SCUOLA. TURI: POSITIVA INIZIATIVA ANCI SU CITTADINANZA

IN MERITO ALL'INIZIATIVA PER RENDERE OBBLIGATORIA "EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA" NELLE SCUOLE

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Occorre costruire un futuro in cui sia alta la consapevolezza delle norme e della democrazia. Una proposta che ben comprende il valore della scuola per il vivere civile". Lo afferma il segretario generale della Uil scuola, Pino Turi, in merito all'iniziativa promossa dall'Anci, per raccogliere le firme sotto la proposta di legge di iniziativa popolare per rendere obbligatoria la materia di Educazione alla  cittadinanza nelle scuole.    "Un segnale positivo in favore del sistema scolastico italiano,  che  - ricorda Turi - ha gia' messo in atto ampie esperienze  di educazione alla legalita' e alla cittadinanza nelle scuole statali. Per queste stesse finalita', da tempo la Uil Scuola, sta attivando ogni iniziativa e azione, per mantenere e rilanciare i valori costituzionali. Principi, che sono alla base delle garanzie del nostro stato di diritto, della convivenza sociale, delle scuole statali di questo paese".    "Tuttavia - continua il segretario generale della Uil Scuola - la richiesta di un'ora obbligatoria di educazione alla cittadinanza non puo', bastare da sola. Vanno liberate le scuole dall'oppressione burocratica in cui sta cadendo per effetto di pseudo riforme che stanno stravolgendo i valori di riferimento ideali, valori richiamati anche nell'iniziativa dei Comuni. La condizione per ottenere la crescita sociale auspicata - rileva Turi -  si ottiene dando alla funzione docente la dignita' e liberta' che la costituzione gli riconosce.  Cio' in funzione del diritto primario degli studenti, che va garantito. Siamo convinti che occorre costruire un futuro in cui sia alta la consapevolezza delle norme, delle regole e della democrazia. Valori che a scuola si apprendono con gli esempi e che, nella comunita' scolastica,  si realizzano. I valori di solidarieta' e di coesione meritano ambienti in cui tali valori si vivono e una scuola che, invece, di inseguire valori opposti mutuati da modelli neo liberisti, conduca a ampi traguardi di educazione e legalita'", conclude la nota. (ANSA).

Informazioni aggiuntive