DALLA PARTE DEGLI ATA: NUOVO INCONTRO AL MIUR

LA UIL CHIEDE UN DIVERSO IMPEGNO DEL MINISTERO PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEL SUO PERSONALE

A nulla valgono azioni divisive che complicano i problemi e creano sfiducia.  

Il 5 aprile 2017 presso il MIUR è proseguito il confronto dei sindacati con i rappresentanti de Dipartimento istruzione e formazione con la presenza del Direttore delle risorse umane e finanziarie, sulle questioni del personale Ata.  I rappresentanti del MIUR hanno riferito rispetto ad alcuni punti critici presentati nell’incontro precedente ed hanno dato una serie di informative sulle attività del ministero a sostegno della gestione amministrativo contabile delle scuole. Per la UIL la distanza delle soluzioni dalle esigenze delle scuole e la dilatazione dei tempi per le risposte mal si coniuga con i proclami di efficentamento del sistema scolastico. E’ ora di cambiare passo e di considerare  tutto il personale scolastico  come attore fondamentale  dei processi di attuazione dell’autonomia scolastica. Non si comprendono divisioni e disparità di trattamento  all’interno dello stesso comparto per lavoratori impegnati ogni giorno nel difficile compito educativo. Un solo esempio: l’esclusione degli ata e dei dirigenti dall’ingresso  gratuito nei musei e nel luoghi della cultura non  trova alcuna giustificazione se sono parte attiva  e diretta della comunità educativa  che si crea all’interno di ciascuna scuola. Come non trovano giustificazione tante altre azioni divisive che l’amministrazione mette in campo che  non aiutano affatto a risolvere i problemi alimentando all’infinito tentazioni corporativistiche.

I temi nel dettaglio in allegato

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL.doc)INFORMATICONUIL.doc

Informazioni aggiuntive