SOCIAL
  69. RISULTATI PROVE INVALSI 2017: L'ANALISI STANDARDIZZATA NON LEGGE LA COMPLESSITA' DEL NOSTRO SISTEMA D'ISTRUZIONE
  70. ASSEGNAZIONI PROVVISORIE E UTILIZZAZIONI: SCHEDA TECNICA E VADEMECUM OPERATIVO
  71. SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO: POSSIBILE COSTITUIRE COE ANCHE TRA AMBITI DIVERSI
  72. RUOLO, FUNZIONE E PRESTIGIO: PAROLE CHIAVE PER APRIRE UN NUOVO DIALOGO CON GLI INSEGNANTI
  73. MOVIMENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO
  74. DOTAZIONI ORGANICHE ATA: LA UIL CHIEDE GARANZIE PER I LAVORATORI E CERTEZZA PER LE SCUOLE
  75. UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE. FISSATE LE DATE
  76. PASSAGGI DA AMBITO A SCUOLA DOCENTI TRASFERITI SU AMBITO. ASSUNZIONI IN RUOLO: ISTRUZIONI OPERATIVE
  77. CONTRATTO: PARTITO OGGI IL CONFRONTO ALL'ARAN
  78. TURI: TORNARE AD INVESTIRE NELLA SCUOLA PUBBLICA. ATTENZIONE ALLE DERIVE PRIVATISTICHE PRONTE A FARE BUSINESS CON L'ISTRUZIONE
  79. GRADUATORIE D'ISTITUTO: PROROGA VALUTAZIONE PER LE SCUOLE E DIFFERIMENTO MODELLO B
  80. L'ALTERNANZA ETICA: AL VIA L'INDAGINE UIL SCUOLA SU ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
  81. UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE: FIRMATO IL CONTRATTO
  82. DACIA MARAINI: LA SCUOLA SOPRAVVIVE GRAZIE AI PROF MOTIVATI
  83. MOVIMENTI SCUOLA DELL'INFANZIA
  84. GRADUATORIE D'ISTITUTO: LE FAQ UFFICIALI DEL MIUR
  85. RIUNIONE MINISTRO - SINDACATI SU ATTO DI INDIRIZZO. VALORIZZARE LA FUNZIONE DOCENTE E' LA VERA SFIDA DEL NUOVO CONTRATTO
  86. GAE: AGGIORNAMENTO ESCLUSIVAMENTE PER MOTIVI SPECIFICI. SCADENZA L'8 LUGLIO
  87. PUBBLICATI I MOVIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA PER A.S. 2017/18
  88. UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE: NON CI POSSONO ESSERE RESTRIZIONI PER NESSUNO
  89. CHIARIMENTI SU APE SOCIALE IN RELAZIONE ALLE MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
  90. AVVISO DATA DI POSTICIPO MOVIMENTI SCUOLA PRIMARIA
  91. FAQ AGGIORNAMENTO GRADUATORIE D'ISTITUTO
  92. FORMAZIONE E PIATTAFORMA SOFIA
  93. PROSPETTI DISPONIBILITA' PER LA MOBILITA' PROFESSIONALE NEI LICEI MUSICALI
  94. AGGIORNAMENTO E INSERIMENTO GRADUATORIE D'ISTITUTO II E III FASCIA
  95. AGGIORNAMENTO GRADUATORIE DOCENTI DI II E III FASCIA
  96. INFORMATIVA SUGLI ORGANICI PROVINCIA DI FROSINONE
  97. BONUS 500 EURO: SI POTRANNO CUMULARE LE MANCATE SPESE DEL CORRENTE ANNO CON QUELLE DELL'ANNO PROSSIMO
  98. CALENDARIO SCOLASTICO DEL LAZIO 2017/18
  99. ESECUTIVO NAZIONALE UIL SCUOLA: LA PRIORITA' E' IL RINNOVO DEL CONTRATTO
  100. CORSI EIPASS E LIM PER ISCRITTI UIL SCUOLA
  101. DECRETI LEGISLATIVI EX LEGGE 107
  102. LICEI MUSICALI: ESITO INCONTRO MIUR
  103. ENTRA NELLA FASE CRUCIALE TUTTA LA PARTITA DELLA DETERMINAZIONE DEGLI ORGANICI
  104. CONVEGNO "RIFUGIATI E MIGRANTI L'INCLUSIONE SCOLASTICA POSSIBILE"
  105. LINEE GUIDA UNITARIE PER L'APPLICAZIONE DEL CCNI RIGUARDANTE L'ASSEGNAZIONE ALLE SCUOLE DEI DOCENTI TITOLARI SU AMBITO
  106. BENE 52.000 ASSUNZIONI MA SI POTEVA FARE DI PIU'
  107. DENUNCIA UIL: DUE MAESTRE VINCONO UN PREMIO CON LA LORO CLASSE MA NON POSSONO ANDARE A RITIRARLO
  108. CONVENZIONE UIL SCUOLA DIMENSIONE RIPOSO FIUGGI. SCONTI DEL 30% ISCRITTI UIL SCUOLA
  109. ASSUNZIONI: 52.000 IN CATTEDRA DAL 1 SETTEMBRE. SCIOLTO IL NODO CON IL MEF
  110. MOBILITÀ: IL MIUR DECIDE DI NON DECIDERE E RIMANDA IL PROBLEMA
  111. CHIAMATA DIRETTA: INTERVISTA A D'APRILE SU ORIZZONTE SCUOLA "CONTRATTO RICONSEGNA POTERI AI COLLEGI DOCENTI"
  112. SOGGIORNO DI STUDO YAD VASHEM 2017
  113. INACCETTABILE IPOTESI MIUR SU ORGANICO A RATE
  114. MOBILITA' ATA: MODIFICA DEI TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
  115. GRADUATORIE ATA 1 E 2 FASCIA: FISSATE LE DATE PER LA SCELTA DELLE SCUOLA
  116. PERSONALE EDUCATIVO: INCONTRO DELLA UIL SCUOLA CON IL DIRETTORE GENERALE PALUMBO
  117. RISORSE ALLA SCUOLA: QUANDO LA BUROCRAZIA SOFFOCA LA SCUOLA
  118. CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA: LE VIDEO INTERVISTE. LA TAVOLA ROTONDA CON TURI, BARBAGALLO E IL MINISTRO FEDELI
  119. CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA: UN PASSO DECISIVO VERSO IL CAMBIAMENTO E VERSO LA MODERNITÀ
  120. RAGIONERIA AMMETTE: PERSONALE DELLA SCUOLA PIU' POVERO TRA GLI STATALI
  121. RICHIESTA INCONTRO SU FINANZIAMENTO ALLE SCUOLE
  122. MOBILITÀ DOCENTI E PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA: LA SCHEDA UIL SCUOLA
  123. MOBILITA' 2017/18: IL VADEMECUM UIL SCUOLA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA
  124. TFA SOSTEGNO: LE PROVE IL 25 E 26 MAGGIO
  125. MOBILITÀ 2017/18: IL CONTRATTO E LA SCHEDA DI DETTAGLIO
  126. ASSUNZIONI DOCENTI: NECESSARI 25.000 POSTI PER EVITARE GLI STESSI ERRORI DELLO SCORSO ANNO
  127. FIRMATO CONTRATTO SULLA MOBILITA' CONGIUNTAMENTE AL PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA. LE DATE
  128. 730/2017 GRATUITO PER GLI ISCRITTI UIL SCUOLA
  129. DECRETI ATTUATIVI LEGGE 107: LA NOSTRA VALUTAZIONE È LEGATA ALLA RICADUTA SULLE PERSONE
  130. DALLA PARTE DEGLI ATA: NUOVO INCONTRO AL MIUR
  131. PRONTI ALLA MOBILITAZIONE PER USCIRE DA UN'IMPASSE INSOSTENIBILE
  132. DOCENTI: POSSIBILI 25.000 ASSUNZIONI MA IL MEF TEMPOREGGIA E NON DECIDE
  133. PROGETTAZIONE DEI PON: IL SUPPORTO DI IRASE FROSINONE ALLE SCUOLE
  134. PER L'OCSE ORA LA SCUOLA ITALIANA E' QUELLA BRAVA E INCLUSIVA
  135. MOBILITA' SI ALLUNGANO I TEMPI PER LA SOTTOSCRIZIONE
  136. MOBILITA' FERMA. TURI: COLPA DI UNA POLITICA RAGIONIERISTICA
  137. GRADUATORIE D'ISTITUTO DOCENTI E ATA. A FINE APRILE LA PUBBLICAZIONE DEI DECRETI
  138. TFA SOSTEGNO: CORSO DI PREPARAZIONE ON LINE
  139. RETI DI AMBITO: IMPOSTE DALL'ALTO SEBBENE NON OBBLIGATORIE
  140. VERTENZA MOBILITÀ DOCENTI 2016/17: IL GIUDICE ORDINA AL MIUR DI RILASCIARE L'ALGORITMO
  141. INCONTRI AL MIUR: AGGIORNIAMO SU LE TEMATICHE AFFRONTATE
  142. TURI: SOLDI ALLE PRIVATE. OGNI VOLTA UN NUOVO ANNUNCIO
  143. NUOVO SISTEMA DI RECLUTAMENTO SCUOLA SECONDARIA: APPROVATO IL PARERE DELLA VII COMMISSIONE CULTURA DELLA CAMERA
  144. TFA SOSTEGNO: SOSPESA L'EMANAZIONE DEI BANDI E RINVIATE LE DATE DELLE PROVE D'ACCESSO
  145. TFA SOSTEGNO: PROVE SELETTIVE IL 19 E 20 APRILE
  146. DALLA PARTE DEGLI ATA. OGGI L'ATTIVO NAZIONALE A ROMA
  147. ATA 24 MESI: I BANDI DEL LAZIO PER A.S. 2017-2018
  148. ESAMI DI STATO 2017: APERTE LE FUNZIONI PER PRESENTARE LA DOMANDA DI PRESIDENTE E COMMISSARIO ESTERNO
  149. DOCENTI: LE DOMANDE DI PENSIONAMENTO PER GRADI DI SCUOLA E CLASSI DI CONCORSO
  150. ATA: LE DOMANDE DI PENSIONAMENTO IN PROVINCIA DI FROSINONE
  151. ATA 24 MESI: MODELLI DI DOMANDA
  152. DOMANDA DI PART TIME: RICORDIAMO CHE LA SCADENZA È IL 15 MARZO
  153. INCONTRO AL MIUR SULLA MOBILITÀ: PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA OCCORRE ANCORA UN PASSAGGIO DI CHIARIMENTO POLITICO
  154. CORSI EIPASS E LIM APERTE LE ISCRIZIONI
  155. RINNOVARE LA PASSWORD SU ISTANZE ON LINE
  156. ATA 24 MESI: ENTRO IL 20 MARZO I BANDI REGIONALI
  157. TRATTENUTA ENAM: LA PROPOSTA DELLA UIL SCUOLA È QUELLA DI DESTINARLA ALLA PREVIDENZA INTEGRATIVA
  158. 6 e 7 MARZO CONVEGNO INTERNAZIONALE PATROCINATO DA IRASE FROSINONE
  159. BANDO INPSINSIEME 2017: UN OPPORTUNITÀ PER I FIGLI DEGLI ISCRITTI UIL SCUOLA
  160. CORSO PER CERTIFICAZIONE COMPETENZE INFORMATICHE: EIPAS (PATENTE EUROPEA) E EIPASS + LIM
  161. ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: CHIARIMENTI INTERPRETATIVI
  162. BONUS FORMAZIONE DOCENTE: DALLA CARD ALL'APP TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE
  163. RAPPORTO UE SULL'ISTRUZIONE
  164. LA SCUOLA A PROVA DI PRIVACY: LA GUIDA DEL GARANTE
  165. PROGETTI PON: PROGETTI DI INCLUSIONE E LOTTA AL DISAGIO E PER GARANTIRE L'APERTURA OLTRE L'ORARIO DI SCUOLA
  166. DIRITTO ALLO STUDIO 2017. IL MODELLO DI DOMANDA
  167. CORSO DI INGLESE CERTIFICAZIONE LCCI B1 E B2
  168. OSSERVAZIONI UIL SCUOLA SULL'UTILIZZO FUNZIONALE DELL'ORGANICO DELL'AUTONOMIA
  169. IRASE FROSINONE: OFFERTA FORMATIVA PER LE SCUOLE
  170. EURYDICE 2016/SCUOLA: DECOLLANO I SALARI IN TUTTA EUROPA. SOLO L'ITALIA RESTA AL PALO
  171. PREVIDENZA: ANALISI E COMMENTO VERBALE SIGLATO DAL GOVERNO E SINDACATI
  172. ORGANICO DELL'AUTONOMIA: LA SCHEDA DI DETTAGLIO DELLA UIL SCUOLA
  173. 36 MESI E SUPPLENZE: IL CALCOLO SI FA DA SETTEMBRE 2016
  174. CHIAMATA DIRETTA: LA UIL PER RICORSO LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE
  175. CORSO DI FORMAZIONE DI IRASE: PSICOLOGIA DEI PROCESSI COMUNICATIVI E RELAZIONALI
  176. PASSAGGIO DEI DOCENTI DA AMBITO A SCUOLE: LE INDICAZIONI OPERATIVE DEL MIUR
  177. RICONOSCIUTO DAL TRIBUNALE DI FROSINONE IL TRASFERIMENTO INTERPROVINCIALE PER ASSISTENZA AL GENITORE (L. 104) CON HANDICAP GRAVE
  178. BONUS DOCENTI: INVITO UNITARIO AI DIRIGENTI PER UN'INTESA
  179. CORSO PER CERTIFICAZIONE COMPETENZE INFORMATICHE: EIPAS E LIM
  180. LINEE UNITARIE DI ORIENTAMENTO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELL'ORGANICO PER IL POTENZIAMENTO
  181. EDUCAZIONE ALIMENTARE: CORSO DI FORMAZIONE GRATUITO PER DOCENTI
  182. DOCUMENTO DI FORTE CRITICA ALL'OPERATO DELL'USR E DEL SUO DIRETTORE
  183. UNA GRANDE AFFERMAZIONE DELLA UIL SCUOLA ALLE ELEZIONI RSU
  184. REINSERIMENTO IN GAE: ACCOLTO CON SENTENZA IL RICORSO DELLA UIL SCUOLA DI FROSINONE
  185. ELETTO IL NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL SCUOLA DI FROSINONE

Informazioni aggiuntive