Notizie

LE PROPOSTE DELLA UIL SCUOLA NELLE PAROLE DI PINO TURI

VIDEO INTERVISTA SU TECNICA DELLA SCUOLA

On line sul sito di Tecnica della Scuola la video intervista che il Direttore Alessandro Giuliani ha fatto al Segretario generale, Pino Turi. Qui di seguito la sintesi del testo dell’intervista. Nel link la versione on line con il video.

Concorsi flop, supplenze siano triennali e in ruolo solo chi ha vocazione: le proposte Uil nelle parole di Turi [VIDEO]

Il concorso straordinario della secondaria è nato male e finito peggio; il problema dei posti vacanti si supera con gli organici triennali; il contratto va rinnovato con fondi importanti; l’emergenza Covid va affrontata meglio. Sono le indicazioni di Pino Turi, segretario generale della Uil Scuola, formulate nel corso di una video-intervista rilasciata alla Tecnica della Scuola. Sul concorso riservato, che porterà all’individuazione di 32 mila docenti precari storici, il leader del sindacato Confederale dice di “volere uscire dallo scontro ideologico”, perché “la pandemia non ha aiutato, ma l’errore già c’era: dovevamo assistere infatti ad un concorso rapido, come previsto dall’accordo che avevamo sottoscritto, con i docenti da immettere in ruolo

Leggi tutto...

25 NOVEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

LA SCUOLA HA UN RUOLO FONDAMENTALE NEL PROCESSO DI EMANCIPAZIONE SOCIALE E CULTURALE DEL PAESE


La Uil Scuola non si vuole limitare ad esprime un pensiero intenso di solidarietà, ma una vera e propria rivendicazione di atti - e fatti concreti - che possano superare la drammatica realtà dei dati. Il livello di civiltà di una nazione si misura proprio dalle misure di tutela che è in grado di mettere in atto e dal pieno riconoscimento dei diritti universali che, non possono in nessun modo degradare in un contesto di assuefazione, come quello della violenza sulle donne che risulta inaccettabile. La situazione delle donne non può, in nessun modo, essere vista come condizione di debolezza, né deve rappresentare una condizione di svantaggio sociale, culturale o lavorativo. Ogni forma di divario va superata con la partecipazione e la democrazia. A tal fine, la scuola è il luogo ideale, la sede dell’emancipazione sociale, culturale ed economica. Ritornare ad aprire le scuole deve essere l’impegno principale di tutti. Non un semplice spot, però ma un’apertura capace di durare, per fare scuola. La frammentazione operativa rischia di aggravare ancora le conseguenze di una situazione già difficile. Dobbiamo evitare in ogni modo che siano le donne a pagare i disservizi in un paese ancora indietro in una sfida che è soprattutto culturale. Una svolta che solo una scuola attiva e funzionante, al pieno delle sue potenzialità, può realizzare Per questo servono decisioni coraggiose e lungimiranti. Le celebrazioni servono solo se i decisori politici ed istituzionali passano dalle (belle) parole ai fatti (ancora inconcludenti).

SCHEDA DI LETTURA BOZZA LEGGE DI BILANCIO

SCHEDA E COMMENTO POLITICO IN ALLEGATO LEGGE DI BILANCIO ART. 165 PERSONALE SCOLASTICO

In allegato la scheda di lettura relativa alla Legge di Bilancio 2021.Il disegno di legge, che dovrebbe in questi giorni iniziare l'’iter di alla Camera e al Senato, dovrà essere approvato in via definitiva entro la fine dell’anno, per entrare in vigore dal primo gennaio 2021 come legge dello Stato.

Attachments:
File
Download this file (SCHEDA UIL SCUOLA.doc)SCHEDA UIL SCUOLA.doc

CONTRATTO DIDATTICA IN MODALITA' A DISTANZA. SCHEDA TECNICA DELLA UIL SCUOLA

LE RAGIONI DELLA MANCATA FIRMA DELLA UIL SCUOLA. NECESSARIO UN PRONUNCIAMENTO DEI LAVORATORI

Nella scheda troverete la parte in blu (testo contrattuale) e quella in nero nel riquadro, che rappresenta la nostra posizione politica e il nostro NO alla firma per ogni singolo aspetto che il CCNI ha inteso disciplinare. Ciò rende più chiara la lettura e può essere uno strumento aggiuntivo, insieme naturalmente al documento deliberato dall'esecutivo nazionale già pubblicato il 14 novembre.

PERSONALE ATA: CORSI PER AGGIORNAMENTO PUNTEGGIO GRADUATORIE

LE OFFERTE SONO RISERVATE ESCLUSIVAMENTE AGLI ISCRITTI UIL SCUOLA. IN ALLEGATO LE LOCANDINE CON TUTTE LE SPECIFICHE DEI COSTI E I CONTATTI. PER CHI NON E' IN SERVIZIO L'ISCRIZIONE PUO' ESSERE FATTO CON BOLLETTINO POSTALE IN ALLEGATO DI EURO 25,00 CON VALORE DI ISCRIZIONE PER A.S. 2020/21

I corsi in convenzione sono i seguenti:

Corso Operatore Socio Assistenziale (OSA) in convenzione UILSCUOLA Qualifica Nazionale e Europea valida ai sensi della legge 845 del 1978

Corso Coordinatore Amministrativo in convenzione UILSCUOLA Qualifica Nazionale e Europea valida ai sensi della legge 845 del 1978

Corso di “Addestramento professionale per la Dattilografia” in convenzione UILSCUOLA valore Graduatoria ATA III Fascia: 1 Punto Riconosciuto MIUR – Valido per Aggiornamento ATA 2017 (D.M. 640 del 30 Agosto 2017)

CORSO DI FORMAZIONE GRATUITO NEOASSUNTI PER ISCRITTI UIL SCUOLA

IN ALLEGATO IL MODULO DI ADESIONE DA INVIARE ALLA MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DOCUMENTO DELL'ESECUTIVO NAZIONALE DEL 12 NOVEMBRE SUL CONTRATTO DID E ALTRO. INDETTE ASSEMBLEE TERRITORIALI UIL SCUOLA

PARTITA L'INIZIATIVA DI INDIRE UN REFERENDUM SUL CONTRATTO SULLA DID VERSO IL QUALE RIBADIAMO LA NOSTRA ASSOLUTA CONTRARIETA' PER LE RAGIONI CHE SONO AMPIAMENTE ESPLICITATE NEL DOCUMENTO. IN ALLEGATO ANCHE IL DOCUMENTO DEL CSPI SULLA QUESTIONE DELLA DID, INOLTRE IL DOCUMENTO DELLA CONFERENZA DEI SEGRETARI REGIONALI UIL SCUOLA.

DAL 23 AL 26 SONO STATE INDETTE ASSEMBLEE TERRITORIALI DALLA UIL SCUOLA IN CUI VERRANNO AMPIAMENTE SPIEGATE LE RAGIONI DELLA UIL SCUOLA. INVITIAMO TUTTO IL PERSONALE DELLA SCUOLA A VISIONARE E ADERIRE ALLA RICHIESTA DI CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE CHE SI SVOLGERANNO IN  MODALITA' A DISTANZA

LUNEDI' 23 NOVEMBRE ASSEMBLEA PER LE SCUOLE DEI COMUNI  di Anagni, di Piglio, di Serrone, di Paliano, di Ferentino, di Fiuggi, di Guarcino, di Alatri, di Supino

MARTEDi' 24 NOVEMBRE ASSEMBLEA PER LE SCUOLE DEI COMUNI di Frosinone, di Ceccano, di Veroli, di Ripi, di Amaseno, di Castro dei Volsci, di Boville Ernica

MERCOLEDI' 25 NOVEMBRE ASSEMBLEA PER LE SCUOLE DEI COMUNI di Cassino, di Esperia, di Aquino, di Piedimeonte, di Roccasecca, di Cervaro, di Pontecorvo, di Sant'Elia

GIOVEDI 26 NOVEMBRE ASSEMBLEE PER LE SCUOLE DEI COMUNI di Sora, di Arce, di Broccostella, di Alvito, di Atina, di Arpino, di Ceprano, di Isola del Liri, di Monte S.G. Campano, di Alvito

In allegato il  documento finale dell’esecutivo nazionale UIL Scuola del 12.11.2020 e i materiali che lo accompagnano. Utile una lettura in parallelo del parere CSPI in materia di DDI.  Richiamiamo l'attenta lettura dei documenti nei quali oltre la questione della Did le alte tematiche sul tappeto a cominciare da quella del precariato

DOMANDE DI CESSAZIONE DAL SERVIZIO DEL PERSONALE SCOLASTICO DAL 1 SETTEMBRE 2021

IN ALLEGATO LA CIRCOLARE MISTERIALE E LA SCHEDA UIL SCUOLA E LA NOTA ESPLICATIVA DELLA CIRCOLARE

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

·         Personale docente, educativo ed A.T.A.: 7 dicembre 2020

·         Dirigenti scolastici: 28 febbraio.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE:

·         Dirigenti Scolastici, personale docente, educativo ed A.T.A., ivi compresi gli insegnanti di religione: esclusivamente tramite procedura web POLIS "istanze on line", relativa alle domande di cessazione, disponibile sul sito internet del Ministero.

·         Personale in servizio all'estero: è consentito presentare l'istanza anche con modalità cartacea.

È fissata, infine, sempre al 7 dicembre 2020 la data di scadenza di presentazione della richiesta di permanenza in servizio per raggiungere la contribuzione minima (anni 20) per coloro che compiranno 67 anni entro il 31 agosto 2021. L'istanza, in questo caso, va indirizzata al dirigente scolastico della scuola di servizio in modalità cartacea. Il personale scolastico in servizio all'estero ha facoltà di presentare le dimissioni dal servizio in forma cartacea.

Tutti coloro che intendono avvalersi dell'APE sociale e coloro che chiedono la pensione anticipata in quanto lavoratori precoci o che hanno svolto attività particolarmente gravose (nel comparto scuola i docenti di scuola dell'Infanzia), ottenuto il riconoscimento da parte dell'Inps, presenteranno le dimissioni in modalità cartacea al dirigente scolastico entro il 31 agosto 2021.

Gli ambiti territoriali e le Istituzioni scolastiche cureranno la definizione di tutte le pratiche di valutazione, computo/riscatto, ricongiunzione prodotte entro il 31 agosto 2000 e provvederanno ad inviare le notizie all'Inps, mediante l'applicativo nuova Passweb, entro la data del 5 febbraio 2021.

UIL SCUOLA: SUL CONTRATTO DELLA DDI PROPONIAMO IL REFERENDUM. LA PAROLA AI LAVORATORI

IL TESTO SULLA DIDATTICA A DISTANZA NASCE SULL’ONDA DELL’EMERGENZA E TALE DEVE RIMANERE.  LA DIDATTICA INTEGRATA È ALTRA COSA E IN ITALIA NON C’È NIENTE DI PIÙ DURATURO DI CIÒ CHE È PROVVISORIO. VANNO RIDISEGNATI DIRITTI E OPPORTUNITÀ. NON BASTA UN ATTO AMMINISTRATIVO. SERVE UN VERO CONTRATTO PROFESSIONALE SE NON PROPRIO UNA LEGGE QUADRO CHE INTRODUCA LA DID NELLE SCUOLE. 

Quando un insegnante fa lezione a distanza, fa lezione a casa delle persone. Non sa quali sono le condizioni, chi è all’ascolto, se la lezione viene registrata. Può accadere che si venga interrogati e la valutazione venga contestata, come può succedere che la lezione, frutto di ingegno personale, professionalità maturata negli anni, venga riprodotta e diffusa in barba ad ogni copyright intellettuale.  Contraddizioni negate dal contratto e previste da leggi vigenti. Genitori in smart working e professori in Dad: è un caso che diventa sempre più frequente. Tutti assistono e la chiamano scuola? Va bene, siamo in emergenza e non abbiamo alternative.  Ma quando diventa DDI il contesto cambia; si tratta di introdurre un modello che cambia la vita e la professione, con mille sfaccettature interdisciplinari e dirette responsabilità su docenti, dirigenti, famiglie.

Leggi tutto...

DOMANDE DI PENSIONE. IN ALLEGATO LA SCHEDA UIL SCUOLA

A BREVE LA CIRCOLARE DELL'INPS LA UIL SCUOLA HA SOTTOLINEATO CHE LA SCADENZA DEL 30 NOVEMBRE PROPOSTA DALL'ENTE E' TROPPO RAVVICINATA. IN ALLEGATO LA SCHEDA UIL SCUOLA

Nella giornata del 9 novembre si è tenuto un incontro informativo tra il Ministero dell'Istruzione, l'Inps e le organizzazioni sindacali sulla pubblicazione del decreto annuale sulle pensioni del personale della scuola. Per la UIL Scuola hanno partecipato Francesco Sciandrone, Mauro Panzieri ed Antonello Lacchei. Nella relazione introduttiva, il rappresentante del Ministero ha illustrato la bozza di decreto e informato che la data ipotizzata di scadenza delle domande di dimissioni dal servizio, per accedere al trattamento pensionistico, è quella del 30 di novembre. La UIL Scuola, prendendo atto del contenuto stessa che, tra l'altro, ricalca quello dell'anno precedente, ha segnalato che il termine del 30 di novembre è troppo ravvicinato, considerando che bisognerà dare le dimissioni on line col sistema Polis del Ministero. Abbiamo ribadito la necessità di uno spostamento della data, per consentire di dare il tempo agli interessati di recuperare le credenziali di accesso;  in ordine alla commissione, abbiamo esposto alcune perplessità per quanto riguarda la comunicazione tra Ministero e Inps che - quest'anno - dovrebbe avvenire esclusivamente col sistema passweb. Al termine degli interventi, i rappresentanti dell'Inps hanno mostrato una certa consapevolezza (comunque da verificare) sul problema della comunicazione mediante passweb, accettando la commissione tra Ministero, Inps e Sindacati per rendere più gestibile tale sistema.

RISOLUZIONE CONTATTI COVID PERSONALE ATA

FINALMENTE DATO SEGUITO A QUANTO SEGNALATO CON FORZA DALLA UIL SCUOLA

Con sollievo apprendiamo dell’aggiornamento del sistema NOIPA, disposto su richiesta della Direzione Generale per il personale scolastico del MIUR, con il quale è stata eliminata la clausola risolutiva dei contratti su posto COVID anche per il personale ATA, inizialmente eliminata solo per il personale docente assunto su tali posti. Già lo scorso 30 ottobre avevamo sollevato tempestivamente il problema https://www.orizzontescuola.it/supplenze-ata-e-risoluzione-contratti-covid-daprile-uil-scuola-una-dimenticanza-o-figli-di-un-dio-minore/    evidenziando che, il decreto-legge 104/2020 (Decreto Agosto), ha eliminato la parte contenuta nel Decreto Rilancio che prevedeva per il personale docente e ATA il licenziamento nei casi di sospensione delle attività didattiche in presenza, a seguito dell’emergenza epidemiologica.Siamo e saremo sempre dalla parte della comunità educante nel suo insieme per evitare divisioni che attengono alle tutele e ai diritti faticosamente conquistati e che, in questo momento, sono messi a dura prova.

CONTRATTO DID: TROPPE DOMANDE LASCIATE SENZA RISPOSTA

IL MINISTERO VUOLE CORRERE MA IN MEZZO C’È IL LAVORO, E LA QUALITÀ DELLA VITA, DI MIGLIAIA DI PERSONE. UNA GESTIONE DELL’EMERGENZA CHE NON CI CONVINCE PERCHÉ LE SCELTE CONTRATTUALI RESTANO, I GOVERNI PASSANO

L’abituazione è un luogo di lavoro? La sicurezza come viene configurata? E la privacy?  Un’ora di lezione in presenza equivale ad un’ora on line? Sono solo alcune delle domande lasciate aperte dal contratto sulla didattica a distanza predisposto dal ministero. Siamo in una situazione in corsa, ma questo non significa che non dobbiamo pensare in quali condizioni stanno lavorando gli insegnanti – osserva Pino Turi, segretario generale della Uil Scuola, tra le sigle che ieri hanno preferito non sottoscrivere il contratto integrativo sulla didattica integrata a distanza. Nelle scuole si lavora con preoccupazione e la confusione normativa non aiuta – aggiunge Turi. Il lavoro agile è su base volontaria, ma nella scuola non si applica. La dad, didattica digitale a distanza, è didattica di emergenza. La did, didattica integrata digitale, è didattica oltre l’emergenza. E’ prevista nel profilo delle scuole superiori ma presuppone che le scuole siano aperte, serve ad integrare. Altrimenti si passa alla didattica a distanza che è altro. Bisogna partire da questo – precisa Turi – per comprendere quanto il contratto scritto dal ministero, con la nuova ondata della pandemia, sia stato gestito frettolosamente e in modo inadeguato. Ci sarebbe bisogno del supporto di pedagogisti, psicologi, legislatori per inquadrare in un contratto un mondo che sta cambiando. Le relazioni stanno cambiando, così i luoghi di lavoro, la professionalità docente si sta trasformando. Quello che dobbiamo mettere in sicurezza sono le condizioni personali e ciò che dobbiamo far funzionare sono le dimensioni strumentali. Insieme. Con saggezza, sulla base dei dati e delle condizioni oggettive. Per noi la vera scuola è in presenza, ma anche in sicurezza. Siamo di fronte ad un contratto scritto male e difficile da applicare al punto che è arrivata una nota per migliorarlo. Una circolare – si chiede Turi – può spiegare un contratto?  La gestione dell’emergenza non ci impedisce di vedere e ritrovare il senso di fare scuola con un contratto frettoloso che incide pesantemente  sui diritti ed obblighi del personale: non condividiamo, una gestione dell’emergenza gestiti con la testa orientata al passato. Non è tempo di tavoli, ma di decisioni e di coraggio che vanno contestualizzati al momento che stiamo vivendo.  Le scelte contrattuali restano, i governi passano, come i tavoli che annunciano. In un momento così complesso i riferimenti contrattuali sono la bussola di scelte da fare con ponderazione

CONTRATTO DID: QUANDO LA REALTÀ SUPERA L'IMMAGINAZIONE

C'ERA UNA VOLTA UN CONTRATTO SCRITTO MALE E DIFFICILE DA APPLICARE AL PUNTO CHE SI DECISE DI SCRIVERE UNA NOTA CHE LO MIGLIORAVA. NON BASTÒ E SI MISE UNA TOPPA CON UN DOCUMENTO POLITICO. UIL SCUOLA: È UN METODO CHE NON CONDIVIDIAMO, UNA GESTIONE DELL'EMERGENZA CHE NON CI CONVINCE. LE SCELTE CONTRATTUALI RESTANO, I GOVERNI PASSANO. IN UN MOMENTO COSÌ COMPLESSO I RIFERIMENTI CONTRATTUALI SONO LA BUSSOLA DEI LAVORATORI. SIAMO CONVINTI CHE LA CONDIVISIONE È LA SCELTA PRIORITARIA

 

La pandemia ha sconvolto ogni schema, è vero, ma ciò non ci impedisce di vedere e ritrovare il senso di una operazione che è frutto di una politica divisiva e di contrapposizione che proviene da un ministro con scarsa cultura di governo e con forte propensione a politiche di opposizione, che l'hanno portata a determinare una divisone sindacale, che non vogliamo definire di rottura, ma poco ci manca. La nostra azione non si limiterà ad affermare le nostre ragioni, ma cercheremo in tutti i modi di incrociare una nuova strada unitaria, senza pregiudizi nei confronti degli altri sindacati, ma con un giudizio fortemente negativo nei confronti della politica divisiva del Ministero.  Dalla ministra Azzolina ci dividono modi, metodi di governo e delle relazioni sindacali basati su strategie divisive invece che poggiati sul confronto e sull'ascolto.  La dichiarazione congiunta sottoscritta dall'amministrazione e da alcuni sindacati firmatari del contratto integrativo sulla Didattica a Distanza è stata l'oggetto della convocazione da parte ministeriale di tutte le organizzazioni sindacali, anche quelle che non hanno sottoscritto il contratto integrativo. Per descrivere l'iter di questo contratto potremmo prendere a prestito il titolo del romanzo per ragazzi di Michael Ende: La storia infinita. Un accordo a rate. Oggi un ulteriore passaggio per informare tutte le organizzazioni sindacali dei contenuti di un 'documento politico' che riguarda il ministero dell'istruzione e i sindacati firmatari dell'accordo. Una firma a più tempi, con tanto di testo contrattuale, successiva nota esplicativa e ora il documento politico. C'è voluto un ulteriore incontro, non contestuale alla sottoscrizione, su richiesta legittima di uno dei sindacati firmatari, per chiarire le discrasie tra il contratto e la nota. Segnali chiari di una difficoltà nella stesura del Ccni. Non è un giudizio pregiudiziale il nostro, è volontà di poter discutere del merito di un accordo politico sottoscritto

Leggi tutto...

PUGLIA E APERTURA SCUOLE: SIAMO AL FAI DA TE

NEL PERIMETRO DELLA MAGGIORANZA CRESCONO I CONTRASTI CHE RISCHIANO DI DIVENTARE INSANABILI. A RIMETTERCI SONO DOCENTI, DIRIGENTI E ATA. SCUOLA È FUNZIONE DELLO STATO, L’EMERGENZA SANITARIA VA GOVERNATA IN UN QUADRO DI REGOLE GENERALI

Alle ordinanze, a dir poco singolari, del Presidente Emiliano, il ministro dell’istruzione risponde con una nota di vicinanza e solidarietà. Ci chiediamo: il ministro vive in un altro paese? Non è ministro italiano e dunque anche della Puglia? Di fronte ad un’invasione di campo del Presidente Emiliano, il ministro dell’istruzione, non si può limitare alla solidarietà, deve agire: l’ordinanza è illegittima, va cassata. Il Presidente Conte, che è intervenuto nel commissariamento della sanità in Calabria, sa come si fa. Dobbiamo riconoscere al ministro una affermazione fondante che ci trova concordi: la scuola italiana è quella della costituzione, non servizio a domanda individuale. Ribadisce – sottolinea il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi - ciò che andiamo ripetendo da tempo: la scuola è funzione dello Stato, non c’è spazio per la legislazione concorrente sulla materia scolastica. L’emergenza sanitaria va governata in un quadro di regole generali, altrimenti diventa un far west. La scuola non deve essere terreno di scontro politico, né istituzionale. La stessa costituzione riconosce alla scuola dell’autonomia il compito istituzionale di corrispondere alle esigenze specifiche di famiglie e alunni. Non spetta alla Regione. Stato e Regioni devono realizzare le condizioni di funzionalità e sicurezza alle scuole per realizzare la loro missione. Il problema è proprio questo, lo stanno facendo? – si chiede Turi. A giudicare da ciò che accade sul territorio pugliese, proprio no. I motivi del fallimento di queste politiche lo accreditiamo al modello di gestione politica di tipo populista, che pensa di fare da sé, senza ascoltare le forze attive e produttive del territorio. Si perseguono azioni autoreferenziali -osserva Turi - spinte da messaggi populisti. Alla fine, anche i cittadini arrivano ad assumere convinzioni sbagliate: prima fra tutte quella di vedere la scuola come un servizio socio-assistenziale. I protagonisti di questo scontro rappresentano le facce di una stessa medaglia, quella di un ego irresponsabile. Dobbiamo stare attenti che a rimetterci non siano i lavoratori della scuola che stanno mantenendo una responsabilità che va oltre i loro doveri. Si tratta di una guerra che ha un obiettivo comune, il Coronavius, e servono strumenti diversi dal passato. Abbiamo chiesto e offerto collaborazione innumerevoli volte. E’ ora di dire basta. Si apra immediatamente un tavolo di confronto sindacale per verificare che i lavoratori siano garantiti, nella loro dignità e nella loro salute. Solo così ci sarà spazio per svolgere la funzione indispensabile dello Stato. Di seguito il link della ordinanaza della Regione Puglia

IL MINISTERO COMPLICA LE DISPOSIZIONI DEL DPCM: LA SCUOLA NON È SEDE DI DISCRIMINAZIONI

TURI: SU INCLUSIONE E CATEGORIE A RISCHIO MISURE INADEGUATE E RETROGRADE. SCUOLA REALE È PIÙ AVANTI E RICHIEDE RISPOSTE ADATTE AL MOMENTO DI EMERGENZA

La scuola è istruzione non assistenza Non si può parlare di key worker.

La scuola vale per tutti. La scuola ha una sua vera funzione che è quella di istruire ed educare. Non si possono scaricare sulla scuola esigenze, giuste, ma che attengono ad altre responsabilità e competenze. Gli studenti esclusi dalla didattica in presenza non possono costituire per il ministero un “problema didattico”. Non sono bastate le politiche seguite negli ultimi vent’anni caratterizzate da tagli, contenimento della spesa, politiche neo liberiste, tese a trasformare la scuola da funzione a servizio, adesso anche le istruzioni impartite dal ministero devono dare l’idea di una scuola – dove-non-si-fa-scuola - che deve trasformarsi in un parcheggio assistenziale. Fermo restando il rispetto, la considerazione e la gratitudine che abbiamo nei confronti del personale impegnato in prima linea in questa emergenza, come quello sanitario, siamo convinti che sia un errore di fondo far passare l’idea che sia necessario garantire la presenza a scuola di determinate categorie di alunni piuttosto che altri. Non si può parlare di key worker. La scuola vale per tutti. Le famiglie, i genitori stanno pagando un prezzo altissimo per quello che è un fallimento nelle scelte del Governo e, per la scuola, del ministero dell’istruzione. Non sono stati in grado, dopo due accordi per la sicurezza, impegni finanziari, di garantire la scuola in presenza e in sicurezza per tutti gli studenti e non solo per alcuni.

Attachments:
File
Download this file (COM Nota Mi su DPCM 061120.doc)COM Nota Mi su DPCM 061120.doc

Leggi tutto...

NOTA DEL MI SU ATTUAZIONE DPCM DEL 3 NOVEMBRE

ALCUNE CONSIDERAZIONI DELLA UIL SCUOLA IN MERITO ALLA CIRCOLARE DEL CAPO DIPARTIMENTO (IN ALLEGATO)

La UIL scuola, in merito alla suddetta nota ministeriale esprime alcune considerazioni di merito e segnala quanto segue:
 
1. Esercitazioni pratiche e di laboratorio

Con riferimento alla parte della nota che riguarda le esercitazioni pratiche e di laboratorio da svolgere in presenza, non appare chiaro a quali indirizzi e a quali materie si riferisca. Si corre così il rischio di creare ancora più confusione e di interferire con le attività già programmate dalle scuole in riferimento alla situazione epidemiologica del relativo territorio. Infatti, i "laboratori coreutici e coreografici" nei licei, utilizzati a titolo esemplificativo dalla nota, a parere della UIL sono assimilabili a educazione fisica e all'attività motoria che si svolge in una palestra, e di conseguenza dovrebbero rientrare nella "sospensione di alcune tipologie di insegnamenti che presentano condizioni di rischio più elevato (es. educazione fisica, lezioni di canto, strumenti a fiato, laboratori ad uso promiscuo, ecc.)" come indicato dal documento del Ministero della Salute "Prevenzione e risposta a Covid-19". Inoltre, relativamente allo svolgimento delle lezioni di esecuzione ed interpretazione nei Licei musicali, diversi dirigenti scolastici ritengono che tali attività siano "laboratoriali" per cui da svolgere regolarmente in presenza in orario pomeridiano. A ciò si aggiungono altri due punti di criticità:

  • la maggior parte degli alunni iscritti a questi indirizzi sono pendolari residenti in altri comuni e pertanto soggetti anche a lunghi tempi di percorrenza che difficilmente potrebbero essere compatibili con le attività che si svolgono da casa e comunque non in linea con le decisioni assunte nel DPCM relativamente alla limitazione degli spostamenti, soprattutto nelle zone rosse.
  •  "l'obbligo dell'uso della mascherina per il personale scolastico e per gli studenti con almeno sei anni di età vale, ovviamente, oltre che per il primo ciclo di istruzione, anche per il secondo, per quelle attività che continuano a svolgersi in presenza.", come indicato nel DPCM e nella nota, a nostro avviso non è compatibile con le lezioni dei laboratori coreutici e coreografici che si svolgono al chiuso, con le lezioni di strumento a fiato, canto e laboratorio di musica d'insieme delle stesse sezioni strumentali.

Si segnala inoltre l'anomalia, già presente nella precedente nota ministeriale, per cui in molti casi, abbiamo docenti a scuola e alunni a casa, una contraddizione non solo pedagogico didattica, ma anche in difformità dalla finalizzazione del DPCM che è finalizzato ad evitare gli spostamenti e la tutela della salute di tutti e non solo quella degli alunni.

2.Alunni disabili

L'errore che non vorremmo fosse commesso è quello di considerare le scuole aperte solo per gli studenti disabili e di inserire questi ultimi in una categoria speciale estranea al lavoro della classe. Da una parte, infatti, l'insegnante di sostegno svolge un ruolo e una

Leggi tutto...

NOTA DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE SULLE MAD

LA NOTA RAPPRESENTA UN'ULTERIORE CONFERMA DI QUANTO LA UIL SCUOLA AVEVA PROSPETTATO E RIBADITO AD ORECCHIE MINISTERIALI CHE NON SANNO ASCOLATARE

In allegato la nota MI del 4 novembre la quale dispone, per l'a.s. 2020-21, la possibilità anche per i docenti inclusi nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) o in graduatorie di istituto di presentare domanda di Messa a disposizione (MAD). La nota rappresenta un'ulteriore conferma di quanto la UIL scuola aveva preventivato e prospettato. Avevamo infatti chiesto di regolamentare le MAD ma di non vietare, soprattutto per quest'anno scolastico, la possibilità di presentare domanda di "messa a disposizione" a coloro i quali sono inseriti nelle Graduatorie Provinciale per le Supplenze (GPS) e di istituto. La nostra proposta in merito era suffragata dai numerosi posti vacanti e, soprattutto, dallo stato emergenziale nel quale il paese e quindi anche la scuola, versano. Il Ministero ha "fatto orecchie da mercante" e questi sono i risultati: posti a "iosa" che tuttora non sono stati coperti né dalle immissioni in ruolo ordinarie, né dalla call veloce, né tanto meno dalle GPS. Una nota che genera ulteriore caos a danno dei docenti i quali non hanno prodotto la "messa a disposizione" per cui il posto disponibile nella migliore delle ipotesi, è stato occupato da personale non inserito nelle GPS. I Dirigenti Scolastici giustamente non sanno, a questo punto, come comportarsi per conferire le nomine una volta esaurite le graduatorie, dovendo infatti attendere la ricezione di eventuali domande di messa a disposizione da parte di coloro che, inizialmente esclusi, potranno ora, a seguito della nota, aspirare ad un incarico pur essendo già inclusi in una graduatoria. Il risultato di tale caos sarà che gli alunni continueranno a rimanere senza insegnante a causa di un ministero che ostinatamente procede in modo disorganizzato e secondo le proprie convinzioni pur se smentite dagli eventi (vedi rinvio concorso straordinario). Anche su questo la UIL scuola aveva ragione e denuncerà questa ulteriore ingiustizia che, come al solito, approderà nelle aule dei tribunali.

SCHEDA UIL SCUOLA DPCM 3 NOVEMBRE

IN ALLEGATO ANCHE LA NOTA DEL MI DI RINVIO DEL CONCORSO STRAORDINARIO

In allegato la scheda di lettura UIL Scuola relativa al DPCM del 3 novembre, valido dal 6 novembre al 3 dicembre, con tutte le misure previste per la scuola e, in sintesi, per gli altri settori aggiornata con le modifiche confermate dal Presidente Conte nella conferenza stampa di ieri sera. Inoltre, si allega la nota MI n. 1979 del 4 novembre con la quale il ministero comunica il rinvio delle prove concorsuali per la scuola secondaria di I e II grado (posti comuni e di sostegno). Resta confermato che tale sospensione entrerà in vigore già da oggi 5 novembre. 

DPCM E CONCORSO STRAORDINARIO SCUOLA: LA REALTÀ HA PREVALSO SULL’OSTINAZIONE

IN DECINE DI MIGLIAIA RIMASTI FUORI DALLE PROVE. IL PERCORSO È SALTATO: NATO MALE È FINITO PEGGIO. ORA SERVE UNA SESSIONE SU RECLUTAMENTO

La pandemia ha prevalso sulle narrazioni di questi mesi, sprecati ad inseguire gli eventi e supportare posizioni di parte. La realtà ha prevalso sulla narrazione: serve un atto di responsabilità e non limitarsi alla sospensione del concorso straordinario, ma serve una sessione di discussione che riguardi il reclutamento – commenta Pino Turi, segretario generale Uil Scuola, in merito alla sospensione dei concorsi pubblici prevista nel nuovo Dpcm. Il percorso è saltato e va riprogrammato. C’è qualcuno che possa pensare ancora che la convivenza tra il concorso ordinario e lo straordinario possa ancora reggere? Si tratta di agire e presto per non pregiudicare anche il prossimo anno scolastico. Un tema che riguarda centinaia di migliaia di lavoratori che hanno acquisito anni ed anni di esperienza per i quali serve una selezione sui titoli, sul curriculum, con una prova finale di verifica. Non vanno misurate capacità enciclopediche ma verificate le capacità professionali, quelle che si apprendono in classe, con i ragazzi. Dobbiamo, ora più che mai – sottolinea Turi – pensare ad una sorta di percorso integrato pluriennale che abbia come finalità quella della continuità didattica. Il sistema scolastico ha caratteristiche tali da richiedere percorsi costituzionali di reclutamento, come quelli che la scuola ha sempre avuto. Il Dpcm ha sospeso tutti i concorsi pubblici e privati eccetto quelli che si svolgono per valutazione telematica o per curricula (allora esistono concorsi costituzionali diversi?), proprio quelli che erano stati concepiti e sottoscritti con gli accordo governativi presi con i predecessori dell’attuale ministro che peraltro, nella sua vita da sottosegretario, aveva anche condiviso – osserva Turi- Ci auguriamo che non si pensi a riprendere, acriticamente, il percorso interrotto – aggiunge Turi. Un percorso già pregiudicato, nella sua iniquità, dall’esclusione di molti candidati, che non hanno potuto partecipare per ragioni a loro non imputabili. L’interruzione del calendario delle prove, a nostro parere – sottolinea Turi - archivia un concorso nato male e continuato peggio, che ora mette i candidati in posizioni diversificate.  Ancora altre disparità di trattamento. Questo dpcm archivia il concorso e apre una strada di riflessione nuova che serve – propone il segretario della Uil Scuola - a mettere il prossimo anno scolastico nelle condizioni di avviarsi senza ritardi didattici ed educativi. Serve un piano nuovo di reclutamento. Non è tempo di polemiche o di rimpianti.

DPCM: LA SCUOLA NE ESCE DIMEZZATA

SERVE UN CLIMA DIVERSO DI DIALOGO E CONFRONTO A CUI ABBIAMO OFFERTO LA PIENA DISPONIBILITÀ

E’ una scuola dimezzata quella che ci consegna il nuovo Dpcm – commenta Pino Turi , segretario generale Uil Scuola, dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale delle nuove misure prese dal Governo per il contenimento del Covid. La didattica a distanza sarà al 100% per gli studenti delle scuole di secondo grado, e nelle zone rosse si porta dietro anche due anni della secondaria di primo grado. Restano salve la scuola dell’infanzia e primaria anche se serve dare loro sicurezza e certezze cha ancora non hanno. Si impedisce a parte della popolazione studentesca di uscire di casa – osserva Turi – ma la frequenza delle scuole non è impedita per l’uso dei laboratori e per l’integrazione (sic!) dei ragazzi disabili. Speriamo che ci sia un intervento urgente di modifica. Devono essere le singole scuole autonome a progettare sia dell’uso dei laboratori che l’integrazione. Pensiamo ad una integrazione ‘muraria’? - chiede polemicamente Turi. Come si può pensare che un alunno con disabilità possa essere in un locale della scuola e vedere i suoi compagni di classe attraverso uno schermo? Sarebbe questa l’integrazione? A noi sembra esattamente il contrario. L’alunno disabile deve essere insieme ai suoi compagni di classe, nella scuola. Bisogna considerare le scelte del dpcm urgenti, ma transitorie. Questo periodo deve servire per fare ciò che non si è fatto: presidi sanitari finalizzati a circoscrivere i focolai di infezione e al loro tracciamento; gestione delle quarantene; attivazione di trasporti dedicati coerenti per tempi e luoghi con le attività didattiche; protocollo di sicurezza adeguato alle contingenze attuali. Si deve recuperare il tempo perduto, senza fretta, ma con rapidità. Serve un clima diverso di dialogo e confronto a cui abbiamo offerto la piena disponibilità. Bisogna ripartire da posizioni scevre da condizionamenti ideologici e precostituiti. Diverse dal passato. Un esempio? I concorsi. A questo punto il percorso è saltato e va riprogrammato. Serve un atto di responsabilità e non limitarsi alla sospensione del concorso straordinario. Serve una sessione di discussione che riguardi il reclutamento. L’interruzione del calendario delle prove, a nostro parere, archivia un concorso nato male e continuato peggio: Non è tempo di polemiche o di rimpianti occorre seguire l’insegnamento e il monito del Presidente Mattarella: mettiamo da parte ogni posizione di pregiudizio ideologico  e rapidamente costruiamo le condizioni per la scuola in presenza e in sicurezza. Per farlo bisogna creare un clima positivo di confronto e non di scontro.

OFFERTA FORMATIVA IRASE PER LE SCUOLE E PER IL PERSONALE DOCENTE

L'IRASE NAZIONALE IN COLLABORAZIONE CON IRASE FROSINONE PROPONE IN ALLEGATO IL CATALGO DELL'OFFERTA FORMATIVA PER LA SICUREZZA E QUELLO PER L'OFFERTA FORMATIVA PER LE SCUOLE E IL PERSONALE DOCENTE

In allegato l'offerta formativa per le scuole relativa a: sicurezza e salute, sicurezza e privacy, educazione ambientale.  Pre informazione su costi e organizzazione del lavoro in base alle esigenze specifiche delle scuole rivolgersi all'Ing MARCO BALDACCINI tel 3475066802

Inolte, sempre in allegato il cataogo completo per la formazione del personale docente da cui possono attingere i singoli docenti o le scuole in base alle loro esigenze formative. Per informazione sui costi e modalità di accesso inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. con indicazione di recapito telefonico e sarete contattati al più presto, oppure rivolgetevi alla Prof.ssa ANNA MARIA PESCOSOLIDO tel. 3381934695

RIAVVIATO IL CONFRONTO SUL PROTOCOLLO DI SICUREZZA PER LA SCUOLA

UN TAVOLO COSTITUITO CHE NON HA MAI FUNZIONATO

Finalmente, dopo più di tre mesi dall’ultima riunione, il Dipartimento delle risorse umane e finanziare del MIUR ha convocato il “Tavolo nazionale permanente sulla sicurezza”. “Un tavolo costituito che non ha mai funzionato” - è quanto ha dichiarato Pino Turi durante l’incontro - e i risultati sono evidenti. Dopo la sottoscrizione dell’accordo sulla sicurezza che serviva per consentire di riaprire le scuole in presenza e in sicurezza a settembre scorso, il compito del tavolo nazionale sulla sicurezza doveva essere quello di gestire e cercare le giuste soluzioni ai problemi di sicurezza delle diverse realtà scolastiche territoriali attraverso l’intermediazione dei tavoli regionali. Era necessario approfittarne proprio quando la pandemia aveva allentato la curva dei contagi e invece non è mai stato convocato a dispetto di scelte unilaterali a cui, evidentemente, l’apporto delle organizzazioni sindacali non era necessario. Oggi raccogliamo i cocci di una situazione di per sé esplosiva che scarica sul personale e sui Dirigenti Scolastici tutte le responsabilità di una situazione ulteriormente complicata da nuovi problemi e da nessuna soluzione; un clima di completa sfiducia che scaturisce dalla mancanza di coordinamento e solidarietà tra i diversi Ministeri e i sindacati che, comunque, rappresentano il personale della scuola che tutti i giorni, in prima linea, si espone per far si che la scuola continui a rimanere aperta. La UIL Scuola ha ribadito, anche nell’incontro odierno, che servivano e servono ancora presidi sanitari e di tracciamento in tutte le scuole non solo per garantire la sicurezza di tutto il personale e degli alunni ma anche per poter capire se la scuola è un luogo sicuro nel quale il virus è poco presente. Non un approccio polemico quello della UIL ma un appello alla totale coesione; un approccio costruttivo per contribuire alla stesura di norme comportamentali che comunque non possono essere uguali per tutto il territorio nazionale. E’ necessario rappresentare alle persone la vera realtà attraverso il linguaggio della verità e nel contempo servono scelte politiche che pongano al centro la salute delle persone, la sicurezza dei lavoratori e degli studenti. La UIL Scuola ha inoltre chiesto di conoscere i dati relativi all’incidenza epidemiologica all’interno delle scuole e ha suggerito, al capo dipartimento Dott.ssa Boda, di farsi portavoce con il Dottor Arcuri affinchè si possa sostituire, almeno nelle scuole dell’infanzia e primaria, la dotazione delle mascherine chirurgiche la cui protezione per chi le indossa è molto limitata con quelle FFP2 che, diversamente, proteggono anche chi li indossa.

QUESTA MATTINA INCONTRO SINDACATI SCUOLA, CONFEDERAZIONI, MINISTRO ISTRUZIONE

UIL: SULLA SCUOLA FERITE APERTE. SERVONO DECISIONI DIVERSE. TURI: C’È DISPONIBILITÀ MA A PATTO DI UN CAMBIO DI LINEA POLITICA CHE PASSI DALLE DECISIONI IN SOLITUDINE A MISURE CONDIVISE

E’ un giudizio critico sulle scelte di politica scolastica di questo governo quello che esce dall’incontro di questa mattina tra confederazioni, sindacati scuola i e ministro Azzolina. Una politica caratterizzata da mancanza di dialogo e confronto, tanto da avere di fatto eliminato ogni forma vera di partecipazione sindacale – così Pino Turi in apertura del suo intervento. Le relazioni sindacali sono al lumicino. I pochi atti negoziali, come il protocollo sulla apertura delle scuole in presenza e in sicurezza, sono stati sostanzialmente disattesi. Serve un clima di fiducia, i lavoratori della scuola sono persone perbene, agiscono responsabilmente, ma non si sentono rappresentati dalle decisioni di questo governo. Ci sono ferite aperte nel corpo sociale della scuola: i precari che stanno facendo un concorso in pandemia, partito male che sta andando peggio. Sono oltre 7 mila le persone rimaste fuori senza prove di suppletive. Si è in tempo ancora per sospenderlo, per trovare soluzioni – ammonisce Turi. Resta una ferita aperta anche la vicenda dei Dsga facenti funzione. Noi continuiamo a dare la nostra disponibilità ma solo se si manifesta la volontà del ministro di cambiare registro e aprire una fase nuova delle relazioni sindacali. C’è un problema di tenuta democratica di questo Paese. Non servono ragionamenti tattici, bisogna avere una visione strategica. Questo incontro apre sul mondo reale, deve essere un primo passo per un cambio di rotta della politica scolastica. Abbiamo obiettivi condivisi ma strade che non si sono incrociate. Per quanto riguarda la contrattazione - ha aggiunto Turi richiamando la questione aperta del contratto integrativo sulla Dad - è uno scambio, è sempre possibile, a patto che venga rispettata la condizione imprescindibile di tutela dei lavoratori. Servono tempi e modi per mettere in piedi contratti condivisi che servono alla scuola e non alla burocrazia.

PERSONALE ATA: RISOLUZIONE CONTRATTI COVID . UNA DIMENTICANZA O FIGLI DI UN DIO MINORE?

IL DECRETO LEGGE 104/2020 E' CHIARISSIMO SULLA CONDIZIONE CHE RIGURADA DOCENTI E ATA. LA UIL SCUOLA SI VUOLE AUGURARE CHE SIA UNA MERA DIMENTICANZA, VICEVERSA SI APRIRÀ UN PROBLEMA NON SOLO GIURIDICO MA POLITICO. LA COMUNITÀ EDUCANTE NON VA DIVISA. SE QUALCUNO PENSA CHE LE PERSONE PRIMA SI USANO E POI SI GETTANO, HA CAPITO MALE!

Dalle segnalazioni che stanno giungendo alla scrivente segreteria nazionale, l'ultimo aggiornamento del sistema NOIPA, disposto su richiesta della Direzione Generale per il personale scolastico del MIUR, riporterebbe l'eliminazione della clausola risolutiva dei contratti su posto COVID per il solo personale docente ed educativo non includendo quindi anche il personale ATA. In particolare i contratti di assunzione su posto COVID, per il personale ATA, attualmente riportano la seguente dicitura: "…In caso di sospensione dell'attività in presenza, il presente contratto di lavoro si intende risolto per giusta causa, senza diritto ad alcun indennizzo…".  A tal proposito è utile ricordare che con l'approvazione del decreto-legge 104/2020 (Decreto Agosto) è stata eliminata la parte contenuta nel Decreto Rilancio che prevedeva per tale personale (docente e ATA) il licenziamento nei casi di sospensione delle attività didattiche in presenza, a seguito dell'emergenza epidemiologica. Al fine di una maggiore comprensione della modifica apportata si riporta

Leggi tutto...

Altri articoli...

  1. CIRCOLARE MINISTRO DELLA SALUTE SU ISOLAMENTO E QUARANTENA
  2. DAD: DI CONTRATTO NON C'È PROPRIO NIENTE. CRONACA DI UNA TRATTATIVA DI 48 ORE CON TERMINE FINALE ALLE ORE 18.00 DI DOMENICA
  3. IL GOVERNO FRENA L’ITALIA MA LASCIA APERTI I CONCORSI
  4. CONCORSO STRAORDINARIO: ISTANZA DI RICHIESTA PROVA SUPPLETIVA PER CHI E' IMPOSSIBILITATO A PARTECIPARVI PER L'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA
  5. APERTURA SEDI UIL SCUOLA SOLO PER APPUNTAMENTO
  6. CONCORSO? L'IDEOLOGIA HA UCCISO IL BUON SENSO
  7. STOP ALL’ORGANICO COVID: CALCOLI SBAGLIATI, RISORSE CHE NON BASTANO E I CONTRATTI SI BLOCCANO
  8. RICORSO SOSPENSIONE CONCORSO STRAORDINARIO. IL TAR RESPINGE IL RICORSO COMUNICAZIONE UFFICIO LEGALE
  9. CONCORSO STRAORDINARIO: SALE LA PROTESTA PER UN CONCORSO INUTILE E DANNOSO
  10. APPLICAZIONE DPCM: LA NOTA ALLE SCUOLE SCENDE DALL'ALTO A SCATOLA CHIUSA
  11. LA SCUOLA DI NUOVO ALLA SFIDA DEL COVID
  12. NUOVO DPCM E DECRETO AGOSTO E LE ALTRE ASSENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA
  13. ALUNNI E STUDENTI FRAGILI ISTRUZIONI OPERATIVE Ordinanza Ministeriale n. 134 del 09.10.2020
  14. PRECARI: IERI PRESIDIO PRESSO LA PREFETTURA DI FROSINONE
  15. CALENDARIO CONVOCAZIONE PER NOMINE A TEMPO DETERMINATO - POSTI DI SOSTEGNO
  16. SCUOLA: DOMANI POMERIGGIO LE INIZIATIVE DI PROTESTA NELLE CITTÀ ITALIANE PER RENDERE STABILE IL LAVORO E SICURE LE SCUOLE
  17. PRECARI: SIT IN - PRESIDIO DAVANTI ALLA PREFETTURA DI FROSINONE MERCOLEDI' 14 OTTOBRE
  18. GPS: RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO PER LA MANCATA ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO CORRETTO
  19. TURI: PER I LAVORATORI FRAGILI SERVE UN PROVVEDIMENTO SPECIFICO DI SALVAGUARDIA. DL AGOSTO NEL TESTO PASSATO ALLA CAMERA ANCORA NON CI SIAMO
  20. SCUOLA E COVID: TURI: MINISTRO COMUNICHI PERIODICAMENTE VERI NUMERI DEL MONITORAGGIO
  21. DIFFIDA PER CONCORSO STRAORDINARIO. COMUNICAZIONE DELL'UFFICIO LEGALE
  22. MOBILITAZIONE NAZIONALE PRECARIATO SCUOLA DEL 14 OTTOBRE
  23. FONDO PER IL MIGLIORAMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA: LA SCHEDA UIL SCUOLA
  24. LE PROPOSTE DELLA UIL PER UN MIGLIORE E RINNOVATO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
  25. TURI: IL MINISTRO NON VEDE ERRORI. GLIELI NASCONDONO O NON SA CAMBIARE ROTTA
  26. CONCORSO STRAORDINARIO: LETTERA DEI SINDACATI SCUOLA AI GRUPPI PARLAMENTARI
  27. RISOSRSE ALLE SCUOLE: LE RSU POSSONO AVVIARE LA CONTRATTAZIONE
  28. CONCORSO STRAORDINARIO. 32MILA POSTI A BANDO
  29. CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLA SALUTE 30847/2020 RECANTE "RIAPERTURA DELLE SCUOLE. ATTESTATI DI GUARIGIONE DA COVID-19 O DA PATOLOGIA DIVERSA DA COVID-19 PER ALUNNI/PERSONALE SCOLASTICO CON SOSPETTA INFEZIONE DA SARS-COV-2"
  30. MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA SCUOLA. ROMA PIAZZA DEL POPOLO ORE 15,30
  31. SCUOLA: TURI (UIL), SI DESECRETI RAPPORTO BIANCHI UTILE PER RECOVERY FUND
  32. ASSEMBLEA NAZIONALE UNITARIA QUADRI E DELEGATI
  33. CALENDARIO CONVOCAZIONI PERSONALE DOCENTE A.S. 2020/21
  34. GPS: PUBBLICAZIONE GRADUATORIE AGGIORNATE PER LA PROVINCIA DI FROSINONE - POSTI COMUNE
  35. RISCATTO PERIODO DI STUDIO CONSERVATORIO
  36. SCUOLE SEDE DI SEGGIO ELETTORALE: UTILIZZAZIONE DEL PERSONALE. LA SCHEDA UIL SCUOLA
  37. CONFERENZA STAMPA DEI SINDACATI SCUOLA OGGI SULLA PAGINA FACEBOOK DELLA UIL SCUOLA
  38. LAVORATORI FRAGILI: LA SCHEDA DI DETTAGLIO UIL SCUOLA
  39. CHIARIMENTI NOTA GPS E SCHEDA DETTAGLIATA UIL SCUOLA
  40. LAVORATORI FRAGILI LA CIRCOLARE VA BENE COME MISURA DI EMERGENZA. PRESTO IN CDM UN PROVVEDIMENTO CHE CONSENTA DI NON RESTARE SENZA STIPENDIO
  41. LAVORATORI FRAGILI: CIRCOLARE MINISTERIALE CON INDICAZIONI OPERATIVE PER LE PROCEDURE DI COMPETENZA DEI DIRIGENTI SCOLASTICI IN RIFERIMENTO AL PERSONALE A TEMPO DETERMINATO E INDETERMINATO
  42. CALENDARIO CONVOCAZIONE A TEMPO DETERMINATO DOCENTI - POSTI DI SOTEGNO -
  43. ATA: NOMINA A TEMPO DETERMINATO
  44. GIORNATA DI MOBILITAZIONE PER IL LAVORO
  45. SUPPLENZE PERSONALE ATA: LA SCHEDA UIL SCUOLA
  46. PUBBLICATA CIRCOLARE PER LE SUPPLENZE. SCHEDA UIL SCUOLA
  47. SUPPLENZE. CONVOCAZIONI ED EFFETTI SUL MANCATO PERFEZIONAMENTO DEL RAPPORTO DI LAVORO - SCHEDA UIL SCUOLA
  48. GPS: USCIRE DALL’IMPASSE. GARANTIRE I DIRITTI
  49. SUPPLENZE IL REPORT DELLA RIUNIONE AL MI DEL 4 SETTEMBRE. LA PROPOSTA UIL SCUOLA DURANTE L'INCONTRO CHE SI È TENUTO AL MIUR SULLA CIRCOLARE DELLE SUPPLENZE
  50. GPS: MODELLO RECLAMO AVVERSO GRADUATORIA PROVINCIALE PER LE SUPPLENZE
  51. GPS: ATTO DI DIFFIDA E MESSA IN MORA
  52. GPS, IL GIOIELLO NORMATIVO DELLA MINISTRA IN FRANTUMI: ERRORI, PUNTEGGI SBALLATI, VALUTAZIONI DEI SERVIZI INESATTE. NEANCHE L’ALGORITMO DI RENZI FECE TANTO
  53. GPS: ACCESSO CIVICO E DIFFIDA
  54. CALL VELOCE: MIGLIAIA DI POSTI RESTERANNO VUOTI DA NORD A SUD. PER ITALIANO, MATEMATICA E SOSTEGNO ANCORA MIGLIAIA DI CATTEDRE VACANTI
  55. MOF ALLE SCUOLE: SIGLATO IL CONTRATTO INTEGRATIVO
  56. MEMORANDUM UIL SCUOLA PER INIZIO ANNO
  57. CALL VELOCE SCADENZA DOMANDE IL 2 SETTEMBRE ALLE 23,59
  58. LA FAVOLA DI PIA E PAI. MENTRE SI CERCA DI FAR PARTIRE LA SCUOLA IL PERICOLO PRINCIPALE SONO I BUROCRATI. SERVONO RESPONSABILITA' E CORRETTEZZA
  59. ASSEGANZIONE PROVVISORIA E UTILIZZAZIONE DOCENTI. IL DOCUMENTO UNITARIO DELLE SEGRETERIE REGIONLI
  60. RICHIESTA DELLA UIL SCUOLA DI DESTINARE AL RUOLO TUTTI POSTI DISPONIBILI E VACANTI
  61. AZZOLINA CONTRO I SINDACATI: UN CLASSICO ITALIANO GRIDARE AL COMPLOTTO PER NASCONDERE LE PROPRIE INEFFICIENZE
  62. ATA: IL CONTINGENTE PER LE IMMISSIONI IN RUOLO
  63. PER RIENTRARE A SCUOLA CON UN PIENO DI ENERGIA
  64. NOMINE IN RUOLO: ASSEGNAZIONE CLASSE E PROVINCIA CON I NOMI IN ORDINE ALFABETICO
  65. INCONTRO SUI BANCHI NELLE SCUOLE AL MINISTERO. COMUNICATO UNITARIO
  66. SEDI DISPONIBILI PER IMMISSIONI IN RUOLO NELLA REGIONE LAZIO
  67. OPERAZIONI DI INIZIO ANNO. DAL MINISTERO NESSUNA RISPOSTA CONCRETA
  68. FASE 2 PER IMMISSIONI IN RUOLO: POSTICIPATE LE DATE
  69. DIPLOMATI MAGISTRALI: UN'INTERPRETAZIONE FORMALE, BUROCRATICA E VESSATORIA
  70. IMMISSIONI IN RUOLO ATA. LA UIL CHIEDE DI PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI
  71. DOCENTI: TURNI CONVOCAZIONE DA GRADUATORIE DI MERITO
  72. LE PROCEDURE E LA TEMPISTICA IMMISSIONE IN RUOLO DOCENTI PER L’ANNO SCOLASTICO 2020/2021 DA GM16, GM18, GAE E FASCE AGGIUNTIVE
  73. GRADUATORIE PERMANENTI ATA DEFINITIVE PER LA PROVINCIA DI FROSINONE
  74. FACOLTA' ASSUNZIONALI REGIONE LAZIO. BOZZA DDG
  75. IMMISSIONI IN RUOLO 2020/21: SCHEDA TECNICA UIL SCUOLA E NUOVA PROCEDURA INFORMATICA
  76. RICHIESTA CHIARIMENTI AL MINISTERO SU IMMISSIONI IN RUOLO
  77. NOMINE IN RUOLO 2020/21
  78. IMMISSIONI IN RUOLO ATA. REPORT DELLA RIUNIONE DEL 7 AGOSTO
  79. PROTOCOLLO DI INTESA PER L'AVVIO DELL'ANNO SCOLASTICO. LA SCHEDA UIL SCUOLA
  80. IL CONTINGENTE DELLE IMMISSIONI IN RUOLO 2020/21
  81. FIRMATO IL PROTOCOLLO PER LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE IN SICUREZZA SICUREZZA. ORA CI SONO IMPEGNI POLITICI A GARANZIA DEL LAVORO E DELLE PERSONE
  82. UN MILIONE DI DOMANDE CON REGOLE NUOVE. E' CAOS CALMO
  83. UIL: SCELTA STRATEGICA È PASSARE DALLA POLITICA DEI BANCHI A QUELLA DEGLI ORGANICI
  84. RIENTRO IN PRESENZA E SICUREZZA: DOVE SONO I RISULTATI DEL LAVORO DELLA TASK FORCE MINISTERIALE?
  85. AVVERTENZE SULLA COMPILAZIONE DELLE GRADUATORIE. GRAVE IL FATTO CHE I CANDIDATI NON POSSANO VEDERE IL PUNTEGGIO
  86. CONSULENZA PER SUPPORTO ALL'ISCRIZIONE ALLE GRADUATORIE GPS. COMUNICAZIONE IMPORTANTE
  87. GPS APERTE LE FUNZIONI DAL 22 LUGLIO AL 6 AGOSTO
  88. APERTURA IN SICUREZZA DELLE SEDI UIL SCUOLA. LE MODALITA' E GLI ORARI
  89. NUOVE GRATUATORIE PROVINCIALI (GPS). LA SCHEDA UIL SCUOLA
  90. TOCCAFONDI GUARDA AL CONCORSO E PENSA ALLE SCUOLE PRIVATE
  91. SCHEDA FERIE UIL SCUOLA
  92. GPS. GRADUATORIE PROVINCIALI SUPPLENZE. QUANDO SEMPLIFICAZIONE FA RIMA CON CONFUSIONE
  93. CONFERENZA STAMPA SINDACATI SCUOLA
  94. AFFIDAMENTO DI INCARICHI DIRIGENZIALI E MOBILITA' DS CON EFFETTO DAL 1 SETTEMBRE 2020
  95. LA MINISTRA SBAGLIA ORIZZONTE LA SCUOLA E' FATTA DI PERSONE NON DI MACCHINE
  96. GPS GRADUATORIE PROVINCIALI PER LE SUPPLENZE. ORDINANZA MINISTERIALE
  97. URGENTI LE MISURE PER IL PERSONALE TURI: MINISTRO GUARDI A PERSONE PIÙ CHE A ARREDI
  98. PIANO DI FORMAZIONE NAZIONALE PER L’INSEGNAMENTO DELL’EDUCAZIONE CIVICA
  99. ATA 24 MESI: COMPILAZIONE DELL'ALLEGATO "G" PER LA SCELTA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE
  100. CONCORSO STRAORDINARIO PER IL RUOLO. DOMANDA DALL'11 LUGLIO AL 10 AGOSTO
  101. QUELLI DELL'AZZOLINA SONO NUMERI IRREALI
  102. DOCUMENTO UIL SCUOLA SULLA BOZZA DELL'O.M. PER L'ISTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PROVINCIALI E DI ISTITUTO
  103. ISTITUZIONE DELLE FASCE AGGIUNTIVE ALLE GRADUATORIE DEI CONCORSI DEL 2018
  104. SUPPLENZE: ANCORA CAOS. IL MINISTERO DECIDE LA LINEA DI ROTTURA
  105. SENTENZA DEL GIUDICE DEL LAVORO PROMOSSA DALLA UIL SCUOLA E DALLE ALTRE OO.SS CHE DA RAGIONE ALLE POSIZIONI DEL SINDACATO CHE CHIEDEVA IL RISPETTO DELLE NORME E DEL CONTRATTO
  106. SUPPLENZE GRADUATORIE PROVINCIALI. IN ALLEGATO IL REPORT DELLA RIUNIONE
  107. LA SCUOLA VA ALLE OLIMPIADI: PRONTA LE STAFFETTA TRA PRECARI
  108. MISURE DI SOTEGNO AL REDDITO: LA SCHEDA UIL
  109. CONCORSO STRAORDINARIO. COMPILIMENTI MINISTRA BEL RISULTATO!!!!
  110. UIL: UNA NETTA PRESA DI DISTANZA DAL PIANO DEL GOVERNO
  111. PIANO COLAO: CHE COSA C'E' PER LA SCUOLA?
  112. DL BILANCIO E CONCORSO RISERVATO SOSTEGNO
  113. GAE: AGGIORNAMENTO ANNUALE PER INSERIMENTO TITOLI DI RISERVA E DI SOSTEGNO
  114. PRECARI: CONCORSO RISERVATO. IL DOCUMENTO DELL'ESECUTIVO NAZIONALE
  115. CONCORSO ORDINARIO SCUOLA SECONDARIA E PER INFANZIA E PRIMARIA. LE SCHEDE TECNICHE UIL SCUOLA
  116. CONCORSO ORDINARIO: LA TABELLA DI RIPARTIZIONE DEI POSTI
  117. FERIE: SCHEDA TECNICA UIL SCUOLA
  118. FERIE PERSONALE DOCENTE E ATA. NOTA UNITARIA OO.SS. LAZIO
  119. SCUOLA DELL’INFANZIA: VERSO LA PROROGA DELLA SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE AL 30 GIUGNO
  120. CHIAMATA VELOCE IMMISSIONI IN RUOLO: SCHEDA TECNICA UIL SCUOLA
  121. PROCEDURA STRAORDINARIA PER L'ABILITAZIONE. SCHEDA TECNICA
  122. DOPO LO SCIOPERO LA SCUOLA AL CENTRO DELLA CRONACA
  123. L'INCLUSIONE DOPO COVID 19
  124. LA SCUOLA E' BUONA E I SINDACATI CATTIVI. UNO STORYTELLING CHE NON INCANTA PIU' NESSUNO. LE INDICAZIONI PER LO SCIOPERO DELL'8 GIUGNO
  125. INCONTRO CON AZZOLINA E CONTE TOTALMENTE INCONCLUDENTE. CONFERMATE LE RAGIONI DELLO SCIOPERO DELL'8 GIUGNO
  126. 8 GIUGNO SCIOPERO GENERALE DELLA SCUOLA
  127. GRADUATORIE D'ISTITUTO: INOLTRO PER VIA TELEMATICA E VALUTATE DA AMBITO TERRITORIALE PROVINCIALE
  128. 2 GIUGNO FESTA DELLA REPUBBILCA
  129. ORGANICI ATA REGIONE LAZIO
  130. 8 GIUGNO SCIOPERO DELLA SCUOLA
  131. EMENDAMENTI AL DECRETO SCUOLA. SCHEDA UIL SCUOLA
  132. 16000 NUOVI POSTI SECONDARIA MA SENZA PERSONALE DA ASSUMERE
  133. UIL: NO A DIRIGENTI CHE ORGANIZZANO VISITE MEDICHE PER LAVORATORI "FRAGILI"
  134. SUI PRECARI UN ACCORDO TOTALMENTE INADEGUATO RISORSE INSUFFICIENTI PER TORNARE A SCUOLA IN SICUREZZA PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE
  135. CONCORSO STARORDINARIO. TURI: SIAMO PRONTI A SCIOPERARE ADESSO RISCHI CLIENTELE
  136. 730/2020 GRATUITO PER GLI ISCRITTI UIL SCUOLA
  137. INTESA PRECARI. TURI: RINVIARE PER NON DECIDERE SIGNIFICA LASCIARE MIGLIAIA DI PRECARI IN UNA CONDIZIONE DI INCERTEZZA
  138. IN RICORDO DI GIOVANNI FALCONE
  139. DL SCUOLA E PRECARI
  140. ORGANICI ATA
  141. PROCEDURA NAZIONALE EX LSU. SCHEDA TECNICA
  142. SCHEDE DETTAGLIATE ESAMI DI STATO IN PRESENZA. INTESA TRA ORGANIZZAZIONI SINDACALI E MIUR
  143. MODIFICHIAMO IL DI SCUOLA E DIAMO STABILITA' AI PRECARI
  144. SEMINARIO CONCORSO ORDINARIO E STRAORDINARIO MARTEDI' 19 MAGGIO ORE 10,00
  145. VITTORIA DELLA UIL SCUOLA NEI RICORSI PER IL RICONOSCIMENTO PER LA RETRIBUZIONE PROFESSIONALE DOCENTI E PER IL COMPENSO INDIVIDUALE ACCESSORIO PER I SUPPLENZE BREVI E SALTUARIE
  146. ORGANICI ATA E PROCEDURA NAZIONALE EX LSU
  147. ALLA SCUOLA BRICIOLE DEI FINANZIAMENTI POST PAMDEMIA. 1 MILIARDO E MEZZO SU 55 DISPONIBILI
  148. REPORT INCONTRO DI IERI TRA USR DEL LAZIO E LE OO.SS.
  149. DOPO QUOTA 100 / DIVENTANO DI RUOLO SOLO LA METÀ DEI POSTI LIBERI DAI PENSIONAMENTI
  150. UIL SCUOLA: UN PRESIDIO SANITARIO IN OGNI SCUOLA. LA PROPOSTA UIL CONVINCE I PRESIDI
  151. UIL SCUOLA: UN INVESTIMENTO IN PRESIDI SANITARI IN OGNI SCUOLA
  152. ASSEMBLEA SINDACALE UNITARIA IL 13 MAGGIO PER TUTTO IL PERSONALE
  153. UIL: PER LA SCUOLA SERVE UN PROVVEDIMENTO ORGANICO DEL GOVERNO
  154. DIRETTA FACEBOOK LUNEDI' 11 MAGGIO CON PINO TURI
  155. TURI: RIPARTENZA SCUOLA E' SCACCHIERA CON MOLTI PROTAGONISTI. SERVONO DECISIONI CONDIVISE
  156. AVVIATO IL CONFRONTO SUL PROTOCOLLO DI SICUREZZA PER LA SCUOLA
  157. LA SCUOLA NON E' DI NESSUNO NEMMENO DEL MINISTRO
  158. UIL SCUOLA: MINISTRO NON HA UN PIANO E HA PAURA DEL CONFRONTO
  159. QUELLO SUI CONCORSI E' UN PARTITO PRESO DEL MINISTRO. VA AVANTI CON I PARAOCCHI
  160. 1 MAGGIO FESTA DEI LAVORATORI
  161. MATURITA' 2020: PRESENTAZIONE DOMANDA COME PRESIDENTE
  162. CONCORSI: LA SCHEDA TECNICA DELLA UIL SCUOLA
  163. ATA 24 MESI LE DOMANDE SI PRESENTANO ON LINE
  164. NON SI RIPARTE CON LE SCUOLE PRECARIE. COMUNICATO UNITARIO
  165. SULLA SCUOLA GUERRE PERSONALI
  166. IMPENSABILE INTRODURRE AUMENTI DELL'ORARIO DI SERVIZIO DEI DOCENTI
  167. IRASE NAZIONALE: CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO PER DIRIGENTI TECNICI
  168. BOZZA BANDO DEL CONCORSO STRAORDINARIO E RELATIVE TABELLE
  169. INCONTRO AL MIUR. SULLA SCUOLA PROPOSTE IMPRATICABILI. SARA' UN INIZIO D'ANNO DA PANICO
  170. RINVIATA A DOMANI LA RIUNIONE SUI CONCORSI. SERVE UNA GOVERNANCE DELL’EMERGENZA
  171. ESAMI DI STATO IL MINISTRO FIRMA ORDINANZA
  172. SERVONO RISPOSTE PER IL PERSONALE PRECARIO. IN ATTESA DELLA SOLITA TASK FORCE DEL MINISTERO FATTA DEI SOLITI NOTI
  173. POLIZZA TESSERAMENTO INDENNITA' CORONAVIRUS
  174. UIL SCUOLA NON PARTECIPA ALL'INCONTRO SEMPLICEMENTE INFORMATIVO DI OGGI IN COERENZA CON QUANTO FATTO UNITARIAMNETE PER QUELLO DEL 15 APRILE
  175. COMUNICATO UNITARIO SULLA DIDATTICA A DISTANZA (DAD)
  176. LA UIL SCUOLA DIFFIDA IL MINISTERO PER COMPORTAMENTO ANTISINDACALE IN MERITO ALLA MOBILITA' ART. 28 L.300/1970
  177. CONTRATTO MOBILITA' EX LSU E CO.CO.CO: LA UIL SCUOLA NON FIRMA IL CONTRATTO
  178. SUGLI ORGANICI SCUOLA MARCIA INDIETRO DEL MINISTRO. PASSA LA LINEA UIL
  179. VIDEOCONFERENZA MINISTERO ISTRUZIONE-SINDACATI SU ORGANICI. OGGI COME IERI LE POLITICHE SCOLASTICHE SONO DETTATE DALL'ECONOMIA
  180. IMPUGNATIVA AL TAR PER I NOSTRI ISCRITTI ESCLUSI DALLA MOBILTA' PER VIA DEL VINCOLO QUINQUENNALE
  181. DL IL CONSIGLIO DEI MINISTRI VARA LE MISURE E INTANTO IL MEF FA I CONTI E PENSA COME RISPARMIARE
  182. COVID 19: LA UIL SCUOLA SOTTOSCRIVE UN'ASSICURAZIONE A TUTELA DEGLI ISCRITTI
  183. IO TI ASCOLTO! "SERVIZIO DI SUPPORTO PSICOPEDAGOGICO GRATUITO COVID-19
  184. QUESTO MINISTRO NON E' IN GRADO DI TRAGHETTARE QUESTO ANNO SCOLASTICO VERSO IL PROSSIMO
  185. LA MINISTRA TIRA FUORI DAL CILINDRO LE MISURE PER LA SCUOLA SENZA DIRE NULLA NONOSTANTE L'INCONTRO DI IERI
  186. IL PUNTO SULLA GIORNATA DI IERI. UN MINISTRO ASSERRAGLIATO CHE NON DIALOGA
  187. ATTIVITA' SCOLASTICHE NELL'ATTUALE PERIODO DI EMERGENZA. COMUNICATO UNITARIO
  188. PENSIONAMENTI NELLA PROVINCIA DI FROSINONE: PROFILI ATA, CLASSI DI CONCORSO
  189. INCONTRO ODIERNO CON LA MINISTRA AZZOLINA. NOTA UNITARIA
  190. MOBILITA': IL MINISTRO CI RIPENSA E METTE UNA DELEGA INFORMATICA. LO ANNUNCIA SU FACEBOOK
  191. MOBILITA’ 2020/2021: TUTTE LE INFORMAZIONI PER IL SUPPORTO A DISTANZA
  192. MOBILITA': DA OGGI AVVIATA LA PROCEDURA. A BREVE DAREMO TUTTE LE INDICAZIONI SU COME SUPPORTEREMO GLI ISCRITTI UIL SCUOLA
  193. GRADUATORIE INTERNE: IL CCNI SULLA MOBILITA' STABILISCE I TEMPI
  194. COMUNICATO MOBILITA' DA PARTE DELLA SEGRETERIA REGIONALE UIL SCUOLA
  195. A PROPOSITO DI MOBILITA': FERMI TUTTI ANZI NO
  196. ATA 24 MESI: SOSPENSIONE TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
  197. ORDINANZA MOBILITA' COMUNICATO UNITARIO
  198. MOBILITA': PUBBLICATA ORDINANZA. SIAMO ALL'ASSURDO A PROF E PERSONALE RESPONSABILI IL MINISTERO RISPONDE CON UN ATTO NOTTURNO ALLA CHETICHELLA
  199. TURI: CONCORSO STRAORDINARIO PER SOLI TITOLI PER ASSUMERE 24.000 PRECARI. IN ALLEGATO UN'INTERVISTA
  200. LE DOMANDE SOLLEVATE DA PINO TURI
  201. CRONACHE DAI GIORNI DEL CORONAVIRUS. TURI: SERVE PIANO B. MINISTRO ABBIA APPROCCIO COLLABORATIVO
  202. LA SCHEDA TECNICA SULLE MISURE PREVISTE PER LA SCUOLA DAL DECRETO LEGGE N. 18 DEL 17 MARZO E DALLA RECENTE NOTA 18 DEL MARZO
  203. ENNESIMA NOTA MIUR SENZA CONFRONTO
  204. EMERGENZA CORONAVIRUS: RICHIESTA UNITARIA RITIRO NOTA MIUR 388 DEL 17/03/2020
  205. NOTA MIUR EMERGENZA SANITARIA DA NUOVO CORONAVIRUS. PRIME INDICAZIONI OPERATIVE PER LE ATTIVITÀ DIDATTICHE A DISTANZA
  206. UNO SFORZO CORALE PER NON FAR FERMARE LA SCUOLA
  207. DIDATTICA A DISTANZA: SCELTA INDIVIDUALE DEL DOCENTE O COLLEGIALE DELLA SCUOLA
  208. DL CURA ITALIA. TURI: BENE ORA SERVE STARTEGIA DI LUNGO E MEDIO RESPIRO
  209. AVVISO AI CORSISTI IRASE FROSINONE
  210. TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SONO OGGI UNA ASSOLUTA PRIORITA
  211. EMERGENZA CORONAVIRUS: RICHIESTA DI MISURE SPECIFICHE URGENTI
  212. EMERGENZA CORONAVIRUS NON SI PUO' NAVIGARE A VISTA. SERVE UNO SPECIFICO INTERVENTO PER LA SCUOLA
  213. MOBILITA' PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED ATA A.S. 2020/21: RICHIESTA PROROGA INOLTRO DOMANDE
  214. DOCUMENTO UNITARIO INVIATO A TUTTE LE SCUOLE
  215. LIMITAZIONE DELLA PRESENZA DEL PERSONALE ATA. DOCUMENTO UNITARIO
  216. PETIZIONE PERSONALE ATA - RISCHIO CONTAGIO CORONAVIRUS19. TAVOLO MINIMI SERVIZIO
  217. SOSPENSIONE DI TUTTE LE CONSULENZE PRESSO LE NOSTRE SEDI UIL SCUOLA. PERMANE LA CONSULENZA ATTRAVERSO TUTTI GLI STRUMENTI A DISTANZA
  218. IRASE FROSINONE: OFFERTA FORMATIVA PER LE SCUOLE 2020/2021
  219. EMERGENZA CORONAVIRUS: NOTA MIUR E SCHEDA DETTAGLIATA UIL SCUOLA
  220. CORONAVIRUS: LINEE GENERALI UNITARIE
  221. MOBILITA': REPORT DELLA RIUNIONE AL MINISTERO
  222. SOSPENSIONE DI TUTTI I CORSI DI FORMAZIONE E PREPARAZIONE AI CONCORSI
  223. DECRETO DI SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA' DIDATTICHE FINO A META' MARZO
  224. IL CORONAVIRUS NON SOSPENDE LA DEMOCRAZIA. L'AZIONE SINDACALE NELL'EMERGENZA IN ATTO
  225. CORONAVIRUS: LA SCHEDA TECNICA DELLA UIL SCUOLA
  226. TFA SOSTEGNO: CORSO DI PREPARAZIONE IN PRESENZA E IN PIATTAFORMA
  227. EMERGENZA CORONAVIRUS. UIL SCUOLA: NON E' IL MOMENTO DELLE POLEMICHE E DELLA DIVISIONE
  228. REVOCA SCIOPERO DEL 6 MARZO
  229. PROCEDURA SELETTIVA PER L'INTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI: PUBBLICAZIONE DEI POSTI DISPONIBILI
  230. CORONAVIRUS: USCITE DIDATTICHE SOSPESE IN TUTTA ITALIA
  231. INTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI DI PULIZIA: CALENDARIO CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
  232. GRADUATORIE DEFINITIVE INTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI
  233. SERVIZIO PRESSO LA SEDE UIL SCUOLA DI FROSINONE DEL PROGRAMMA "DI MARTEDI" SU LA7
  234. INTERVISTA A TUTTO CAMPO DEL SEGRETARIO GENERALE UIL SCUOLA SULL'ATTO DI INDIRIZZO DELLA MINISTRA AZZOLINA
  235. BANDO INPS INSIEME 2020. APERTURA PIATTAFORMA
  236. TFA SOSTEGNO: IN PIATTAFORMA ON LINE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO
  237. COMUNICATO UNITARIO SU CONTRATTO E INVESTIMENTI SULLA SCUOLA
  238. SCUOLA. SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA DEL 6 MARZO
  239. AVVIATI I PERCORSI DI SPECILIZZAZIONE SUL SOSTEGNO. 19585 POSTI
  240. CONFERENZA NAZIONALE DEI SEGRETARI REGIONALI UIL SCUOLA: IL DOCUMENTO FINALE
  241. TURI: AZZOLINA FORTE CON I DEBOLI (I PRECARI) E DEBOLE CON I FORTI NEL RICHIEDERE I SOLDI PER AUMENTI STIPENDIALI AL MINISTRO DELL'ECONOMIA
  242. BONUS DOCENTI: IL REPORT DELL'INCONTRO AL MIUR
  243. CONCORSO STRAORDINARIO: I TEST DELLA DISCORDIA
  244. A PROPOSITO DI RISCATTO LAUREA
  245. CONCORSO PRECARI. IL CONSIGLIO DI STATO: SI A PROVE CON REGOLE SEMPLIFICATE E PARTICOLARI. CI SONO STRAORDINARIE ESIGENZE DI INTERESSE PUBBLICO
  246. RIPRENDE LA MOBILITAZINE DELLA SCUOLA: LE DECISIONI DELLE SEGRETERIE UNITARIE
  247. RICORSI GRATUITI PER GLI ISCRITTI UIL SCUOLA DI FROSINONE
  248. CONCORSO DOCENTI: CALENDARIO CORSO DI FORMAZIONE IN PRESENZA PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO E ORDINARIO
  249. CONCORSO STRAORDINARIO SCUOLA. LA LETTERA DI PINO TURI ALLA SENATRICE GRANATO "LA PRECARIETA' DEL LAVORO NON E' PRECARIETA' DELLA PERSONA"
  250. DOPO LO STRAPPO AL MIUR IL PUNTO DI PINO TURI
  251. IL DISCORSO DI LILIANA SEGRE AL PARLAMENTO EUROPEO
  252. ROTTURA AL TAVOLO TECNICO
  253. CALENDARIO CORSO DI FORMAZIONE PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO
  254. IL DETTAGLIO DELLE PROPOSTE TECNICHE PORTATE AL TAVOLO DEL MIUR DALLA UIL SCUOLA
  255. SE IL MINISTRO AZZOLINA VUOLE PARLARE DI FORMAZIONE APRA SUBITO IL CONTRATTO
  256. GIORNATA DELLA MEMORIA 27 GENNAIO
  257. CATALOGO OFFERTA FORMATIVA IRASE NAZIONALE
  258. TURI: URGENTE CAMBIARE IL CLIMA CHE C'E' NELLE SCUOLE
  259. CONCORSO DOCENTI: CORSO DI FORMAZIONE IN PRESENZA PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO E ORDINARIO
  260. MINISTRO SILENTE E VERTICI BLOCCATI: OGNI FORMA DI DECISIONE SOSPESA
  261. LSU E SCUOLE: SERVE UNA FASE DI PASSAGGIO CHE GOVERNI I DUE MESI DI PASSAGGIO ALLE IMMISSIONI IN RUOLO
  262. NOMINE MINISTRI MIUR. TURI: DOPPIO MINISTERO SIA SOLUZIONE POLITICA PER SCELTE IN CONTROTENDENZA
  263. CORSO PER ASSISTENTI AMMINISTRATIVI. CALENDARIO ULTERIORI INCONTRI
  264. DECRETO SCUOLA. SCHEDA TECNICA UIL SCUOLA
  265. LA SCUOLA NON PUO' ATTENDERE I TEMPI DELLA POLITICA. COMUNICATO UNITARIO
  266. CONCORSO DOCENTI ORDINARIO E STRAORDINARIO. TUTTI I PROVVEDIMENTI PREVISTI NEL DECRETO
  267. AUGURI DI UN BUON 2020. LETTERA AGLI SCRITTI
  268. LUCIA AZZOLINA E' IL NUOVO MINISTRO DELLA SCUOLA. MANFREDI ALLA RICERCA
  269. PENSIONAMENTI 1 SETTEMBRE 20020: PROROGATI I TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
  270. PARITA' RETRIBUTIVA NELLA SCUOLA TRA PERSONALE PRECRIO E QUELLO DI RUOLO
  271. TURI SU DIMISSIONI MINISTRO FIORAMONTI
  272. DL SCUOLA. OK SU RECLUTAMENTO MA MANCA VISONE STRATEGICA
  273. LEGGE DI BILANCIO SEGUE LA DIREZIONE DEL CONTRATO SCUOLA. LE RISORSE DEL BONUS NEL FONDO DELL'OFFERTA FORMATIVA
  274. PROCLAMAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE NEL COMPARTO ISTRUZIONE UNIVERSITA' E RICERCA
  275. PENSIONAMENTI 2020: NOTA RIEPILOGATIVA
  276. OGGI MANIFESTAZIONE A SS. APOSTOLI. TURI: BISOGNA USCIRE DALLA STAGIONE DEI BONUS ED ENTRARE NELLA STAGIONE DELLE PROFESSIONALITA'
  277. CONFERENZA NAZIONALE: CONCLUSA LA GIORNATA DEDICATA AI TEMI ORGANIZZATIVI
  278. MEMORIA UIL SCUOLA SUL DECRETO LEGGE IN DISCUSSIONE AL SENATO
  279. AVVIATA LA STABILIZAZZIONE DEGLI LSU E DEI LAVORATORI DEGLI APPALTI STORICI
  280. CORSO GRATUITO PER ASSISTENTI AMMINISTRATIVI: 1° MODULO
  281. SETTIMANA DI MOBILITAZIONE PER IL LAVORO 9 - 18 DICEMBRE
  282. ORDINAMENTO PROFESSIONALE ATA
  283. ASSEMBLEA SINDACALE REGIONALE UNITARIA
  284. DECRETO SCUOLA: DISATTESI ACCORDI E IMPEGNI
  285. OK CAMERA DL SCUOLA TURI: OTTIMO VIATICO. L'IMPORTANTE E' CHE FINISCA BENE
  286. COMUNICATI UFFICIO LEGALE UIL SCUOLA: SENTENZA FAVOREVOLE PER LA RICOSTRUZIONE DI CARRIERA DA PARTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE
  287. UNIVERSITA' BOCCONI: SULL'USO DEL DIGITALE OPPORTUNO UN RIPENSAMENTO DEGLI USI
  288. CESSAZIONE DAL SERVIZIO 1 SETTEMBRE 2020: AVVISO PROCEDURE. QUESTIONE NUOVO PASSWEB
  289. EMENDAMENTI ALLA LEGGE DI BILANCIO. TURI: MINISTRO FIERAMONTI SIA PRESNTE NEL DIBATTITO PARLAMENTARE
  290. DECRETO 126 E LEGGE DI STABILITÀ, MINISTRO E GOVERNO SI FACCIANO GARANTI DEL RISPETTO DELLE INTESE
  291. CORSI UNIVERSITA' UNIPEGASO IN CONVENZIONE CON UIL SCUOLA FROSINONE. COSTI RIDOTTI PER GLI ISCRITTI
  292. CORSO PER ASSSITENTI AMMINISTRATIVI: PRESENTAZIONE INCONTRO
  293. 25 NOVEMBRE GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
  294. CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO INFANZIA PRIMARIA I E II GRADO
  295. LEGGE DI BILANCIO 2020, QUELLO CHE NON C’È MA CHE CI DOVREBBE ESSERE
  296. CORSO DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
  297. DECRETO PRECARI. IL LAVORO DELLE COMMISSIONI VA NELLA DIREZIONE GIUSTA
  298. TERZA FASCIA DOCENTI: RIAPERTURA DELLE PROCEDURE A PRIMAVERA 2020
  299. ISTRUZIONE E RICERCA, UNA RISOSRSA PER IL PAESE. MANIFESTAZIONE DEI SINDACATI AL TEATRO QUIRINO ROMA
  300. CONCORSO STRAORDINARIO SECONDARIA. COSA PREVEDE IL DECRETO CHE DOVRA' ESSERE TRASFORMATO IN LEGGE
  301. CONFRONTO CON IL GOVERNO
  302. ATTIVO PUBBLICO IMPIEGO: TURI: LA NOSTRA È BATTAGLIA CULTURALE. NON DOBBIAMO AVERE PAURA DI STARE FUORI DAL CORO
  303. CORSO GRATUITO RISERVATO AGLI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI
  304. AUDIZIONI ALLA CAMERA: ECCO LE RAGIONI DEL NOSTRO DISSENSO
  305. DOMANDA TUTOR "SPORT DI CLASSE". RISERVATO AGLI INSEGNANTI DI SCIENZE MOTORIE
  306. DECRETO SCUOLA NON RISPETTATE LE INTESE. AL VIA LA MOBILITAZIONE
  307. GRADUATORIE D'ISTITUTO: PRESENTAZIONE MODELLO "B" PER SCELTA DELLE SEDI
  308. INCONTRI AL MIUR LA UIL CHIEDE AL MINISTRO IMPEGNO E DETERMINAZIONE PER GLI ATA
  309. CORSI GRATUITI
  310. PERMESSI RETRIBUITI E AUTOCERTIFICAZIONI: I DOCENTI NON SONO SOGGETTI A CONTROLLI
  311. SCUOLE ITALIANE ALL'ESTERO: MANCA UN DOCENTE SU TRE
  312. CONCORSO DSGA. PUBBLICAZIONE AVVISO ISTRUZIONE CANDIDATI. GRIGLIE DI VALUTAZIONE, PROVE SCRITTE
  313. CORSO DI FORMAZIONE PER I DOCENTI NEO IMMESSI IN RUOLO
  314. CORSO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO: PRESENTAZIONE DEL CORSO
  315. LA POSIZIONE DELLA SEGRETRIA NAZIONALE UIL SCUOLA SULLA QUESTIONE PASSWEB
  316. ABILITAZIONE DOCENTI: IL TEMPO E' SCADUTO
  317. TRAGEDIA DI MILANO: DOLORE E COMMOZIONE DEI SINDACATI SCUOLA
  318. RISORSE PER IL CONTRATTO: SIAMO BEN LONTANI DA ANNUNCI E INTESE
  319. SCUOLE PRIVATE: INVEROSIMILI LE DICCHIARAZIONI DI TOCCAFONDI E MALPEZZI
  320. REGOLAMENTO DI CONTABILITA' E ATTIVITA' NEGOZIALE. CORSO DI FORMAZIONE REGIONALE PER DS, DIRETTORI SGA E ASS. AMMINISTRATIVI
  321. OK CONSIGLIO DEI MINISTRI SU PRECARI
  322. ELENCO DOCENTI IMMESSI IN RUOLO NELL'AS.S. 2019/20