NOTIZIE DAL TERRITORIO

CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA: LE VIDEO INTERVISTE. LA TAVOLA ROTONDA CON TURI, BARBAGALLO E IL MINISTRO FEDELI

Conferenza di organizzazione Uil Scuola. Nella foto l'intervento del Segretario di Frosinone Roberto Garofani. In allegato intervento conclusivo di Pino Turi

Il video integrale della tavola rotonda con Pino Turi, Valeria Fedeli, Carmelo Barbagallo >>>

http://www.uilweb.tv/webtv/default.asp?ID_VideoLink=4541

IL servizio sulla conferenza e le interviste della UilwebTV >>>

http://www.uilweb.tv/webtv/default.asp?ID_VideoLink=4542

La notizia sul sito UIL >>>

http://www.uil.it/NewsSX.asp?ID_NEWS=859&Provenienza=2

CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA: UN PASSO DECISIVO VERSO IL CAMBIAMENTO E VERSO LA MODERNITÀ

"NELLE SCUOLE TRA LA GENTE" IL TEMA SCELTO PER LA CONFERENZA

Oltre 700 Rsu , delegati, quadri sindacali, provenienti da tutta Italia, hanno partecipato alla conferenza, che per il sindacato scuola, rappresenta l’appuntamento operativo  di mid-term tra un congresso e l’altro.  Un appuntamento importante di democrazia, dibattito, confronto, idee, scelte. Nei due giorni di lavori si è discusso di scuola reale, quella vissuta in questi giorni dagli insegnati coinvolti nei trasferimenti, di assunzioni, le 25 mila posti che la Uil Scuola chiede per risolvere la questione degli organici, ma anche di contratto e di stipendi. Il sistema scolastico deve essere riportato  alla sua funzione quella stabilita dalla costituzione che la qualifica come funzione e non servizio – ha detto ancora Turi anticipando uno dei temi centrali della Conferenza Uil Scuola -  una funzione alta che ha il compito di trasformare i sudditi in cittadini. Ben  15mila iscritti in più dal 2013, più di 128 mila voti raccolti nelle ultime elezioni del 2015, con un valore  voto per iscritto di 1,50 – sono alcuni dei dati forniti da Noemi Ranieri, segretario organizzativo della Uil Scuola nella sua relazione. I numeri di un sindacato scuola in buona salute, che cresce nei consensi grazie alle idee, alle proposte e alle scelte fatte in questi anni: con  oltre 7mila RSU elette nelle scuole, con un incremento pari all’1,70% rispetto al 2012, e soprattutto unico sindacato confederale   che ha incrementato il dato costantemente,  fino al 16,04% dal 2000. Il rapporto di lavoro non può essere deciso unilateralmente dal Governo, ma richiede una definizione condivisa, pattizia, per decidere nuove relazioni sindacali,  opportunità diverse, riconoscere il lavoro, ridefinirne i carichi,  le  progressioni economiche: sono questi i temi con cui  ridare dignità ai professionisti della scuola – ha detto ancora Ranieri. La contrattazione è essenziale. Il dialogo è lo strumento per la   soluzione condivisa ai problemi, contro chi intende cancellare i diritti contrabbandati per bonus, premi, una tantum, promesse e chimere. La contrattazione è invece il luogo dove le parti condividono percorsi che lascino la libertà ad ognuno di avvalersi del frutto del proprio lavoro, che solo l’intermediazione sindacale rende possibile. Un milione di lavoratori della scuola chiede il rinnovo dopo anni di attesa, ormai insostenibile – è questa una delle questioni centrali sollevate nel corso degli interventi. C’è un’emergenza retributiva che non va sottaciuta -   ha ribadito Turi –  né occultata con polemiche ormai datate come quella del merito. Se ne potrà parlare aprendo il contratto e mettendo le risorse aggiuntive necessarie.

RAGIONERIA AMMETTE: PERSONALE DELLA SCUOLA PIU' POVERO TRA GLI STATALI

TURI: È EMERGENZA RETRIBUTIVA. CAMBIARE ROTTA

Uil: il contratto è lo strumento chiave. Servono risorse specifiche.

Se la continuità didattica deve essere la bussola per fare le scelte che riguardano la scuola, occorre coerenza da parte del Governo – così Pino Turi, giunto a Castellaneta per la Conferenza di organizzazione del sindacato scuola. La continuità didattica viene garantita – spiega Turi - innanzitutto con l'eliminazione dell'organico di fatto, che è la causa principale del balletto dei docenti tra le classi. E’ attraverso il contratto che troveremo le ulteriori regole per garantire la continuità di insegnamento. Questo a partire da un organico stabile. Senza considerare – aggiunge Turi - l'immensa mole di lavoro amministrativo che  si risparmierebbe. In questo modo, attraverso un organico stabile, da un lato si garantirebbe l'avvio dell'anno scolastico dall’altro si ridurrebbe, e di molto, la supplentite. Il perché non si è mai fatto, va addebitato alla tradizionale forma di gestione finanziaria,  incardinata nel ministero nel Tesoro che non ha mai tenuto conto delle diseconomie provocate dalle scelte finanziarie che, sostanzialmente sono molto spesso state, in funzione di una malcelata diffidenza nei confronti del Miur. Il risultato di questo modo di procedere ha determinato negli anni non solo un comparto che oggi è all’ultimi posto della scala retributiva dei pubblici dipendenti, al punto da portare la Ragioneria generale dello Stato  a definire, quello della scuola, il ‘comparto povero’. Sul versante della qualità dell’istruzione l’effetto è quello di scaricate sul personale, sugli alunni e sulle famiglie, scelte dettate da criteri di risparmio.
Forse è arrivato il momento di cambiare strada, magari chiamandola riforma.

RICHIESTA INCONTRO SU FINANZIAMENTO ALLE SCUOLE

Al Direttore Generale delle Risorse Umane e Finanziarie 

                                                         Dott. Jacopo Greco MIUR 

 

Oggetto: Richiesta incontro su finanziamenti alle scuole e funzionalità amministrativa. 

 

Con la presente si sollecita la convocazione di un incontro relativo alle seguenti questioni: 

- Assegnazione alle scuole dei fondi del bonus 2016/17 

- Disponibilità su cedolino unico delle singole scuole dei fondi MOF 2016/17 

- Restituzione su cedolino unico delle singole scuole dei fondi residui MOF 2015/16 

- Restituzione su cedolino unico delle scuole dei fondi del bonus 2015/16 

- Pagamento personale art 86 CCNL Scuola 

- Sperimentazione help desk 

- Nuovo Regolamento di contabilità 

 

In attesa di riscontro si coglie l'occasione per porgere Cordiali saluti. 

 

Francesco Sinopoli    Maddalena Gissi    Giuseppe Turi    Marco Paolo Nigi 

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL-2.doc)INFORMATICONUIL-2.doc

MOBILITÀ DOCENTI E PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA: LA SCHEDA UIL SCUOLA

LA SCHEDA IN ALLEGATO

La firma dell’accordo relativo al passaggio da ambito a scuola, sottoscritto contestualmente a quello più generale della mobilità, rappresenta un risultato di grande importanza non solo e non tanto per gli aspetti di merito che vanno a risolvere i problemi del personale, ma ridanno quella dignità professionale che l’impostazione della legge 107 nega. Un accordo lungo e sofferto che prede le mosse dall’accordo del 30 novembre tra Governo e Sindacati che il neo ministro dell’Istruzione, Valeri Fedeli sta anticipando ed attuando concretamente: si riportano nell’alveo della contrattazione, le materie proprie che attengono ai diritti ed obblighi lavorativi che, in questi anno sono stati messi in discussione da un neo dirigismo legislativo anacronistico ed inefficiente, come i fatti hanno dimostrato. E’ la strada giusta che, con caparbietà e determinazione, abbiamo intrapreso sapendo che per non avere “il fiato corto” anche il sindacato si deve attrezzare, cambiando rapidamente, per la tutela dei lavoratori, della loro dignità e per salvaguardare il valore della scuola statale, quella laica e di tutti. Il merito degli accordi sarà per noi la bussola per percorrere la strada che rappresenti le persone ed in particolare i lavoratori della scuola che hanno dimostrato senso del dovere, abnegazione nei confronti degli alunni e delle famiglie, anche quando la politica e la (precedente)  governance ministeriale, ha adottato misure che si sono  caratterizzate per la profonda sfiducia, nei confronti di chi svolge una difficile funzione come quella educativa. Con questo accordo abbiamo rimesso sui giusti binari la locomotiva deragliata delle 107/ 2015, resta da stabilire il percorso che non può che essere quello di (ri)dare valore e funzione all’autonomia con lo strumento della contrattazione e del confronto che realizza regole condivise che solo il contratto può definire.

MOBILITA' 2017/18: IL VADEMECUM UIL SCUOLA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

IN ALLEGATO GUIDA REALIZZATA DALLA UIL SCUOLA IN COLLABORAZIONE CON ORIZZONTE SCUOLA

un dettagliato vademecum con tutte le indicazioni utili per la compilazione della domanda di trasferimento provinciale e/o interprovinciale. Per la UIL Scuola hanno collaborato Giuseppe D’Aprile e Paolo Pizzo, per OrizzonteScuola Giovanna Onnis.

Alle domande dovrà essere allegata, quindi, la seguente documentazione:

  • dichiarazione dei servizi
  • autodichiarazione dei titoli e per chi ha i requisiti necessari:
  • dichiarazione relativa al punteggio aggiuntivo (bonus 10 punti)
  • dichiarazione servizio continuativo
  • certificazione medica attestante i requisiti per beneficiare delle precedenza con legge 104/92 o di altre precedenze previste dal CCNI, in particolare dall’art. 13;
  • documentazione del rapporto di parentela e dell’assistenza con carattere di unicità;
  • documentazione per usufruire delle maggiorazioni di punteggio derivanti da esigenze di famiglia.
  • Ogni altra documentazione/autocertificazione comprovante quanto dichiarato nel modulodomanda.

TFA SOSTEGNO: LE PROVE IL 25 E 26 MAGGIO

PUBBLICATO IL DECRETO (LINK). AUMENTATI ANCHE I POSTI A CONCORSO PER ALCUNI ATENEI

L’articolo 1, comma 5, del DM 10 marzo 2017, n. 141 indicato in premessa è modificato nel senso che le date di svolgimento dei test preliminari per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno, individuate nei giorni 19 e 20 aprile 2017, sono posticipate ai giorni 25 e 26 maggio 2017.

MOBILITÀ 2017/18: IL CONTRATTO E LA SCHEDA DI DETTAGLIO

IN ALEGATO TUTTI I DOCUMENTI E I LINK IN CODA

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E PUBBLICAZIONE MOVIMENTI

Di seguito le date di presentazione delle domande e di pubblicazione dei movimenti e come vi avevamo già anticipato una scheda di dettaglio nei link

Scuola dell’Infanzia Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione dei movimenti: 19 giugno 2017

Scuola primaria Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione dei movimenti 9 giugno 2017

Secondaria I grado Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione movimenti 4 luglio 2017

Secondaria II grado Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione movimenti 20 luglio 2017

Mobilità professionale verso discipline specifiche Licei musicali Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione movimenti: 7 giugno ai sensi del comma 9 articolo 4 del CCNI, 12 giugno 2017 ai sensi del comma 10

Personale educativo Presentazione delle domande: 13 aprile – 6 maggio Pubblicazione movimenti 30 giugno

Insegnanti religione cattolica Presentazione delle domande: 13 aprile – 16 maggio

Personale ATA Presentazione  domande: 4 maggio-24 maggio Pubblicazione movimenti 24 luglio.

Le domande già presentate possono essere revocate.

La revoca va effettuata tramite la scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente rispetto alla provincia di titolarità.

La richiesta di revoca è presa in considerazione, soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno prima del termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale, per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili.

Di seguito le date di comunicazione al SIDI dei posti disponibili:

Scuola dell’infanzia –  22 maggio 2017

Scuola primaria – 22 maggio 2017

Scuola secondaria di I grado – 15 giugno 2017

Scuola secondaria di II grado – 3 luglio 2017

Docenti licei musicali –  18 maggio 2017

Personale educativo –  1 giugno

ATA – 3 luglio 2017

ASSUNZIONI DOCENTI: NECESSARI 25.000 POSTI PER EVITARE GLI STESSI ERRORI DELLO SCORSO ANNO

I POSTI SONO AMPIAMENTE FINANZIATI E NON AGRAVANO I CONTI PUBBLICI

Autorizzare i 25.000 posti previsti è questione che riguarda l’intero Governo e le scelte strategiche di politica scolastica

A meno di 24 ore dalla firma dell’accordo sulla mobilità in cui si restituiscono agli insegnanti diritti, dignità professionali e le tutele necessarie per fare buona scuola,  si materializza un altro nodo politico, quello degli organici della scuola. Questione cruciale che meriterebbe l’intervento dell’intero Governo e non solo del ministero specifico. I posti richiesti dal ministero, che sono ampiamente finanziati e non aggravano i conti pubblici, vanno a risolvere i problemi per cui la 107 è nata: esaurire le graduatorie, eliminare al minimo le supplenze e consentire la continuità didattica. Tutti obiettivi non raggiunti  - spiega Turi - in quanto non si è mai voluto affrontare il vero problema: il gap esagerato tra organico di diritto, utile per trasferimenti ed assunzioni, da quello di fatto, utile solo per le supplenze. Vanno dunque autorizzati i 25.000 posti previsti – ribadisce Turi -   altrimenti assisteremo allo stesso film dello scorso anno: la meraviglia dei più che, a fronte di  investimenti consistenti, troveranno tutti scontenti. Resterà inalterata la supplentite, i docenti trasferiti ingiustamente non troveranno i posti per avvicinarsi alle propri luoghi di residenza, i precari saranno sempre troppi, gli studenti e famiglie scontenti  per la mancanza di continuità didattica. Un docente trasferito ingiustamente al Nord – rilancia il segretario generale della Uil Scuola  -  sa benissimo che se gli studenti non possono spostarsi sono gli insegnanti a farlo, e questo gli è chiarissimo. Ciò che non si riesce a comprende davvero è perché, per la stessa materia, se c’è una classe, nella sua provincia di residenza, lì insegnerà un supplente, con contratti reiterati per anni. Si tratta di scelte tecnocratiche che, anche in presenza di un finanziamento, oppongono una logica negativa e punitiva che non favorisce  la funzionalità e il prestigio della scuola statale e chi ci lavora. Ci auguriamo che la politica, quella che pensa al bene comune, sappia trovare le risposte giuste senza dover trovare nel personale la causa che, invece, rappresenta la soluzione.

FIRMATO CONTRATTO SULLA MOBILITA' CONGIUNTAMENTE AL PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA. LE DATE

CON QUESTO ACCORDO SI LIMITA OGNI DICREZIONALITA' DEL DIRIGENTE SCOLASTICO CHE DOVRA' ATTENERSI ALLA DELIBERA DEL COLLEGIO DEI DOCENTI. LIMITATO AL MINIMO IL NUMERO DEI REQUISITI. LE DATE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Un ulteriore successo delle OO.SS. che hanno firmato il contratto sulla mobilità e messo un altro stop ad uno dei tanti aspetti controversi della legge 107

Le domande docenti dal 13 aprile al 6 maggio.
 
ATA dal 4 maggio al 24 maggio.
 
Seguirà una scheda dettagliata. Per la UIL Scuola presenti Turi, Proietti e D'Aprile.

730/2017 GRATUITO PER GLI ISCRITTI UIL SCUOLA

IN ALLEGATO IL MODULO DI DELEGA E LA LOCANDINA DI RIFERIMENTO

Gli iscritti uil scuola di Frosinone possono come sempre rivolgersi al Caf Uil di Frosinone per il 730 del 2017 gartuito. Come lo scorso hanno va compilata la delegha con i propri dati con cui conferite mandato al Caf. Va compilata esclusivamente la parte anagrafica e firmato il modulo. Non va messo nome di operatore che sarà formalizzato da chi prenderà in carico l'elaborazione del 730. chi dovesse per la prima volta utilizzare tale servizio deve allegare anche le dichiarazioni dei redditi degli ultimi 2 anni. Chi ha già usufruito del servizio non deve produrre nulla. Al  seguente LINK tutti i riferimenti

DECRETI ATTUATIVI LEGGE 107: LA NOSTRA VALUTAZIONE È LEGATA ALLA RICADUTA SULLE PERSONE

APROVATI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Uil: le materie oggetto di contrattazione vanno riportate al contratto di lavoro

Il Consiglio dei ministri ha approvato stamani in via definitiva gli otto decreti attuativi della legge 107, modificati rispetto alla loro prima scrittura,  sulla base dei pareri espressi dalle Commissioni  Cultura e Istruzione,  di Camera e Senato.  La complessità della materia avrebbe meritato un tempo maggiore, per cui il nostro parere sulle deghe non può che essere rinviato al momento in cui potremo leggere i testi definitivi. Resta il fondato dubbio che si ripeta l’errore della legge 107 che sostanzialmente ha risentito della mancanza di un dibattito con la categoria e più in generale nel mondo della scuola.
Quello che abbiamo visto è un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda della delega presa in considerazione. Ciò che valuteremo sono le conseguenze concrete dell’impianto delle deleghe sulla comunità scolastica e  le ricadute sul personale, in termini di diritti e doveri di natura contrattuale.
Su questo punto abbiamo un orizzonte chiaro:  vale l’accordo Governo –sindacati del 30 novembre, che troverà piena attuazione con l’approvazione del nuovo testo unico.  Questo significa che le materie oggetto di contrattazione vanno escluse dal sistema delle deleghe. Ad oggi riscontriamo che,  dopo il confronto lungo ed estenuante,  avuto martedì scorso nella riunione con il sottosegretario Vito De Filippo (per la Uil Scuola hanno partecipato alla riunione Pino Turi, Noemi Ranieri, Giuseppe D’Aprile, Angelo Luongo) che parte dei rilievi e delle proposte da noi illustrate nelle Commissioni di Camera e Senato sono state assunte.

In particolare, le deleghe che hanno una diretta ricaduta sul personale: 

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL-1.doc)INFORMATICONUIL-1.doc

Leggi tutto...

DALLA PARTE DEGLI ATA: NUOVO INCONTRO AL MIUR

LA UIL CHIEDE UN DIVERSO IMPEGNO DEL MINISTERO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEL SUO PERSONALE

A nulla valgono azioni divisive che complicano i problemi e creano sfiducia.  

Il 5 aprile 2017 presso il MIUR è proseguito il confronto dei sindacati con i rappresentanti de Dipartimento istruzione e formazione con la presenza del Direttore delle risorse umane e finanziarie, sulle questioni del personale Ata.  I rappresentanti del MIUR hanno riferito rispetto ad alcuni punti critici presentati nell’incontro precedente ed hanno dato una serie di informative sulle attività del ministero a sostegno della gestione amministrativo contabile delle scuole. Per la UIL la distanza delle soluzioni dalle esigenze delle scuole e la dilatazione dei tempi per le risposte mal si coniuga con i proclami di efficentamento del sistema scolastico. E’ ora di cambiare passo e di considerare  tutto il personale scolastico  come attore fondamentale  dei processi di attuazione dell’autonomia scolastica. Non si comprendono divisioni e disparità di trattamento  all’interno dello stesso comparto per lavoratori impegnati ogni giorno nel difficile compito educativo. Un solo esempio: l’esclusione degli ata e dei dirigenti dall’ingresso  gratuito nei musei e nel luoghi della cultura non  trova alcuna giustificazione se sono parte attiva  e diretta della comunità educativa  che si crea all’interno di ciascuna scuola. Come non trovano giustificazione tante altre azioni divisive che l’amministrazione mette in campo che  non aiutano affatto a risolvere i problemi alimentando all’infinito tentazioni corporativistiche.

I temi nel dettaglio in allegato

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL.doc)INFORMATICONUIL.doc

PRONTI ALLA MOBILITAZIONE PER USCIRE DA UN'IMPASSE INSOSTENIBILE

IL PROFONDO DISAGIO DELLA SCUOLA PER UNA RIFORMA SBAGLIATA. SUGLI ORGANICI SI GIOCA LA PARTITA DEL RILANCIO. LE CONCLUSIONI DELL'ESECUTIVO NAZIONALE A FIUGGI

Una inaccettabile mutazione genetica della scuola italiana che sta vivendo un periodo di profondo disagio dovuto ad una riforma sbagliata – così il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi oggi a Fiuggi nel corso dell’Esecutivo nazionale. Sugli organici si gioca la partita del rilancio – si legge nel documento approvato - solo la trasformazione dei 25.000 posti dall’organico di fatto a quello di diritto potrà dare i risultati attesi di sostanziale rilancio del sistema. E’ attraverso la determinazione dell’organico che si potrà rimediare agli errori dovuti alla mancanza di un progetto di fattibilità e dare risposte sia in termini di riduzione del precariato sia di riconoscimento agli alunni di una vera continuità didattica. Alcuni interventi sono in itinere e riguardano, da un lato le modifiche contrattuali della legge 107 attraverso un esasperante iter di modifica testo unico, dall’altro gli intervento legislativi legati alle deleghe, il confronto, avviato in sede parlamentare, è in atto e la riunione con il sottosegretario De Filippo fissato nel pomeriggio di oggi. Una situazione di stallo e di difficoltà diffusa, quella rappresentata dai quadri e dai delegati provenienti da tutta Italia per la riunione propedeutica alla conferenza di organizzazione del sindacato prevista per fine aprile. Definite, nella riunione, le priorità dell’azione sindacale e le linee di intervento nel confronto con il Governo:
- superare le rigidità della legge per ridare valore all’autonomia scolastica, intesa come autogoverno delle scuole;
- un uso funzionale del personale ATA, superando i vincoli per le sostituzioni,  assegnando alle scuole un organico potenziato;
-  sbloccare il reclutamento dei dirigenti scolastici e quello dei DSGA
- superare il meccanismo tutto burocratico di riconoscimento della professionalità di tutto il personale
- la messa a punto dell’accordo sul passaggio da ambito a scuola,
- aprire il negoziato per il rinnovo del contratto  per valorizzare il lavoro di tutto il personale e per modificare, attraverso la contrattazione,  le scelte sbagliate della legge del Governo sulla scuola.

Questioni che per la Uil Scuola meritano una mobilitazione di supporto.
Verificheremo – spiega Turi -  se esistono le condizioni per intraprendere un’azione unitaria con Flc Cgil, Cisl Scuola e Snals, finalizzata alla realizzazione degli obiettivi di rilancio complessivo del sistema scolastico statale e del suo personale.

DOCENTI: POSSIBILI 25.000 ASSUNZIONI MA IL MEF TEMPOREGGIA E NON DECIDE

BISOGNA PARTIRE DAGLI ORGANICI ALTRIMENTI SCUOLA IN PANNE. RISPOSTE CONCRETE PER SUPERARE LE INGIUSTIZIE DELLA LEGGE E GLI ERRORI DELL'ALGORITMO

C’è un’aria di attesa che non ci piace:  troppi silenzi e rinvii a cui non ci rassegniamo. In un paese in cui la politica è ferma, forse  in attesa di capire come si potrà evolversi, ogni attività è in balia di scelte tecniche. Il contratto sulla mobilità è frenato da estenuanti e anacronistiche procedure tecniche di autorizzazione.  Gli organici non sono ancora definiti, per gli stessi motivi. L’accordo per i passaggi da ambito a scuole  è sospeso, in attesa di sciogliere gli ultimi nodi. Le deleghe, ancora aperte, devono essere definite. Il contratto di lavoro ancora bloccato. Una situazione che per la scuola, che ha tempi bene scanditi, diventa inaccettabile – sottolinea il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi. Ci auguriamo non si pensi che, mentre si sta ricucendo un rapporto per correggere gli effetti negativi delle buona scuola,  si possa fare leva solo sul dialogo e il confronto:  c’è  bisogno di risposte e di risultati concreti, a partire dagli organici. Secondo il ministro Fedeli, nella legge di Stabilità, ci sono le risorse per trasformare 25.000 posti dall’organico di  fatto a quello di diritto. Una convinzione da noi condivisa – aggiunge Turi - che, pare non trovare ancora il consenso del MEF, che con la solita minuziosa analisi e con l’approccio ragioneristico, non si esprime sperando di risparmiare qualcosa. Il successo o il fallimento della politica di avvicinamento delle posizioni, ancora lontane, sta tutto in queste decisioni.  Solo con i 25.000 posti si potrebbe, infatti, garantire la continuità didattica e la possibilità di trasferimento per i tanti docenti ingiustamente trasferiti a causa degli errori politici (con l’approvazione di una legge senza che vi fosse un serio piano di fattibilità) e tecnici (con gli errori dell’algoritmo). Una sorta di quadratura del cerchio che darebbe il senso di un’inversione di tendenza. Bisogna capire se questa volontà c’è:  una vera volontà politica di correggere gli errori della 107 o sono solo tattiche dilatorie. Noi non staremo a guardare – conclude Turi -  ed organizzeremo ogni iniziativa di mobilitazione ed azione sindacale, per raggiungere i risultati attesi.

PROGETTAZIONE DEI PON: IL SUPPORTO DI IRASE FROSINONE ALLE SCUOLE

Logo PON

IRASE FROSINONE ENTE DI FORMAZINE DELLA UIL SCUOLA METTE A DISPOSIZIONE DELLE SCUOLE COMPETENZE E PROFESSIONALITA' PER L'ELABORAZIONE E IL SUPPORTO AI PROGETTI PON

Il gruppo di Progettazione  costituitosi in seno ad I.R.A.S.E. Frosinone comunica che in base al finanziamento PON 2017,  è disponibile, per consulenza, in merito alla presentazione dei progetti da parte degli Istituti Scolastici interessati e ricorda che l'I.R.A.S.E. Frosinone ha sottoscritto un accordo di rete "Europa 2020", insieme a 28 Istituzioni scolastiche della Provincia di Frosinone, finalizzato alla realizzazione di attività collegiali ed alla partecipazione in rete alla progettazione anche europea.

 Per informazioni rivolgersi a: Mariolina Ciarnella:

cellulare 3484526143;   MAIL   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

PER L'OCSE ORA LA SCUOLA ITALIANA E' QUELLA BRAVA E INCLUSIVA

LA BELLA PAGELLA DELLA SCUOLA ITALIANA. UIL: L'ISTRUZIONE NON E' MERCE MA FUNZIONE STRATEGICA DELLO STATO. CORREGGERE GLI ERRORI DELLA LEGGE DEL GOVERNO

Turi: ora con le deleghe in discussione si possono introdurre correttivi importanti per correggere gli errori della legge del Governo

Il sistema delle scuole statali italiane, che si vorrebbe smantellare, funziona: a dircelo è l’Ocse. La scuola comunità riduce le disuguaglianze e conseguentemente le sacche di povertà. Quella tratteggiata dall’Ocse è una scuola che svolge il suo compito – commenta il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi -  ingiustamente e ripetutamente denigrata,  che indica la strada per orientare le scelte politiche nazionali  in un senso preciso, in controtendenza rispetto ad una società sofferente di individualismo che vorrebbe una scuola a sua immagine, quella del mercato, del profitto, della competizione. Le innovazioni introdotte dalla riforma del governo sono sbagliate, sia nell’approccio che nella sostanza. Con le deleghe in discussione – pone l’accento il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi, si è ancora in tempo a modificare questo impianto, salvaguardando i principi fondamentali, quelli della costituzione. I dati presentati oggi offrono un momento di legittimo orgoglio per il nostro sistema di istruzione, riconoscimento spesso negato a chi ci lavora. Noi  però non abbiamo – conclude Turi -   l’abitudine di dare troppo peso alle indagini standardizzate, anche quelle che oggi che ci danno ragione, manteniamo la nostra impostazione basata sulla spazi di confronto costruttivo per affermare il modello di scuola statale libera ed autonoma di cui il paese ha bisogno, e questo anche oltre il segmento temporale di formazione dei giovani, che deve continuare lungo tutto l’arco della vita lavorativa.

MOBILITA' SI ALLUNGANO I TEMPI PER LA SOTTOSCRIZIONE

INCONTRI AL MIUR: PER GLI EX DOS LA CONTINUITA' PARTE DALL'A.S. DI UTILIZZAZIONE NELLA SCUOLA. PROSPETTATI I MODELLI DI DOMANDA DELLA MOBILITA'.

Il giorno 28 marzo 2017 ė proseguito il confronto tra il Miur e le organizzazioni sindacali per illustrare la "guida alla compilazione delle domande on line" relativa alla mobilità 2017/18 del personale docente. I gestori del sistema informativo del MIUR hanno illustrato nel dettaglio le procedure da seguire per la compilazione delle domande on line e contestualmente sono stati definiti i modelli di domanda per la mobilità sui licei musicali la cui compilazione avverrà in modalità cartacea. Sono stati corretti alcuni refusi ancora presenti nel testo ed alcune imperfezioni riscontrate nella procedura on line. In particolare la UIL Scuola, insieme alle altre organizzazioni sindacali, ha chiesto all'Amministrazione di chiarire come deve essere calcolato, relativamente alle graduatorie di istituto dei perdenti posto, il punteggio di continuità dei docenti di sostegno del secondo grado (ex dos) che hanno avuto, a partire dal 2016/17, la conferma nella scuola di precedente utilizzazione. Tali docenti devono essere considerati appartenenti all'organico della scuola già a partire dall'anno di utilizzazione per cui non collocati in coda alla graduatoria di istituto relativa ai perdenti posto conservando la continuità acquisita. 
Inoltre, a margine dell'incontro, l'Amministrazione  ha comunicato alle Organizzazioni Sindacali che l'ipotesi di contratto è ancora all'esame degli organi competenti per cui la firma definitiva, presumibilmente, avverrà entro la metà del mese di aprile. Ancora un rinvio che rappresenta per la UIl Scuola, un ulteriore e inaccettabile ritardo che non fa che alimentare il clima di incertezza di cui la scuola e il personale non ha certo bisogno . Una incertezza acuita dalla mancanza dell'accordo sul passaggio da ambito a scuola, che, alla data odierna, non conosce i criteri secondo cui acquisirà la sede di servizio.

MOBILITA' FERMA. TURI: COLPA DI UNA POLITICA RAGIONIERISTICA

IL SEGRETARIO GENERALE INTERVIENE SU ITALIA OGGI

In allegato l'intervista

GRADUATORIE D'ISTITUTO DOCENTI E ATA. A FINE APRILE LA PUBBLICAZIONE DEI DECRETI

PERSONALE DOCENTE II E III FASCIA. PERSONALE ATA III FASCIA

E' proseguito presso il MIUR, nei giorni scorsi, il confronto tra l'Amministrazione e le organizzazioni sindacali, relativo al rinnovo delle graduatorie del personale docente ed ATA.

GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE DOCENTE SECONDA E TERZA FASCIA

L'Amministrazione, in apertura incontro, ha presentato alle organizzazioni sindacali una bozza di decreto con le relative tabelle di valutazione.
Nel testo, come richiesto dalla UIL Scuola nel precedente incontro, è prevista la possibilità, per i docenti inseriti in prima fascia di istituto con riserva, di presentare domanda di inserimento in seconda fascia o terza fascia di istituto mantenendo oltre che l'inclusione con riserva, l'inclusione a pieno titolo nelle altre fasce di pertinenza. Per ciò che riguarda i L cei musicali e coreutici, la UIL Scuola, vista la peculiarità di tali insegnamenti ed alla luce delle nuove classi di concorso, ha chiesto all'Amministrazione una attenta valutazione sia sul testo del Decreto che sulle relative tabelle di valutazione.

GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE ATA TERZA FASCIA

L'Amministrazione ha illustrato una nuova bozza di decreto nella quale ha recepito le osservazioni delle organizzazioni sindacali. In particolare, come richiesto in più occasioni anche dalla UIL Scuola,:

1.      gli aspiranti che aggiorneranno la graduatoria di istituto, anche modificando la provincia di inserimento, non dovranno ripresentare i titoli precedentemente dichiarati;

2.      le scuole avranno a disposizione una apposita funzione attraverso la quale sarà possibile calcolare automaticamente i relativi punteggi.

La UIL Scuola ha ribadito una netta contrarietà relativamente all'ampliamento dei titoli valutabili rispetto alle tabelle del precedente Decreto Ministeriale.
Inoltre ha richiesto, in tempi utili, l'emanazione di una nota di chiarimento indirizzata alle scuole nella quale dovranno essere affrontate le casistiche più diffuse, al fine di evitare valutazioni difformi ed inutili contenziosi.  L'Amministrazione alla luce delle ulteriori osservazioni da parte delle organizzazioni sindacali, si è riservata di inviare un nuovo testo di Decreto.

 

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL 1.doc)INFORMATICONUIL 1.doc

TFA SOSTEGNO: CORSO DI PREPARAZIONE ON LINE

L’I.R.A.S.E. DI FROSINONE, IN COLLABORAZIONE CON LA UIL SCUOLA DI FROSINONE, PROPONE UN CORSO ONLINE DI PREPARAZIONE ALLA PROVA PRESELETTIVA E ALLE PROVE SCRITTE ED ORALI PER L’ACCESSO AL TFA SOSTEGNO

COSTO DEL CORSO

EURO per iscritti Uil Scuola 60,00 + 15,00 (quota associativa Irase Frosinone)

EURO per non iscritti Uil Scuola 140,00 + 15,00 (quota associativa Irase Frosinone)

Il pagamento con bonifico bancario IT52V0760103200001001509494 o su c/c 1001509494 intestato a I.R.A.S.E. Frosinone.

Nella piattaforma già attiva, gli argomenti trattati sono i seguenti:

AREA LOGICO – LINGUISTICA:

  • Come affrontare il test preselettivo
  • Competenze linguistiche
  • Competenze di comprensione del testo

AREA GIURIDICA – NORMATIVA VIGENTE

  1. 1.      Funzione docente – Organi Collegiali – La figura del docente specializzato
  2. 2.      L’organizzazione della comunità scolastica: competenze normative, organizzative e relazionali per la gestione della professione docente
  3. 3.      Legislazione specifica in tema di integrazione ed inclusione

AREA METODOLOGICO - DIDATTICA

  1. 4.      Psicologia dello sviluppo, dell’educazione e dell’istruzione
  2. 5.      Intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente
  3. 6.      Pedagogia speciale per la gestione integrata del gruppo classe
  4. 7.      Progettazione e programmazione dell’azione didattica
  5. 8.      PDP – PEI – PDF e tutti gli aspetti documentali: progettazione, costruzione, gestione, valutazione e verifica del processo di integrazione – inclusione compresa la progettazione del progetto di vita dell’alunno diversamente abile
  6. 9.      Il tema dei DSA e dei BES: documentazione e strategie di intervento

AREA SOCIO – PSICO – PEDAGOGICA

  1. 10.   La didattica speciale e i processi di apprendimento nelle varie tipologie di disabilità
  2. 11.   Pedagogia e didattica nelle disabilità intellettive e nei disturbi generalizzati dello sviluppo
  3. 12.   Pedagogia e didattica nelle minorazioni visive e uditive
  4. 13.   L’approccio didattico e metodologico metacognitivo e cooperativo
  5. 14.   La relazione d’aiuto negli aspetti psicologici e pedagogici

AREA CLINICA

  1. 15.   Aspetti clinici delle disabilità: le disabilità intellettive, visive, uditive
  2. 16.   Il tema dei DSA e dei BES: documentazione e strategie di intervento

AREA TECNOLOGICA

  1. 17.   Le tecnologie e la digitalizzazione per le disabilità e il PNS

Inviare scheda di partecipazione in allegato sul sito in tempi brevi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   fax 0775854067

GLI INTERESSATI POSSONO RICHIEDERE ULTERIORI INFORMAZIONI DETTAGLIATE ATTRAVERSO I SEGUENTI CONTATTI:

DOTT.SSA ELIANA SCACCIA 3407884853  PROF.SSA MARIOLINA CIARNELLA 3484526143

RETI DI AMBITO: IMPOSTE DALL'ALTO SEBBENE NON OBBLIGATORIE

DECISO INTERVENTO DELLA UIL SCUOLA

La Uil scuola è intervenuta sul tema delle Reti d’Ambito, previste dalla legge n. 107/2015, relativamente alle quali sono sorte diverse problematiche sin dalla loro costituzione. Evidenziamo che la formazione delle Reti è stata imposta dall’alto e senza alcuni passaggi indicati dal Miur medesimo. Il nostro sindacato  denuncia, in particolare, il fatto che la costituzione delle reti è avvenuta in molto casi senza i pareri dei Consigli di istituto. A ciò si aggiunga che i piani di formazione, elaborati dalle Reti, sono stati adottati senza le delibere dei Collegi dei docenti.

“Tale situazione risulta insostenibile per le scuole e per l’esercizio della loro autonomia che si conferma, con la  legge 107, limitata e relegata a procedure burocratiche come quelle della costituzione delle reti.”.

Ricordiamo che le Reti di Ambito, così come indicato dalla legge n. 107/2015, non sono obbligatorie (almeno sulla carta), come leggiamo nel comma 70:

Gli uffici scolastici regionali promuovono, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, la costituzione di reti tra istituzioni scolastiche del medesimo ambito territoriale. Le reti, costituite entro il 30 giugno 2016, sono finalizzate alla valorizzazione delle risorse professionali, alla gestione comune di funzioni e di attivita’ amministrative, nonche’ alla realizzazione di progetti o di iniziative didattiche, educative, sportive o culturali di interesse territoriale, da definire sulla base di accordi tra autonomie scolastiche di un medesimo ambito territoriale, definiti «accordi di rete». Quindi gli USR “promuovono”, per cui non si tratta di un’imposizione.

VERTENZA MOBILITÀ DOCENTI 2016/17: IL GIUDICE ORDINA AL MIUR DI RILASCIARE L'ALGORITMO

LA SODDISFAZIONE DEI SINDACATI SCUOLA. IN ALLEGATO LA COMUNICAZIONE UNITARIA

Il Tar Lazio dà ragione a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal che insieme avevano presentato ricorso contro il Miur per non aver fornito gli atti da cui poter desumere la procedura (l’algoritmo) in base alla quale sono state effettuate le operazioni di mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/17. I giudici amministrativi  hanno ordinato al Miur di rilasciare alle organizzazioni sindacali ricorrenti “copia dei cd. codici sorgente del software dell’algoritmo di gestione della procedura della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 di cui all’O.M. M.I.U.R. n. 241 del 2016 nel termine di 30 (trenta) giorni decorrenti dalla notifica a cura di parte”. 

I segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil scuola e Snals Confsal esprimono grande soddisfazione per la vittoria riportata sul piano legale. "È questo un primo risultato positivo della battaglia che abbiamo portato avanti per fare piena luce sull'applicazione errata del Ccni sulla mobilità. Finalmente si apre una strada di verità che potrebbe rendere  giustizia  a migliaia di docenti, vittime incolpevoli degli errori dell'amministrazione "

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL.doc)INFORMATICONUIL.doc

INCONTRI AL MIUR: AGGIORNIAMO SU LE TEMATICHE AFFRONTATE

LE TEMATICHE AFFRONTATE IN UN REPORT ALLEGATO

Nei giorni segnalati si sono svolti diversi incontri al miur e i temi affrontati sono:

Reti di scuole,  PASSWEB,  Personale ATA, Organico docenti.

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL-1.doc)INFORMATICONUIL-1.doc

Altri articoli...

  1. TURI: SOLDI ALLE PRIVATE. OGNI VOLTA UN NUOVO ANNUNCIO
  2. NUOVO SISTEMA DI RECLUTAMENTO SCUOLA SECONDARIA: APPROVATO IL PARERE DELLA VII COMMISSIONE CULTURA DELLA CAMERA
  3. TFA SOSTEGNO: SOSPESA L'EMANAZIONE DEI BANDI E RINVIATE LE DATE DELLE PROVE D'ACCESSO
  4. TFA SOSTEGNO: PROVE SELETTIVE IL 19 E 20 APRILE
  5. DALLA PARTE DEGLI ATA. OGGI L'ATTIVO NAZIONALE A ROMA
  6. ATA 24 MESI: I BANDI DEL LAZIO PER A.S. 2017-2018
  7. ESAMI DI STATO 2017: APERTE LE FUNZIONI PER PRESENTARE LA DOMANDA DI PRESIDENTE E COMMISSARIO ESTERNO
  8. DOCENTI: LE DOMANDE DI PENSIONAMENTO PER GRADI DI SCUOLA E CLASSI DI CONCORSO
  9. ATA: LE DOMANDE DI PENSIONAMENTO IN PROVINCIA DI FROSINONE
  10. ATA 24 MESI: MODELLI DI DOMANDA
  11. DOMANDA DI PART TIME: RICORDIAMO CHE LA SCADENZA È IL 15 MARZO
  12. INCONTRO AL MIUR SULLA MOBILITÀ: PASSAGGIO DA AMBITO A SCUOLA OCCORRE ANCORA UN PASSAGGIO DI CHIARIMENTO POLITICO
  13. CORSI EIPASS E LIM APERTE LE ISCRIZIONI
  14. RINNOVARE LA PASSWORD SU ISTANZE ON LINE
  15. ATA 24 MESI: ENTRO IL 20 MARZO I BANDI REGIONALI
  16. TRATTENUTA ENAM: LA PROPOSTA DELLA UIL SCUOLA È QUELLA DI DESTINARLA ALLA PREVIDENZA INTEGRATIVA
  17. 6 e 7 MARZO CONVEGNO INTERNAZIONALE PATROCINATO DA IRASE FROSINONE
  18. NO ALLE SCORCIATOIE POLITICHE PER FINANZIARE LE SCUOLE PRIVATE
  19. GRADUATORIE D'ISTITUTO: ANCORA TROPPE INCERTEZZE
  20. BANDO INPSINSIEME 2017: UN OPPORTUNITÀ PER I FIGLI DEGLI ISCRITTI UIL SCUOLA
  21. CORSO PER CERTIFICAZIONE COMPETENZE INFORMATICHE: EIPAS (PATENTE EUROPEA) E EIPASS + LIM
  22. DELEGHE LEGGE 107: AUDIZIONE UIL SCUOLA ALLA CAMERA
  23. PERSONALE ATA: ESSENZIALE PER LA SCUOLA DELL'AUTONIMIA
  24. INPS: IL BANDO PER I SOGGIORNI IN ITALIA E ALL'ESTERO
  25. ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: CHIARIMENTI INTERPRETATIVI
  26. PASSAGGIO DEL PERSONALE DOCENTE DA AMBITO A SCUOLA. PROFICUO L'INCONTRO ODIERNO
  27. LA UIL SFIDA IL GOVERNO A RISPETTARE I PATTI PER L'IMMEDIATO AVVIO DEI TAVOLI CONTRATTUALI DEL PUBBLICO IMPIEGO
  28. RECLUTAMENTO ATA: IN VIA DI EMANAZIONE I PROVVEDIMENTI PER IL RINNOVO DELLE GRADUATORIE
  29. CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI: 2 INCONTRI GRATUITI PROPEDEUTICI AL CORSO DI FORMAZIONE
  30. MOBILITA': PASSAGGIO DEL PERSONALE DOCENTE DA AMBITO A SCUOLA: LA PROPOSTA DEL MIUR E' IRRICEVIBILE
  31. DECRETI ATTUATIVI LEGGE 107: AUDIZIONE VII COMMISSIONE CULTURA DEL SENATO
  32. MOBILITÀ 2017/18: IL CONTRATTO, LA SCHEDA, I REPORT
  33. DELEGHE LEGGE 107: LE SCHEDE DI LETTURA
  34. MOBILITÀ: RAGGIUNTA INTESA SULLA BASE DELL'ACCORDO DI DICEMBRE
  35. ESAMI DI STATO: PUBBLICATE LE MATERIE ESTERNE
  36. TFA SOSTEGNO: CORSO DI PREPARAZIONE
  37. GIORNATA DELLA MEMORIA
  38. MOBILITÀ: IL MINISTERO HA RIPROPOSTO COLLOQUIO CON IL DIRIGENTE
  39. DELEGHE: TROPPA CONFUSIONE E BUROCRAZIA
  40. CESSAZIONE DAL SERVIZIO: PROROGA AL 13 FEBBRAIO
  41. LE DELEGHE DELLA LEGGE 107: TURI: INTOLLERABILE LA SINDROME IMPIEGATIZIA
  42. SEMINARIO SULLA "DIDATTICA CAPOVOLTA" : SCHEDA DI ADESIONE
  43. VOUCHER NELLA SCUOLA: UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA
  44. DELEGHE SCUOLA: (TURI) ORA SARA' DECISIVO IL CONFRONTO DI MERITO
  45. RICORSO PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ANNI PRERUOLO AI FINI DELLA RICOSTRUZIONE DELLA CARRIERA. TERMINE ULTIMO IL 31 GENNAIO 2017
  46. GRADUATORIE D'ISTITUTO PERSONALE DOCENTE
  47. MOBILITA' DOCENTI: TROPPI TRASFERIMENTI? COLPA DI SCELTE POLITICHE SBAGLIATE
  48. NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DARE GARANZIE E CERTEZZE AL PERSONALE COINVOLTO
  49. BONUS 500 EURO: COME FUNZIONA LA NUOVA CARD ELETTRONICA
  50. SEMINARIO SULLA "DIDATTICA CAPOVOLTA"
  51. BILANCI E SFIDE DOPO L'ACCORDO DI NATALE
  52. MOBILITÀ 2017/18: COME FUNZIONA IN SINTESI
  53. RAGGIUNTO L'ACCORDO SULLA MOBILITA'
  54. PAGAMENTO SUPPLENZE BREVI: EMISSIONE SPECIALE
  55. TFA PER IL SOSTEGNO: PER DOCENTI GIÀ ABILITATI. È PREVISTA UNA PROVA PRESELETTIVA
  56. INCONTRO MINISTRO FEDELI E SINDACATI UTILE E PROFICUO
  57. INSERIMENTO IN GAE: ORDINANZA DELLA CASSAZIONE SULLA GIURISDIZIONE
  58. PERSONALE EDUCATIVO: ARRIVA IL BONUS DEGLI EDUCATORI. UN ATTO DI GIUSTA CONSIDERAZIONE
  59. NUOVO MINISTRO DELL'ISTRUZIONE: LA LETTERA INVIATA DAL NOSTRO SEGRETARIO GENERALE
  60. CESSAZIONE DAL SERVIZIO PER IL PERSONALE SCOLASTICO DAL 1 SETTEMBRE 2016
  61. SCUOLA INFANZIA: CONVOCAZIONE OER INCARICO ANNUALE
  62. PENSIONI: ENTRO IL 20 GENNAIO LE DOMANDE
  63. TFA SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO: IL BANDO
  64. CONTRATTO: IL GOVERNO FINALMENTE SCOPRE LE CARTE
  65. FIRMATO L'ACCORDO SUL RINNOVO DEI CONTRATTI DEL PUBBLICO IMPIEGO E DELLA SCUOLA
  66. GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
  67. RINNOVO DEL CONTRATTO: OGGI INCONTRO CON IL MINISTRO MADIA
  68. BONUS FORMAZIONE DOCENTE: DALLA CARD ALL'APP TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE
  69. MOBILITA' ANNUALE: I SINDACATI SOSPENDONO LA TRATTATIVA CON IL MIUR
  70. INCONTRI AL MIUR: RETI DI SCUOLA E ORGANICO DELL'AUTONOMIA. MOBILITA': IL CONFRONTO NON DECOLLA
  71. TRA CARD, VOUCER E CONTANTI E' STATA SCELTA LA CARTA DEL DOCENTE
  72. PROVVEDIMENTI PENSIONISTICI: SCHEDA DI APPROFONDIMENTO
  73. OFFERTA FORMATIVA IRASE IN CONVENZIONE CON UNITELMA LA SAPIENZA
  74. LEGGE SULLA SCUOLA E IL SISTEMA DELLE DELEGHE: LE CRITICITA' DELLA LEGGE NON POSSONO ESSERE A COSTO ZERO
  75. RAPPORTO UE SULL'ISTRUZIONE
  76. LA SCUOLA A PROVA DI PRIVACY: LA GUIDA DEL GARANTE
  77. PROROGA CORSO INGLESE PER CERTIFICAZIONE LCCI B1 E B2
  78. TURI AL GOVERNO: QUELLO DELLA 107 E UN PROGETTO NAUFRAGATO
  79. INSERIMENTO IN GAE A SEGUITO DI CONTENZIOSO GIURIDICO
  80. REPORT RIUNIONE SINDACATI MINISTRO
  81. PROGETTI PON: PROGETTI DI INCLUSIONE E LOTTA AL DISAGIO E PER GARANTIRE L'APERTURA OLTRE L'ORARIO DI SCUOLA
  82. DIRITTO ALLO STUDIO 2017. IL MODELLO DI DOMANDA
  83. CORSO DI INGLESE CERTIFICAZIONE LCCI B1 E B2
  84. INTERVISTA PINO TURI: SE TOCCANO SCATTI DI ANZIANITA' SARA' MOBILITAZIONE
  85. SEMINARIO IRASE FONDAZIONE MONTESSORI - CHIARAVALLE
  86. OSSERVAZIONI UIL SCUOLA SULL'UTILIZZO FUNZIONALE DELL'ORGANICO DELL'AUTONOMIA
  87. ESECUTIVO NAZIONALE UIL SCUOLA TRENTO
  88. IRASE FROSINONE: OFFERTA FORMATIVA PER LE SCUOLE
  89. PRESENTATO IL PIANO DI FORMAZIONE DEI DOCENTI: E' IL RINNOVO DEL CONTRATTO LA SEDE GIUSTA PER AFFRONTARE QUESTI TEMI
  90. EURYDICE 2016/SCUOLA: DECOLLANO I SALARI IN TUTTA EUROPA. SOLO L'ITALIA RESTA AL PALO
  91. RINNOVO CONTRATTI PUBBLICO IMPIEGO: BASTA SILENZIO
  92. REPORT INCONTRO MINISTRO SINDACATI DEL 4 OTTOBRE
  93. ASSEMBLEE UNITARIE IL 10 E 13 OTTOBRE
  94. CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELL'ANNO SCOLASTICO
  95. PREVIDENZA: ANALISI E COMMENTO VERBALE SIGLATO DAL GOVERNO E SINDACATI
  96. LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
  97. PREVIDENZA: VERBALE GOVERNO SINDACATI UIL, CGIL, CISL
  98. ORGANICO DELL'AUTONOMIA: LA SCHEDA DI DETTAGLIO DELLA UIL SCUOLA
  99. 36 MESI E SUPPLENZE: IL CALCOLO SI FA DA SETTEMBRE 2016
  100. CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO PER GRADUATORIE ESAURITE PROVINCIA DI FROSINONE

Informazioni aggiuntive