NUOVO CONTRATTO SULLA MOBILITA'. INCONTO AL MIUR

 

  Nel caso in cui il movimento avvenga a seguito di preferenza sintetica (comune, distretto o provincia), o di trasferimento d'ufficio o a domanda condizionata, resta la possibilità di ripresentare domanda l'anno successivo.  La Uil rispetto alle aliquote da destinare alle immissioni in ruolo e alla mobilità, ritiene che debba essere effettuato un riequilibrio rispetto agli ultimi due anni in favore della mobilità, prevedendo anche la possibilità di differenziare le aliquote nel corso del triennio.  La mobilità sui posti dei Licei musicali, vista la particolarità delle problematiche specifiche, verrà  affrontata in un'apposita riunione;  La UIL Scuola ha ribadito la necessità di prevedere: 

 ·         la  mobilità professionale verso il ruolo della primaria del personale educativo in possesso dell'abilitazione conseguita tramite concorso ordinario di merito per esami e titoli a personale educativo, questo anche al fine di assorbire l'esubero del settore. Su questo aspetto l'amministrazione si è riservata di fare un approfondimento. 

·         la mobilità anche per i docenti ammessi al terzo anno del FIT.

Nel corso dell'incontro l'amministrazione ha espresso la volontà di limitare i trasferimenti provinciali da sostegno a posto comune. La UIL Scuola è fortemente contraria a questa ipotesi perché questo personale è già vincolato alla permanenza quinquennale su tale tipologia di posto e non è il caso di creare ulteriori vincoli e disparità rispetto agli altri trasferimenti provinciali.  Il prossimo incontro è calendarizzato per il giorno 28 novembre. Per la UIL scuola hanno partecipato Pasquale Proietti, Mauro Panzieri e Paolo Pizzo.

Attachments:
File
Download this file (INFORMATICONUIL-1.doc)INFORMATICONUIL-1.doc

Informazioni aggiuntive