Notizie

SCUOLA PROROGATO L'ORGANICO COVID PER I DOCENTI. E IL PERSONALE ATA?

SVISTE AMMINISTRATIVE SU SETTORI CRUCIALI PER IL PAESE. GUARDIAMO CON ATTENZIONE MANOVRA DI BILANCIO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO SCUOLA E LÌ NON SARANNO AMMESSE DISTRAZIONI

Ci auguriamo che avere omesso il personale ATA,  si tratti di una evidente svista  – commenta il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi – commentando la misura presa ieri dal Consiglio dei ministri sull’organico covid nelle scuole, viceversa si porrebbe un problema politico. La proroga a giugno 2022 è misura che si è resa necessaria perché la previsione fino a dicembre non copriva l’intero anno scolastico. Si continua con errori che sembrano grossolani – osserva Turi - scambiando l’anno solare (gennaio dicembre) con l’anno scolastico (settembre – agosto).  Si prevede un fondo unico per l’organico covid ma poi si lascia fuori il personale tecnico, amministrativo, ausiliario che è parte integrante della comunità scolastica. Guardiamo con grande attenzione alla manovra di Bilancio – afferma Turi a margine della Conferenza nazionale dei segretari regionali convocata a Fiuggi. Per ottenere le risorse sufficienti per il rinnovo del CCNL, con un aumento di stipendio, almeno a tre cifre, occorrono risorse sufficienti che vanno stanziate ora nella manovra all’esame dell’Esecutivo. Serve equità e trasparenza nelle scelte contrattuali.

MANIFESTAZIONE A P.ZZA SAN GIOVANNI SABATO 16 OTTOBRE

AUTONOMIA DIFFERENZIATA NELLA SCUOLA. IL GIALLO DEL DDL APPROVATO IN CDM

UIL: LA SCUOLA È DIRITTO DELLA PERSONA. DEVE ESSERE NAZIONALE. TURI: LE RAGIONI DELLA SCELTA NEL DISEGNO DI LEGGE LE VOGLIAMO CHIEDERE AL MINISTRO BIANCHI. PRONTI A SMONTARE OGNI VELLEITÀ CHE PUNTI A RENDERE REGIONALE LA SCUOLA ITALIANA

La Nadef (Nota di Accompagnamento del Documento Economia e Finanza) che andrà in Aula il prossimo 18 ottobre porterà con sé un giallo: nella notte fra il 29 e il 30 ottobre il Consiglio dei ministri ha approvato i disegni di legge collegati. Si è portato avanti - sottolinea preoccupato il segretario della Uil Scuola, Pino Turi – includendo nell’approvazione dei Ddl collegati alla manovra di Bilancio anche quello sull’autonomia differenziata. Tema fortemente divisivo. La ragione di questa decisione la vogliamo chiedere al ministro Bianchi, ben sapendo che questa ipotesi non è prevista in alcun modo nel Patto sulla scuola sottoscritto a Palazzo Chigi – osserva Turi - né vi è alcun riferimento all’autonomia differenziata che è stata oggetto di grandi contrasti con l’Esecutivo Conte 1, durante il dicastero del Ministro Bussetti. Nel Patto – precisa Turi - sono previsti investimenti e riforme finalizzate a ‘eliminare’ o ‘ridurre’ le differenze sociali e territoriali. Non si può pensare di sancirle per legge. Ancor meno si può pensare a una scuola con venti sistemi o a una sanità che abdica alla sua dimensione nazionale. Al di là di ogni elemento di metodo e di percorso trasparente della politica (il 29 non c’era traccia del Ddl sull’autonomia differenziata, è spuntata il giorno dopo in GU) resta il fatto che l’autonomia differenziata prevede l’attuazione di ben 23 materie, e tra le quali scuola e sanità, settori che individuano diritti universali – ammonisce Turi – la cui qualità e disponibilità sono state essenziali nella recente crisi pandemica. Se il PNRR si prefigge - o almeno è quello che vorremmo noi, sottolinea il segretario Uil Scuola - di eliminare le differenze abissali che in questi anni si sono cristallizzate in termini di divari economici e sociali nel Paese, si dovrebbe partire dalla garanzia dei diritti universali dell’uomo, promuoverli e tutelarli per primi e non sancirne la differenziazione. Ci preoccupa che le scelte per il Paese seguano le bizze della politica, e che le decisioni che riguardano i diritti di tutti i cittadini passino dal vaglio di un provvedimento economico.  Lo abbiamo fatto in passato – osserva Turi – siamo disposti a farlo nuovamente: smontare ogni velleità di rendere regionale il sistema nazionale di istruzione.

MANIFESTAZIONE UNITARIA SABATO 16 OTTOBRE - PIAZZA SAN GIOVANNI - ROMA - ORE 14,00

L'ASSALTO ALLA SEDE DELLA CGIL E' UN'ASSALTO A TUTTO IL SINDACATO

Sabato 16 ottobre alle ore 14, in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma, è prevista una manifestazione unitaria (CGIL, CISL E UIL) a tutela della democrazia e dei valori costituzionali del Paese a cui la UIL Scuola parteciperà convintamente, con tutti i suoi dirigenti, delegati e iscritti.

PERSONALE NELLE SEGRETERIE DELLE SCUOLE: I NUMERI DI UNA STORIA CHE NON SI RIESCE A RISOLVERE. CONTINUA L’IPOCRISIA DI STATO

TURI: UNA CRONICA INCAPACITÀ DI FARE RECLUTAMENTO NELL’APPROCCIO ALLE RIFORME È NECESSARIO UN ATTO DI GIUSTIZIA

2018: il Ministero dell’Istruzione bandisce una procedura concorsuale regionale per il reclutamento. Servono 2004 segretari scolastici (DSGA). Sono 102.900 le persone che partecipano al concorso. Quest’anno (dopo tre anni) i vincitori di concorso vengono assunti azzerando le rispettive graduatorie, senza risolvere la mancanza dei direttori amministrativi. Sono stati coperti solo i posti del turn over dei colleghi andati in pensione. Il risultato è che nell’anno scolastico in corso resta una voragine negli organici delle scuole di dimensioni superiori a quella del 2018.  Un posto su quattro (25% del totale) è ancora da assegnare. Posti che, in assenza di graduatorie da cui attingere, vengono ricoperti dagli assistenti amministrativi in servizio nelle scuole, che si trovano a svolgere funzioni superiori a quelle ordinariamente ricoperte. Negli anni – osserva il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi - considerata la cronica incapacità dell’amministrazione scolastica di organizzare un efficace sistema di reclutamento, questi lavoratori sono diventati un autentico esercito che, con pochi soldi e senza poter ambire a partecipare ad una procedura concorsuale che ne consacri il ruolo svolto negli anni, mandano avanti la complicata macchina amministrativa delle scuole. Siamo in un vicolo cieco – osserva ancora Turi – l’impossibilità di stabilizzarli discende dalle norme restrittive adottate nel tempo che limitano la partecipazione ai concorsi a quanti non sono in possesso di un diploma di laurea magistrale. Lavoratori buoni e utili per

Leggi tutto...

GREEN PASS E SCADENZA DURANTE ORARIO DI LAVORO: CONFERMATA POSIZIONE UIL SCUOLA

LA FAQ DEL MINISTERO

Di seguito la FAQ con cui il ministero conferma la nostra posizione in merito alla eventuale scadenza del green pass durante l'orario di servizio e l'impossibilità, da parte del dirigente scolastico, di allontanare il lavoratore dal luogo di lavoro prima che sia terminata l'intera giornata lavorativa.
 "...si rileva che le operazioni di verifica delle certificazioni verdi COVID-19 devono essere svolte prima dell’accesso del personale nella sede ove presta il servizio, e non devono essere ripetute nel corso dello svolgimento dello stesso. Dunque, nel caso in cui, al momento dell’accesso in sede, la certificazione risulti “valida”, il dipendente potrà accedere regolarmente e svolgere la propria attività fino al termine della giornata lavorativa."     Sez 2 FAQ n 1.    https://www.istruzione.it/iotornoascuola/domandeerisposte.html

LAVORATORI FRAGILI: FINO AL 31 DICEMBRE LA MALATTIA NON VIENE CONTEGGIATA NEL PERIODO DI COMPORTO. MA NON PER TUTTI I "FRAGILI"

CIÒ È QUANTO PREVISTO DALLA LEGGE N. 133/2021, DI CONVERSIONE DEL DECRETO-LEGGE N. 111/2021, PUBBLICATA SULLA GAZZETTA UFFICIALE DEL 1° OTTOBRE

fino al 31 dicembre 2021 il personale docente e ATA lavoratore fragile in possesso di:

  • riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (articolo 3, comma 3, della L. 5 febbraio 1992, n. 104);
  • certificazione attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita

potrà svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile, anche attraverso l'adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, ovvero attraverso lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto. Laddove la prestazione lavorativa non possa essere resa in modalità agile, l'assenza dal servizio è equiparata al ricovero ospedaliero e i periodi di assenza non saranno conteggiati nelle assenze per malattia (non sono computabili ai fini del periodo di comporto). Ciò è quanto previsto dalla legge n. 133/2021, di conversione del decreto-legge n. 111/2021, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 1° ottobre, che proroga al 31 dicembre le tutele, solo per tali categorie di personale, originariamente previste fino al 28 febbraio dalle Legge di bilancio e successivamente prorogate al 30 giugno 2021 a seguito di successive modificazioni (art. 26 DL 18/2020, convertito in Legge n. 27/2020, così come modificato dall’art. 15 del DL 41/2021, convertito in Legge n. 69/2021). Pertanto,fino al 31/12/2021, solo per il personale che rientra nelle categorie sopra elencate, laddove la prestazione lavorativa non

Leggi tutto...

PROPOSTA CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO PERSONALE DOCENTE A.S. 2021/22

PUBBLICATO 2° BOLLETTINO INCARICHI A TEMPO DETERMINATO ANNUALI. IN ALLEGATO IL TABULATO

Pubblicazione 2° bollettino proposte di contratto a tempo determinato personale docente a.s. 2021/2022

DECRETO 294/2021: CESSAZIONE DAL SERVIZIO. DOMANDA DI PENSIONE. LA SCHEDA TECNICA UIL SCUOLA

LA SCADENZA PER LA PRENTAZIONE DELLA DOMANDA E' STATA FISSATA AL 31 OTTOBRE 2021. ALLA VIGILIA DELLA PRESENTAZIONE DELLA LEGGE DI BILANCIO CHE CONTERRÀ INEVITABILMENTE MODIFICHE SIGNIFICATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE, I DIPENDENTI SCUOLA SONO CHIAMATI A SCEGLIERE AL BUIO IL LORO FUTURO. I CONSULENTI UIL SCUOLA SONO A DISPOSIZIONE PER IL SUPPORTO AGLI ISCRITTI

In allegato la scheda elabrata dalla segreteria nazionale Uil scuola.  Si rammenta a tutti coloro che devono produrre domanda volontaria (no coloro che vanno d'ufficio ossia i lavoratori che compiono 67 anni entro il 31 agosto 2021) di essere in possenzo dello Spid per accesso al sistema Polis Istanze on line in quanto dal 1 ottobre l'accesso è consentito esclusivamente con spid.

Per consulenza e supporto rivolgersi al Coordinatore e Responsabili pensioni Uil Scuola Frosinone

Coordinatore: Francesco Sciandrone  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.      tel.  3486054572

Responsabili:  Augusto Cataldo          Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.          tel.  3486054571

                       Rita Mastropietro         Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.     tel.  3931150915

                       Amedeo Di Fazio          Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.             tel.  3388115777

Attachments:
File
Download this file (Dimissioni 2022-1.doc)Dimissioni 2022-1.doc

CORSO DI FORMAZIONE NEO ASSUNTI IN RUOLO O CON PASSAGGIO DI RUOLO

LA UIL SCUOLA DI FROSINONE ORGANIZZA PER IL GIORNO 11 OTTOBRE DALLE ORE 16,00 UN CORSO GRATUITO PER TUTTI I NEO IMMESSI IN RUOLO. IN ALLEGATO IL MODULO DI ADESIONE DA INVIARE A Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   SARA' CURA DELLA UIL SCUOLA INVIARE IL LINK DI PARTECIPAZIONE