RAGIONERIA DELLO STATO: STIPENDI SCUOLA I PIU' BASSI DELLA PA

TURI: SU STIPENDI DOCENTI PRONTI ALLA MOBILITAZIONE

"La Ragioneria dello Stato conferma la scuola come fanalino di coda con gli stipendi piu' bassi della PA. E' quella che abbiamo definito emergenza stipendiale. Un bel promemoria per la politica. Il dato preso a confronto, il 2008, mostra con chiarezza la scarsa considerazione che, negli anni, i Governi hanno avuto per la scuola considerata un bancomat da cui attingere per il risanamento (mancato) finanziario del Paese". Lo afferma il leader della Uil Scuola Pino Turi. "Le retribuzioni del personale della scuola, scontano il blocco degli scatti, che sono stati recuperati in parte dalla contrattazione collettiva (manca il 2013). Una situazione di affanno che non puo' essere risolta nella normale dinamica del rinnovo dei contratti dei tre milioni di lavoratori del Pubblico impiego, ma merita l'individuazione di specifiche risorse che vadano ad attenuare il gap stipendiale interno e quello esterno con i colleghi europei. Occorre istituire nella prossima legge Finanziaria un capitolo specifico di spesa per l'adeguamento stipendiale dei lavoratori della scuola a cui si chiede tanto e si riconosce poco", prosegue il sindacalista. "Il finanziamento del rinnovo del contratto, in questi termini, e' nelle rivendicazioni unitarie dei sindacati che, insieme alla questione del precariato, al rifiuto alla regionalizzazione del sistema scolastico, all'immissione nei ruoli dei docenti precari, alla semplificazione, mobilita' e valorizzazione professionale degli ATA, rappresentano le rivendicazioni. Se dovessero rimanere inascoltate, sposteremo l'azione sindacale dalla mobilitazione alla protesta in ogni forma possibile. Nelle prossime ore, infatti, avvieremo le procedure per la conciliazione che sono propedeutiche alle azioni sciopero vere e proprie", conclude Turi.

Informazioni aggiuntive