AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO SICUREZZA 0-6 ANNI

previste dal D. Lgs. 66/2017 e s.m.i. sull’intero territorio nazionale;

Che, la stessa, è stata invitata alla condivisione, ma non alla sottoscrizione dell’accordo proposto, in quanto parte non firmataria; 


Atteso che analoga operazione è stata condotta per tutto il personale scolastico in servizio presso le strutture pubbliche attraverso la sottoscrizione del “Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid 19 per l’a.s.2021/22”, avvenuta il 14  agosto u.s.;

Valutata la necessità di porre attenzione a che le istituzioni scolastiche, mediante accordi con le ASL o con strutture diagnostiche convenzionate, utilizzeranno le risorse straordinarie erogate per finalità coerenti con la gestione della situazione di emergenza sanitaria, per effettuare tamponi diagnostici al personale scolastico (cfr. lett. d – pagg.5 e 6);

Considerato che il riferimento ai lavoratori fragili, di cui il Protocollo fa menzione unicamente al terz’ultimo cpv della pag.22, per individuare apposite misure di tutela anche ricorrendo ad appositi provvedimenti amministrativi, richiederà una trattazione specifica per valutarne la possibile utilizzazione professionale in attività diverse. Ogni diversa accezione riferita al trattamento sanitario (tamponi diagnostici) da riservare agli stessi, deve ritenersi estranea ad ogni regolazione pattizia conclusa con le Organizzazioni Sindacali.

RITIENE che i contenuti del già citato  Protocollo di intesa sulla sicurezza, sottoscritto congiuntamente dalle Organizzazioni Sindacali FLC CGIL CISL SCUOLA  UIL SCUOLA SNALS, debba trovare piena applicazione in tutti gli ambiti scolastici, costituendo la base per la realizzazione delle politiche  poste a tutela dei lavoratori nel più ampio contesto delle norme dirette a perseguire i più alti standard di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.  Una diversa proposta regolativa dell’ambito trattato, non troverà la UIL SCUOLA disponibile a condividere alcun accordo”.

La UIL SCUOLA nel ribadire convintamente la propria posizione, ha preso atto dello stato di estrema confusione che circonda la materia delle misure anticovid 19 che, si precisa, oltre ad essere abbondantemente incompleta, è destinata ad agire in un clima divisivo favorito dalla mancata adozione di misure a tutela di tutto il personale. Al fine di mettere il quadro dirigente UIL SCUOLA nella condizione di maggiore operatività possibile, nelle prossime ore, provvederemo a diffondere un VADEMECUM operativo predisposto dall’ Ufficio legale.  Rimaniamo a disposizione per fornire ogni azione di supporto.

Informazioni aggiuntive