DOCUMENTO UIL SCUOLA SULLA BOZZA DELL'O.M. PER L'ISTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PROVINCIALI E DI ISTITUTO

Si definisce un accesso in seconda fascia di sostegno al personale docente con tre anni di servizio sul sostegno “senza titolo” che sarebbe più opportuno per la stabilizzazione e non per le supplenze, ove si potrebbe pensare ad una preferenza e mai ad una precedenza (altro elemento di illegittimità che porterà ad un sicuro ed ampio contenzioso). Riguardo alla proposta Uil di un concorso riservato per soli titoli per il personale con almeno tre anni di servizio, il Ministro lo ha sempre negato per ragioni di legittimità in relazione alla “professionalità”, dov’è qui la professionalità? La scuola italiana è gestita da un Ministro che utilizza il termine “professionalità” a fasi alterne, a seconda della convenienza sua e di un suo personale progetto.  In questa maniera, sono state anche stravolte le tabelle di valutazione dei titoli. Alcuni hanno visto il loro valore ridotto, altri sono spuntati dal nulla. Risultato: alcuni ci rimetteranno, i precari storici, altri ne saranno avvantaggiati, i neolaureati. Se si voleva cambiare senza danneggiare nessuno perché non partire dal consolidamento dei punteggi già in essere? E ancora si può anche invertire la strada, ma garantendo la transizione ai docenti precari che dopo tre anni di servizio accampano legittime aspettative se non veri e propri diritti.

Informazioni aggiuntive