PETIZIONE A DIFESA DEI DIRITTI DELLE DONNE

NO A FINALE CHAMPIONS LEAGUE IN TURCHIA. INIZIATIVA DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL PIERPAOLO BOMBARDIERI

Carissimi,
come sapete qualche giorno fa la Turchia si è ritirata dalla “Convenzione di Istanbul”, un Trattato sottoscritto da 34 paesi allo scopo di prevenire la violenza contro le donne. Si tratta di un attacco durissimo ai diritti universali delle donne. La Turchia è anche il Paese che ospiterà la finale di Champions League 2021 prevista allo Stadio Olimpico Atatürk di Istanbul, abbiamo scritto all’UEFA per chiedere la modifica della sede. Una proposta, la nostra, che non beneficia di una tempistica favorevole trattandosi del prossimo 29 maggio, ma che assume una dirompente potenzialità simbolica. Ecco perché dovremo riuscire a fare più “rumore” possibile, raccogliendo il maggior numero di adesioni. Il calcio è un palcoscenico globale che amplifica i messaggi e raggiunge luoghi, culture e generazioni. Non possiamo rimanere in silenzio. Aderiamo e condividiamo ovunque la nostra iniziativa, affinché arrivi in modo forte la voce contro qualsiasi violenza di genere. Firmiamo la petizione, al seguente link: Firma la petizione per spostare la finale di Champions League 2021 da Istanbul! (uil.it)
Cordiali saluti.
(PierPaolo Bombardieri)

Informazioni aggiuntive